Le idee chiare di chi sa cosa vuole dalla vita e dal suo sport preferito, il baseball. Eppure Stefano Rocco ha solo 12 anni e ha festeggiato la sua prima convocazione in nazionale di categoria.

Nato a Termoli, ma foggiano d’adozione, ha il “sangue” marchiato dei colori della Fovea Embers.

“Ho saputo della convocazione – afferma il giovane giocatore - dal mio coach Alfredo Strippoli che mi ha telefonato appena è uscito il comunicato stampa della F.I.B.S.

Mi ha fatto i complimenti perché — nella mia categoria U12— sono tra i 40 migliori giocatori di baseball di tutta Italia e il primo e unico del meridione. E’ stata una grande gioia per me ed è un grande orgoglio rappresentare la Fovea Embers. Ma immediatamente dopo i complimenti del coach, abbiamo preparato un piano intensivo di allenamenti. Noi della Fovea Embers siamo fatti così, ci esaltiamo con il lavoro e con il baseball. Ora mi sto allenando con il mister e la squadra per passare la selezione”.

Tanti i ragazzi presenti alla prima selezione, nei try-out di novembre 2018, un misto di lavoro e spensieratezza, vista l’età. Ma sempre con la qualità in campo. “Mi sono divertito tantissimo a novembre, poi dalla convocazione del 25 aprile scorso ho capito che non era più un gioco e che dovevo impegnarmi seriamente. Ad ogni raduno guardavo anche gli altri convocati per vedere in cosa erano migliori di me e dove io ero migliore di loro. Poi quando finiva la selezione ne parlavo con il mister. Ci siamo confrontati tanto e abbiamo cercato di migliorare la mia difesa e la mia battuta anche grazie ai video dei provini in nazionale e ai consigli dei coach delle selezioni. Voglio dare il massimo e non lasciare nulla al caso”.

Il sogno, chiuso in un cassetto che aspetta soltanto di essere aperto, è quello di partecipare ai prossimi Europei e Mondiali con la casacca della Nazionale. “Sarebbe fantastico – conferma Stefano Rocco – e poi sarei contento di viaggiare all’estero per il baseball e visitare due paesi come la Repubblica Ceca e la Cina”.

Infine la parte dedicata ai ringraziamenti, con in primis la famiglia, “a mia mamma, una super mamma ma anche la più grande tifosa che ho e a mio padre, che da 2 anni mi porta a Foggia almeno 2 volte a settimana per gli allenamenti e che mi allena a Termoli, dove vivo, quando non possiamo viaggiare. Ma anche mio fratello Lorenzo (di 2 anni più grande), che mi aiuta tantissimo negli allenamenti a Termoli e che mi incita sempre, così come padre Paolo Cuvino, che mi ha dato il permesso di allenarmi nei campetti della parrocchia di S. Francesco di Termoli”.

In ultimo, non poteva mancare, il ringraziamento a chi gli ha permesso di realizzare una parte del suo sogno, il suo coach, Alfredo Strippoli, “perché con lui sono migliorato negli allenamenti”, alla sua società, la Fovea Embers che gli ha dato la possibilità di continuare a giocare a Baseball, poiché a Termoli non ci sono spazi idonei e alla sua prima società di baseball, i BC Mariners “con cui ho iniziato a giocare a questo fantastico sport”.

Un sogno che si avvera, certo, ma che è soltanto all’inizio.

Sarà playoff, come lo scorso anno, quando la Fovea Embers perse la sfida per un punto, con molti rimpianti. Prima, come anche nello scorso anno, la regular season è terminata senza sconfitte.

Oggi come allora per le zero sconfitte, ma la determinazione è tutt’altro che uguale.

“Personalmente credo ci siano ottime possibilità di andare in B – confessa Salvatore Strippoli - come del resto c’erano anche lo scorso anno, prima di incappare in una partita sbagliata e tre defezioni importanti. San Marino ha cultura sportiva, strutture e soprattutto tradizione nella nostra disciplina, ma noi in questo momento siamo un carro armato che vuole superare ogni ostacolo con fermezza e decisione. E’ chiaro che non sottovalutiamo i nostri antagonisti, li stiamo già studiando e abbiamo massimo rispetto, ma noi siamo creati per vincere e ho la percezione che questo sarà l’anno giusto”.

Parole importanti del manager foggiano che rimarca come la squadra, ad inizio stagione, non si sia abbattuta per la perdita di Pompilio, punta di diamante del roster degli anni passati (anche in Serie A), ma anzi si sia stretta attorno a se stessa per trovare la quadratura del cerchio e diventare maggiormente affiatata.

“Ho visto i ragazzi lavorare in modo eccezionale – conferma lo stesso Strippoli - tanto da aver raggiunto un concetto di squadra molto più elevato di quanto non fosse in passato. Quello che doveva essere un punto a nostro sfavore, ossia la partenza di Pompilio (come già detto) ci ha dato l'opportunità di unirci per superare la difficoltà. Oggi mi sento pienamente soddisfatto perchè ogni giocatore si è eclissato nella propria individualità messa da parte a favore di un concetto più ampio collocato nel progetto Fovea”.

IL PROGRAMMA DEI PROSSIMI DUE MESI – Intanto la squadra, dopo la netta vittoria contro Matino nell’ultimo turno (20-5 con gara mai in discussione – già 13-0 dopo i primi 3 inning), si prepara alla partita finale della stagione. Una triplice sfida (o duplice nel caso di doppia affermazione consecutiva di una o dell’altra squadra) ai sammarinesi dei Titano Bears che regalerà alla vincitrice la Serie B. Non si ferma il lavoro dei foggiani che a scaglioni avranno a diposizione momenti di pausa, ma che resteranno “addentrati” nel diamante di Via Gramsci, per lavorare e preparare al meglio la sfida. Tutta insieme la squadra si fermerà soltanto nella settimana di ferragosto. Per il resto del tempo, doppia amichevole interna al martedì e al giovedì, e terzo giorno per allenamenti di carattere tecnico. Appuntamento con la Serie B a settembre, il 9 per Gara1 a Serravalle, sei e sette giorni dopo a Foggia per Gara2 e l’eventuale Gara3.

 

Ufficio Stampa Fovea Embers

 

 

Sesta giornata del campionato di Serie B e quinta della C. Tempo permettendo, la Fovea Embers si prepara ad un nuovo fine settimana agonistico di ottimo livello. In campo anche la Lega del mare, con gli amatori foggiani impegnati a Caserta

SERIE B – Tre vittorie e cinque sconfitte, il Cupra Baseball è un avversario di pari livello rispetto ai foggiani. Almeno così recita la classifica con Iacovelli e compagni che ne hanno vinte due finora, ma su sei disputate. Occhio al tempo, anche se le possibilità di pioggia sono scarse, ma potrebbero arrivare precipitazioni.

SERIE C – I giovani di Alfredo Strippoli, invece, sono impegnati nel pomeriggio a Chieti.

LEGA DEL MARE – Andranno a Caserta, infine, gli amatori guidati da coach Stefanelli. La West Division arriva al terzo concentramento di incontri, in terra campana, dove gli Embers e i padroni di casa si giocano la leadership del girone.

Vittoria di forza a casa del Bari Warriors e playoff raggiunti. Ancora due gare al termine della regular season e a settembre i playoff

Foto di SquadraNuova vittoria, a domicilio del Bari Warriors e primo traguardo raggiunto dalla Fovea Embers. I foggiani di manager Strippoli si sono resi protagonisti di una gara di grandissimo livello, soprattutto nella parte finale, dimostrando il grande valore del roster, ma soprattutto la solidità mentale di un gruppo mai appagato dai risultati precedenti e sempre alla ricerca della vittoria.

Ora i playoff sono una certezza matematica e permetteranno a Iacovelli e compagni di battagliare, a settembre, per la serie B.

Tornando alla gara contro il Bari, dopo una buona partenza e subito un 3-0 a favore, sul 6-0 dopo il turno d’attacco del terzo inning è arriva un blackout che ha permesso ai padroni di casa di segnare 8 punti tutti in un gioco. A 3 inning dal termine, la Fovea era addirittura sotto 13-15. Situazione peggiorata dall’infortunio di Colon Ventura. Momentaneo pareggio alla settima ripresa, nel turno d’attacco foggiano, ancora +1 Bari alla chiusura del gioco e poi l’apoteosi targata Salvatore Strippoli. Il manager foggiano, dopo esser salito sul monte di lancio nel momento di massima difficoltà per aiutare la fase difensiva, nel proprio turno d’attacco ha battuto oltre i 115 metri mettendo a segno un poderoso fuoricampo. Distacco ristabilito e chiusura con vittoria 16-23.

Ora la chiusura della prima fase del campionato, con ancora due gare da giocare (Taranto e Matino, entrambe in casa), poi dopo la pausa di agosto via alla super-sfida playoff. In palio la promozione in B quasi certamente contro San Marino, con due gare su tre (eventualmente) da giocare in casa il 15 e 16 di settembre dopo la visita in campo avverso della settimana precedente per Gara1.

In attesa di partire con il campionato di serie B e con la prima squadra, dunque, prende il via la Lega del Mare.

In questo fine settimana cominceranno a incrociarsi le sezioni amatoriali di 15 società, provenienti da 6 regioni diverse. Il baseball per tutti, questo il motto dell’iniziativa che ormai è diventato un appuntamento fisso delle stagioni del “batti e corri”

Da domani, domenica 31 marzo, il via alle gare con i foggiani, affidati alla guida di coach Stefanelli e del suo referente Spezzati, intenti a difendere il secondo posto ottenuto nella scorsa stagione. Primo incroci di incontro che avverrà proprio a Foggia, al diamante di Via Gramsci, a partire dalle ore 11.

Due novità importanti, oltre alle conferme degli esperti Martire, Casarella, Esposito e Annecchino, ci saranno gli innesti di Rossella Valente, ex giocatrice di serie A di softball e Claudio Menga, ex giocatore e attualmente arbitro federale.

La Fovea Embers parteciperà nella East Division contro gli Warriors Bari e i Brewers Caserta.

Le fasi finali sono previste il 23 giugno, in sede da definire, con la formula degli incontri tutti in una giornata, quando si affronteranno le 15 realtà in un tabellone di stile tennistico.

MEDIA – Intanto la società Fovea Embers è stata inserita (al pari del Foggia Calcio e della Cestistica San Severo) quale partner mediatico del Corso di Giornalismo Sportivo organizzato da Pitagora e intitolato alla memoria del compianto Gianni Cicolella. Il corso sarà aperto a tutti coloro vorranno cimentarsi con le basi della formazione giornalistica.

Vittoria per i foggiani che superano 25-2 Taranto. Anche il campionato è senza storia, con 8 vittorie su altrettanti match giocati.

fovea embers foto squadraVolare. È questo l’obiettivo della Fovea Embers in questa stagione e il roster messo insieme da manager Salvatore Strippoli ci sta riuscendo alla perfezione. Si perché se è vero che la perfezione non esiste, è comunque vero che 8 vittorie in altrettante gare sono un grandissimo bottino, frutto di un lavoro certosino da parte di tutto lo staff tecnico e dei giocatori.

Nuova vittoria, dunque, ieri a Taranto, con Iacovelli e compagni che hanno stabilito la loro legge per l’ottava gara consecutiva aggiudicandosi il match in modo imponente. 25-2 il finale, con la gara mai in discussione e con parziali immediatamente decisivi. 8-0 al primo inning, 9-1 al secondo, 15-1 al terzo, fino al punteggio finale maturato alla fine del settimo inning e quindi per manifesta superiorità.

25 punti totali, 4 fuori campo, ad opera di Valerio Iacovelli (2), Alessio Carbone e Antonio Colon Ventura e una prestazione impeccabile, degna preparazione a quella che sarà la fase post-season in cui i foggiani vorranno esserci e da protagonisti. Per l’unico obiettivo che è quello di conquistare la Serie B, una categoria che gli Embers” hanno dimostrato di meritare ampiamente.

UNDER 15 – Vince anche la selezione giovanile Under 15, sempre a casa del Taranto Tritons, 3-6.

UNDER 18 – Infine mercoledì nuova giornata di gare per gli Under 18 impegnati ad Atri in una doppia sfida, dalle ore 17.

Una organizzazione impeccabile e che non prevede soste di alcun tipo. Un vero e proprio successo per la società presieduta dall’avvocato Gianni Vitrani.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk