Dopo l’importante doppia vittoria della scorsa settimana, il WiPlanet Montefiascone si reca a Salerno, alla scoperta di una matricola del campionato che finora è stata bersagliata dalla sfortuna, potendo disputare solo 4 partite delle 10 in programma, con 1 vittoria e 3 sconfitte. Ha trovato la pioggia a Livorno e Lastra a Signa, due lunghe trasferte che peseranno nei recuperi, poi in casa è stato sospeso per oscurità sul 5 pari l’incontro con il CALI (che si era imposto nella prima partita per 8 a 7) e rinviato per pioggia il secondo incontro con l’Alghero. Proprio il rinvio delle seconde partite ha probabilmente impedito al Salerno di avere più vittorie; infatti, il regolamento consente di utilizzare nelle seconde partite un lanciatore straniero, e i campani sonio certamente maggiormente competitivi, potendo contare su un italo-venezuelano, quel Ricardo Gonzalez che finora ha giocato una sola partita con il Latina, con un’ottima prestazione. Nella media invece i lanciatori della prima partita, con il partente Guerra e il rilievo Marco Romanzetti, quest’ultimo un nome di spicco per aver giocato 20 anni fa nella massima serie italiana, insieme ai casertani D’Addio e Migliozzi.

Nel box di battuta si distinguono in particolare i venezuelani Colasante (MB 500) e Figuereda (MB 333), esterno il primo e ricevitore il secondo, oltre agli interni Cantarella (MB 412) e Michele Corbo (MB 471). La difesa non sembra insuperabile, avendo commesso almeno 3 errori per partita.

La squadra falisca è invece in ottima forma e molto determinata a portare a casa entrambe le partite, anche facendo a meno di Fanali che è ancora in attesa dell’intervento al legamento e con la certezza della presenza di Passarelli, che ha superato i problemi di lavoro che sembravano impedirgli la partecipazione.

I fratelli Carletti dovrebbero essere i lanciatori partenti, con Vaglio e Lanzi pronti a rilevarli e in crescita tecnica.

Il resto della giornata vede due derby regionali; a Lastra a Signa i Lancers ospitano il Livorno per confermare il primo posto, ad Acilia il CALI riceve il Latina cercando di risalire la classifica, mentre tocca ai Red Jack Grosseto la difficile trasferta di Alghero, in un incontro che certamente potrà dare qualche informazione in più sul valore delle due squadre. Da sottolineare la classifica molto corta, con tutte le squadre interessate per ora dal post season di settembre, quando le prime due disputeranno i play off per la promozione in serie A2 e le ultime due i play-out per evitare la retrocessione.

Sabato 18, alle ore 16, lo stadio di Montefiascone ospita il derby giovanile U15 con i Rams Viterbo. La squadra è reduce dalla splendida vittoria di Sabato scorso a Nettuno e si batterà con tutte le sue forze per supplire alla maggiore età della squadra viterbese.

Troppo forti i battitori sardi per il WiPlanet Montefiascone, che subisce due nette sconfitte ad Alghero.

16 a 4 e 11 a 3 i risultati delle due partite; già dai primi inning della prima l’aggressività dei battitori della Catalana ha messo in difficoltà il lanciatore partente Matteo Carletti, che ha subito 9 punti in due inning. A nulla sono valsi i tentativi di rimonta falisci, anche con un fuoricampo da due punti di Gomez. I limiti del monte di lancio sono emersi soprattutto quando il rientrante lanciatore Fanali, che aveva bene iniziato controllando con i suoi lanci ad effetto le mazze avversarie, ha subito uno sfortunato infortunio al ginocchio, dovendo lasciare il monte ad un improvvisato Testa, sperando di poter poi rifarsi nella seconda partita.

Speranza rimasta viva fino al 5 inning, quando, sul punteggio di 2 a 1, la Catalana ha siglato 5 punti, per poi chiudere sull’11 a 3, mettendo in chiaro le proprie aspirazioni sulla classifica finale.

Classifica che vede i sardi al secondo posto dietro ai Lancers di Lastra a Signa, ma che è fortemente condizionata dalle numerose partite non disputate per la pioggia dominante in questo inizio di campionato. Infatti domenica scorsa Lancers e Salerno non hanno potuto giocare, e debbono recuperare ben 4 (i Toscani) e addirittura 5 partite i campani, delle 8 finora in calendario. Sugli altri campi il Latina, prossimo avversario del WiPlanet Montefiascone, è tornato a vincere sconfiggendo il Livorno 10 a 0 e 6 a 3, mentre CALI e Red Jack hanno diviso la posta in palio (13 a 12 la prima e 22 a 3 la seconda).

Il campionato comunque appare molto interessante ed equilibrato, con risultati alterni che non sono mai scontati e che lasciano presagire una stagione spettacolare dove il WiPlanet potrà certamente giocare le sue carte.

Giovanili

Non hanno giocato per pioggia le due categorie giovanili. Ma vogliamo sottolineare la convocazione di Giuseppe Tabarrini (insieme al viterbese Bertollini) nel gruppo dei 16 che rappresenteranno nella categoria Little League il Lazio al Torneo delle Regioni di fine Giugno nelle Marche. Torneo molto importante, che potrebbe aprire le porte per la partecipazione alla importantissima finale mondiale di Little League che si svolgerà in agosto a Williamsport, negli USA, rappresentando il secondo avvenimento di baseball dopo le World Series della Major League. Negli anni scorsi l’Emilia Romagna è riuscita a qualificarsi, enormemente gratificata da questa esperienza.

Una grande prova di carattere ha consentito alla squadra fallisca di prevalere due volte sul Latina; 6 a 3 il punteggio della prima partita e ben 14 a 3, al settimo inning, la seconda.

La squadra è con una rosa ridotta, in particolare per i lanciatori. Ma dimostra una compattezza ed una determinazione che può andare oltre le obiettive difficoltà. Così il Latina  è stato battuto su tutti i fronti, complessivamente ben 23 le battute valide del WiPlanet contro le 11 dei pontini, autori anche di 7 errori difensivi contro i 2 del Montefiascone.

I fratelli Carletti sono i lanciatori vincenti; Matteo nella prima ha lanciato 7,2 riprese, con 10 strike-out, 6 valide e solo 2 basi su ball, Michele nella seconda in 6 riprese ha ottenuto 2 strike-out e concesso 5 valide e 4 Basi su ball. Gli ottimi rilievi sono stati Vaglio nella prima e Lanzi nella seconda, mostrando di iniziare ad acquisire sicurezza nel ruolo.

Ma è stata la difesa l’arma in più dei falisci, consentendo soprattutto nella seconda partita di stroncare sul nascere le velleità del Latina, con un doppio gioco al 1° inning, ma soprattutto trovando uno splendido out in terza da parte di Matteo Carletti su un De Baggis che aveva battuto un doppio, in un terzo inning dove il Latina stava cercando di pareggiare i conti.

In battuta si è distinto Prosperi, con un 5 su 8 nella giornata, mentre Salgado ha battuto il fuoricampo che ha chiuso la partita, avvenimento che negli USA viene celebrato come “walk-off home run”, e Passarelli ha battuto nel 3° inning un fuoricampo interno che ha portato a casa ben 4 punti.

“ Siamo molto contenti del comportamento della squadra– ha dichiarato il presidente Mirco Marianello – l’obiettivo era di supportare al meglio i lanciatori partenti con la difesa e con le battute, ed i ragazzi sono stati determinati e efficaci; i fratelli Carletti, in particolare il piccolo Michele, 17 anni, stanno crescendo e fanno egregiamente la loro parte, e le battute hanno visto il coronamento dei due fuoricampo di Passarelli e Salgado”

Da notare che i ragazzi montefiasconesi hanno voluto onorare la festa delle mamme giocando con particolari rosa.

Le altre partite hanno visto doppie vittorie (tranne a Salerno, dove la seconda non si è giocata per pioggia), che hanno solo parzialmente aiutato a chiarire le posizioni  in classifica. Con queste vittorie il WiPlanet Montefiascone scavalca il Latina e si piazza al terzo posto in classifica, a ridosso della Catalana Alghero, che ha giocato una sola partita a Salerno, vincendola, e dietro i Lancers, che hanno vinto due partite a Grosseto, ed hanno solo una sconfitta, quella subita a Montefiascone.

Il Livorno, vincendo due volte con l’Acilia, lascia al Salerno l’ultimo posto in una classifica che comunque ancora non è significativa, viste le numerose partite da recuperare.

Sabato e Domenica il WiPlanet Montefiascone fa visita alla Catalana Alghero, cercando una conferma dopo la doppia vittoria con il Livorno e il secondo posto in classifica, dietro ai Lancers di Lastra a Signa, primi proprio grazie alla doppia vittoria in terra sarda.

L’Alghero è squadra ostica, soprattutto grazie ai due fratelli D’Amico, Yovany e Leonardo, lanciatori italo-venezuelani che hanno anche fatto parte della nazionale italiana. La doppia sconfitta incassata dai toscani non deve far pensare ad una squadra debole; anzi, certamente i falisci troveranno un ambiente carico e voglioso di rifarsi, soprattutto considerato il modo con il quale è arrivata la seconda sconfitta domenica scorsa. Infatti il lanciatore sardo aveva dominato i battitori toscani, tenendoli a zero per 8 inning. Il nono iniziava sul 3 a 0 per la Catalana, facendo pensare al manager di poter far riposare il lanciatore sostituendolo: mai scelta fu più azzardata! Basi su ball e valide lo hanno costretto a subire ben 10 punti, fissando il punteggio sul 10 a 4 e confermando la validità della famosa frase del campione statunitense Yoghi Berra “La partita non è finita finché non è finita”.

Nell’Alghero, oltre ai due fratelli D’Amico – 12 punti incassati complessivamente in 36 inning, ai quali senza timori reverenziali il WiPlanet opporrà i fratelli Carletti, spiccano le prestazioni in battuta del terza base Cugia (MB 400) e di Zidda, Bonaiuto e Gomez, tutti sopra a 300 MB.

Non va trascurato anche il terzo lanciatore sardo: quel Langella che in 5 inning ha incassato solo una valida, pur concedendo 7 Basi su ball.

I giallo-verdi sperano nel rientro del lanciatore Fanali, ma sono comunque in un’ottima condizione di forma, come dimostrano le statistiche di squadra: fra le 32 squadre dei 4 gironi di serie B, il Montefiascone è primo in media difesa con 962, davanti a S. Lazzaro e Codogno, settimo nei lanciatori con una media punti guadagnati di 2,83 , con Matteo Carletti con uno strepitoso 0,53, secondo nella media battuta con 342 dietro ai Dragons di Castelfranco Veneto, con un ottimo Leonardo Ceppari - terzo dietro a due stranieri - con una media di 625.

Il resto della giornata contribuirà a chiarire i valori in campo: infatti i Lancers ricevono il Salerno, sempre più una sorpresa positiva, i Red Jack Grosseto fanno visita al CALI sperando in una conferma di quanto di buono hanno espresso domenica scorsa (28 valide nelle due partite), e il Latina ospita il Livorno, cercando di uscire dalle difficoltà che sembra avere sul monte di lancio.

Sabato la squadra U 12 farà visita all’Academy Nettuno, mentre l’U15 riposa.

Ancora una domenica in emergenza sul monte per il WiPlanet Montefiascone, che affronta il Latina con il pensiero allo sfortunato lanciatore Fanali, l’infortunio di domenica scorsa ad Alghero è risultato più grave del previsto: rottura del legamento crociato del ginocchio dx, intervento programmato a giugno e stagione probabilmente finita. Già il monte giallo-verde era ridotto all’osso, con questa defezione la società certamente dovrà, se possibile, cercare una soluzione nel mese di giugno, quando la federazione consente i trasferimenti tra diverse categorie. Ma i lanciatori sono merce preziosa e non sarà facile per il presidente Marianello risolvere il problema.

Situazione difficile, che però non deve abbattere la squadra. “Peccato per la sfortuna di domenica ad Alghero, campo sul quale sono certo che molte squadre lasceranno le penne, sia per la solidità della squadra, che per la caratteristiche del terreno e del clima, oltre che per il disagio della trasferta - ha dichiarato il coach Pietro Carletti  - Faremo di tutto per cercare di supplire all’assenza di Fanali, sia migliorando le nostre prestazioni in battuta e in difesa, sia con qualche aggiustamento della nostra strategia.”. Che potrebbe anche voler dire puntare maggiormente su una partita delle due in programma.

Il Latina precede in classifica il WiPlanet con 5 partite vinte e 3 perse, e certamente rappresenta un ostacolo abbordabile; nelle prime partite ha mostrato qualche debolezza sul monte di lancio, che però sembra risolta con il recupero dei lanciatori partenti Zanella e Messina. Gli interni, molto giovani, sono veloci, ma a volte fallosi, mentre il prima base De Baggis e gli esterni Neri (miglior della squadra con 450 di media battuta), Caradonna e Ludovisi sono i battitori più pericolosi. Da sottolineare la presenza del nettunese Mirko Caradonna, già nella nazionale maggiore, che per infortuni ha dovuto rinunciare ad una brillante carriera nella massima serie.

Il resto della giornata vede l’Alghero far visita al Salerno, mentre la capolista Lancers gioca a Grosseto per una verifica delle proprie ambizioni, e il Livorno ospita il CALI cercando di lasciare l’ultimo posto in classifica.

Sabato11 le squadre giovanili giocheranno in trasferta, l’U12 a Latina e l’U15 a Nettuno contro i Lions.

Sabato 27 sono iniziati i campionati regionali delle giovanili, e il Montefiascone ha ospitato i Dolphins Anzio, avversari della settimana sia per l’U12 che per l’U15.

Nella prima partita l’U12 ha tenuto in mano tutto l’incontro, dopo un primo inning finito in parità 2 a 2. Poi i ragazzi di Montefiascone prendevano il largo segnando 4 punti ogni inning, mentre i giovani di Anzio riuscivano a segnare soltanto due punti.

Ottima la prova dei due lanciatori messi sul monte, Giorgia Marianello e Giuseppe Tabarrini, che, sotto la guida attenta del pitching coach Massimo Fortunati, stanno migliorando di giorno in giorno (entrambi sono convocati nelle rispettive selezioni regionali).

In attacco da registrare l’ottima prova dei cosiddetti “vecchi” della squadra, al loro secondo campionato. Alessandro Fortunati, Dario Marianello e Giuseppe Tabarrini hanno concluso l’incontro con una valida ciascuno, mentre Giorgia Marianello ha battuto un doppio e un triplo.

“Sono molto soddisfatto della prestazione dei ragazzi – ha dichiarato il manager Roberto Fortunati – in particolare dell’approccio alla partita, anche se questa vittoria deve essere un punto di partenza. Nonostante la prova positiva, ci sono ancora molte cose da migliorare. Oltre ai ragazzi al secondo anno, che hanno dato un notevole contributo alla vittoria, bisogna rimarcare anche la prestazioni dei nuovi, che hanno giocato con impegno mostrando notevoli miglioramenti”.

L’U15 ha invece ceduto nettamente per 12 a 1 ai pari età anziati; in realtà, finché ha lanciato Gabriele Badea, il punteggio è rimasto per 4 inning in equilibrio sul 3 a 1. Poi, esauriti i lanci regolamentari del lanciatore partente, i giallo-verdi hanno mostrato carenze importanti sul monte e sulla tenuta della difesa, che non ha saputo reagire e sostenere il proprio lanciatore.

Anche in attacco la prestazione non è stata esaltante: sarà compito del manager Salgado e del coach Bellatreccia lavorare soprattutto sugli aspetti mentali, dato che i ragazzi in allenamento sono molto migliorati e battono con continuità, mentre sabato nel box hanno mostrato timore e insicurezza. I tecnici sono comunque certi che i ragazzi sapranno superare questa sconfitta puntando a riscattarsi nella prossima partita, approfittando anche della sosta nel campionato: infatti gli U15 torneranno sul campo l’11 maggio a Nettuno con i Lions, mentre l’U12 andrà a Nettuno contro l’Academy sabato prossimo 4 maggio.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk