Una pesante sconfitta quello subita dall'Estra B.C. Siena in casa, nel derby con la Franchigia Firenze: 17 a 0, uno shut out che non lascia adito a dubbi, con la partita già chiaramente indirizzata verso la squadra di Firenze già dalla prima ripresa, finita 9 a 0 per la squadra fiorentina.

I bianconeri, privi del manager Giusti, squalificato, di Osti, di Calzati e di Rudaj (costretto a rientrare in Germania per motivi personali), con Otanez Berroa recuperato all'ultimo e costretto a partire dalla panchina, si schierano in campo con Moresi (esterno centro), Kamachi (seconda base), Querci (ricevitore), Cerreti (terza base), Sacchi (interbase), Antonio Rodriguez (esterno sinistro), Nesti (prima base), il 2002 Tiggui (esterno destro, alla sua prima gara da titolare) e Famà sul monte.
Proprio la partenza di Famà in pedana è a dir poco difficoltosa: sette uomini passati dal box, 7 punti subiti (di cui 6 guadagnati sul lanciatore), 5 battute valide (con un doppio), 1 colpito. Il manager Acea è costretto ad una sostituzione, con Nesti costretto a salire in pedana senza neppure essersi riscaldato (Sacchi va in terza, Cerreti in prima e Famà all'interbase). Proprio sul rilievo la squadra ospite segna con Nannini ed Anichini, che battono subito due valide da extrabase e poi arrivano a punto con la complicità di un errore difensivo. Quando la Fiorentina sembrava dilagare. Nesti ritrova se stesso e riesce a chiudere la ripresa senza ulteriori segnature.
L'attacco bianconero sarà sterile e poco produttivo per tutta la partita (solo 4 le valide messe a segno contro i fratelli Krasniqi e 9 uomini lasciati in base a fine incontro, con un doppio gioco difensivo messo a segno dagli ospiti al 7').
La Franchigia Firenze segna altri due punti al secondo, ne segna un altro al terzo, poi al 4' allunga ancora con altre 5 segnature messe a segno su uno stanco Nesti, poi rilevato da Sacchi (costretto ad entrare da rilievo perché non al meglio della condizione fisica), che, dopo aver subito un punto a causa di un errore difensivo, chiuderà letteralmente la saracinesca all'attacco ospite subendo 3 sole battute valide e mettendo a segno 6 strike out in 4 riprese lanciate.
Da segnalare, nello sterile attacco bianconero, il doppio all'esterno destro di Otanez Berroa al 6'.
Al 7' inning ecco arrivare la sconfitta per manifesta inferiorità per la squadra senese.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk