Jordano Collado dopo il fuoricampo (Baseball Clipper)

Un cielo plumbeo ed una temperatura decisamente non adatta alla disciplina del batti e corri hanno accolto le Tigri di Cervignano la mattina del 7 aprile 2019, storica data d’esordio nel campionato cadetto del baseball italiano. Il grigiore profuso non ha decisamente intaccato l’animo degli atleti del Sultan Cervignano che, gonfi di un innato orgoglio, hanno messo a segno la prima vittoria in campionato proprio nell’incontro d’esordio. L’unica nota negativa di tutta la giornata è stato concedere gara 2 agli avversari, ma procediamo con ordine e scopriamo, in sintesi, come si sono svolti i due incontri programmati.

Nella gara del mattino le due squadre, vista anche la temperatura esterna, ci hanno messo un po’ ad ingranare la prima marcia. Dopo la fase iniziale di studio, durata due frazioni, ecco che le tigri escono dalla tana e danno la prima zampata agli Yankees di San Giovanni in Persiceto: Anthony Garcia batte un singolo fra l’esterno destro ed il centro, e grazie ad una disattenzione del difensore avversario, il leadoff dei Tigers si porta in posizione punto.

È servita tutta l’esperienza di Jordano Collado per sbloccare il punteggio e permettere al Cervignano di segnare il primo punto della stagione: un doppio sull’esterno centro ed i Tigers sono in vantaggio. L’inning non è però finito qui: il ricevitore Elia Marinig, autore peraltro di una gara 1 difensivamente eccellente, spinge a casa Collado con un singolo sull’esterno sinistro. In vantaggio di due punti, la frazione si conclude. La reazione degli Yankees non si fa attendere: con un punto nel quarto e nel quinto inning, gli emiliani si riportano sotto e riportano il punteggio in parità.  L’incisività dell’esperienza di Jordano Collado si fa sentire ancora una volta nella parte bassa della quinta frazione: “El Tigre” colpisce duro a destra, una mazzata allucinante che spedisce la pallina fuori dal campo, un homerun da un punto riporta in vantaggio i Tigers. Al settimo inning è Nardi a segnare il quarto ed ultimo punto del Cervignano, approfittando di qualche disattenzione difensiva degli Yankees, che stabilisce il punteggio finale di 4 a 2.

Non bastano però l’euforia e la felicità per vincere le partite. Soprattutto, non bastano se il tuo avversario si chiama Marino Salas, lanciatore decisamente conosciuto nell’ambiente per concedere poco agli avversari, una storia che oramai si ripete da anni sui campi da baseball italiani.
I neroarancio scendono in campo determinati a ripetere l’impresa di gara 1, ma il monte di lancio avversario concede poco o nulla: solamente 3 sono le valide concesse dagli emiliani in tutto il secondo incontro, mentre le mazze degli Yankees hanno picchiato duro in tutte le loro fasi di attacco. Il punteggio finale risulta essere 10 a 0 per la squadra in trasferta, che il Cervignano prenderà come insegnamento per il futuro del proprio campionato.

Tirando le somme, il risultato finale è da considerarsi sicuramente positivo: atleti, allenatori e dirigenza possono ora gioire per la loro prima vittoria, ma hanno anche la possibilità di lavorare sui propri errori per procedere con un costante miglioramento.

"Lo Sport può educare, formare, integrare, includere. Questo vale per tutti, ma per le persone con disabilità intellettiva è ancora più vero". Due anni fa fu così che venne introdotto il convegno "disabilità intellettiva ed inclusione possibile: lo sport può", organizzato da Special Olympics Italia. Seguendo l'onda di questa filosofia, anche sul campo di baseball di Cervignano del Friuli si è voluto dare una opportunità a dei ragazzi davvero speciali.

È per questo che il sodalizio fra la società Cervignano Tigers Baseball Club ed il Consorzio per l’Assistenza Medico PsicoPedagogica (C.A.M.P.P.) ha ripreso vita, permettendo a uomini e donne affetti da disabilità intellettiva di ritornare in palestra per ricominciare l'attività sportiva dedicata.

Come lo scorso anno (vedi articolo Cervignano Baseball, i progetti 2018 per il sociale), agli atleti del CAMPP verranno messi a disposizione dei tecnici, che guideranno in uno speciale allenamento i ragazzi che prenderanno parte al progetto. Gli allenamenti porteranno ad una speciale partita dimostrativa sul campo da softball di Cervignano del Friuli. Infine, proprio come lo scorso anno, la società ha messo a disposizione dell'organizzazione un soggiorno presso la propria casa vacanze, situata a Cave del Predil.

A dimostrazione dell'impegno ma soprattutto del divertimento che questa collaborazione ha regalato, riproponiamo la galleria fotografica dell'incontro dimostrativo giocato lo scorso anno durante il Torneo delle Regioni. 

LINK ALLA PHOTOGALLERY

Nella giornata di oggi, 27 marzo 2019, si è svolto a Casteldebole (BO) un tryout organizzato dalla Major League Baseball, al quale hanno partecipato due atleti del Sultan Tigers Cervignano Baseball: Lorenzo Dotti e Brian Abate. La selezione a livello nazionale sarà propedeutica ad una convocazione per un torneo europeo che si svolgerà questa estate a Londra, in occasione della London Series organizzata dalla MLB.

Conosciamo meglio i nostri due atleti: Lorenzo Dotti, nato il 29 maggio 2002, gioca a baseball da 7 anni e può ricoprire sia il ruolo di lanciatore che quello di terza base. Brian Abate invece è un interno puro: nato il 10 marzo 2002, può coprire i ruoli di seconda base ed interbase. Gioca a baseball da 10 anni, ed a differenza del suo “collega” segue più assiduamente il baseball d’oltre oceano: tifa San Francisco Giants ed il suo giocatore preferito è l’interbase Brandon Crawford. Entrambi sono battitori e lanciatori destrorsi.

Ricordiamo che la London Series è l’evento europeo baseballistico dell’anno: Boston Red Sox, laureatesi campioni della World Series MLB 2018, ed i New York Yankees, la squadra americana più titolata nella storia del baseball professionistico. La serie sarà suddivisa in due incontri che si svolgeranno i giorni 29 e 30 giugno all’Olympic Stadium di Londra.

Foto di squadra promozione in serie A2 Tigers Cervignano

La sconfitta in campo esterno contro il fanalino di coda Junior Alpina della scorsa settimana aveva impensierito non poco i sostenitori dei Tigers, ma per fortuna nella serata di domenica 16 settembre ogni sentimento negativo è stato sciolto dalla incontenibile gioia provata sul diamante di Cervignano del Friuli.

Due vittorie sul campo, contro la diretta concorrente per il secondo posto Dynos Verona, tirate, sudate, faticose. Le tigri della bassa non hanno però mai mollato, lottando valida su valida, punto su punto, un ultimo sforzo per arrivare al migliore dei premi: la promozione in serie A2.

LA CRONACA

Foto di squadra promozione in serie A2 Tigers CervignanoFin dalle prime frazioni dell’incontro mattutino si è capito che non sarebbe bastato avere il coltello fra i denti e che la lotta sarebbe stata serrata fino all’ultimo out. Le prime 5 riprese sono state appannaggio dei lanciatori e della difesa. Sul monte di lancio per i Tigers, Valentinuzzi è riuscito a tenere a freno le mazze veronesi fino alla parte alta del sesto inning, quando 4 singoli dei Dynos ed una base per ball concessa permettono agli ospiti di portarsi avanti sul punteggio di 2 a 0.
Il team di Cervignano, duramente colpito, ci mette una ripresa per riprendersi dalla botta subita, ma una volta affilati gli artigli i Tigers graffiano il box di battuta riportando il punteggio in parità: inizia Le Rose portandosi sul sacchetto di prima grazie ad una base per ball regalata dal lanciatore avversario. I corridori in base diventano 2 dopo il singolo di Franklin Garcia. Ci è voluta tutta l’esperienza del veterano Max Fabbro per battere un singolo sull’esterno e spingere a casa i 2 punti del pareggio.
La partita viene poi risolta proprio all’ultima opportunità: Silvestri inizia la ripresa con un doppio sull’esterno centro. Il ricevitore cervignanese viene spinto sul sacchetto di terza base da una volata di sacrificio di Fabbro, ed è stato un piacere per l’interbase Anthony Garcia battere un singolo sull’esterno centro e vincere l’incontro per walkoff.

Foto di squadra promozione in serie A2 Tigers CervignanoCon la tranquillità della prima partita in saccoccia sale sul monte in gara 2 Fabio Miceu che, coadiuvato da una difesa quasi perfetta (un solo errore commesso in tutto l’incontro), riesce controllare l’attacco avversario per 2 terzi dell’incontro. A sostituirlo sul monte, per gli ultimi 3 inning, è salito Alberto Tomasin, ma la musica non è cambiata sul campo di Piazzale Lancieri d’Aosta.
L’attacco dei neroarancio, dal canto suo, ha avuto solamente un guizzo al terzo inning, un lampo da due punti che è bastata a portare a casa la vittoria. Ad aprire le danze è stato il solito leadoff Anthony Garcia, che compie appieno il suo dovere di primo battitore del lineup portandosi in prima base con un singolo. Gianluca Santin, subito dopo, batte una seconda valida sull’esterno sinistro, spingendo Garcia sul sacchetto di terza base. Con corridori agli angoli, Santin non si fa pregare e scatta verso la seconda base, rubandola e portandosi in posizione punto. Nel baseball, normalmente, a chi occupa la terza posizione nel lineup viene richiesto di portare a casa i punti: questo Andrea Vidili lo sa bene, e con un solo giro di mazza riesce a spingere a casa entrambi i corridori in posizione punto. Una battuta che porta il punteggio sul 2 a 0, che rimarrà impresso sul tabellone fino alla fine dell’incontro.
Dopo 3 ore esatte di competizione, l’esplosione della incontenibile gioia dei friulani, per una festa che è durata tutta la notte. La serie A2, che ad inizio dell’anno sembrava così lontana, ora è un diritto inappellabile dei Tigers di Cervignano.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE

Dal 2001, anno della rifondazione dopo la scissione dalla società Panthers, la Sultan Cervignano Baseball ha puntato tutto sulla costruzione di un futuro per i giovani, e finalmente i risultati si sono potuti apprezzare anche in un ambito diverso da quello dei campionati giovanili. “Devo ancora riprendermi dalla notizia” ha dichiarato il presidente della Sultan Cervignano Baseball, Tito Ricciarelli. “In realtà, eravamo tutti molto preoccupati dal calo di concentrazione subito la scorsa settimana contro la Junior Alpina, ma fortunatamente questi ragazzi sono riusciti a stupirmi ancora una volta. È una formazione giovane, dobbiamo ancora maturare sul piano della maturità sportiva e la società ce la metterà tutta per affrontare la nuova avventura permettendo ai ragazzi di crescere ancora. Ora ci godiamo una giornata di gioia, ma già da domani inizieremo ad impegnarci per il prossimo anno”.

La stagione passata non è stata solamente un nuovo capitolo della storia dei Sultan Tigers, ma un anno ricco di soddisfazioni per tutti i settori della società sportiva Cervignanese. “La promozione in serie A2 ha avuto una risonanza mediatica importante” ha dichiarato con orgoglio il presidente Tito Ricciarelli, introducendo la presentazione sul campo “è stato messo in evidenza però unicamente il risultato sportivo. Io invece in questo storico risultato vedo il premio per il grande lavoro di dirigenti ed allenatori, che hanno creduto in un ambizioso obiettivo dove la serietà societaria, assieme ad una attenta programmazione, sono stati di certo gli elementi che hanno permesso a questo team di entrare nella storia del baseball cervignanese.”

“Oggi diamo inizio ad una nuova stagione sportiva e dobbiamo guardare avanti” ha continuato il presidente “l’entusiasmo e la determinazione non ci mancano, la strada da percorrere la conosciamo e gli obiettivi da raggiungere sono ancora molti”.

Ricciarelli non ha potuto poi esimersi dal citare il settore giovanile, vera punta di diamante della società friulana: “Rispetto allo scorso anno abbiamo avuto un importante incremento di atleti. La stagione in arrivo vedrà sul campo una formazione minibaseball, ben 3 squadre under 12, una formazione under 15 in collaborazione con la società Staranzano Ducks ed un team iscritto al campionato under 18. Non voglio dimenticare gli amatori” conclude il presidente “una compagine composta da genitori degli atleti ed ex giocatori in continua crescita”.

La parola è passata poi, come da rituale, al dirigente sportivo Giuseppe Vargiu, definito dal presidente Tito come “vero maestro dell’organizzazione sportiva”. A “Pino” è toccato l’arduo compito di presentare tutte le squadre, una per una, che si sono schierate a ventaglio sul campo, dai più piccoli ai più grandi di età.

Con tutti gli atleti in mostra, le autorità che hanno onorato i Tigers della propria presenza hanno preso la parola, attestando la stima per il lavoro svolto dalla società cervignanese. Presenti alla cerimonia il presidente del CONI regionale Giorgio Brandolin, il presidente delle delegazione regionale FIBS – Federazione Nazionale Baseball Softball Davide Maruccio, l’assessore allo Sport e Bilancio del comune di Cervignano del Friuli Andrea Zampar, il presidente dei Veterani dello Sport di Cervignano Roberto Tomat.

La cerimonia si è conclusa con una festa dentro e fuori dal campo: mentre il rinfresco accoglieva genitori e simpatizzanti, la formazione amatori si è impegnata sul campo in una amichevole contro i pari di Trieste.

Nel pomeriggio c’è stato il tempo di ammirare anche la prima uscita della formazione di serie A2 sul campo di Redipuglia, dove si è disputata una amichevole contro i Rangers Redipuglia, formazione neo promossa nella massima serie baseballistica italiana.

Ancora una volta il derby della bassa friulana ha visto la Sultan Allestimenti Navali Cervignano dividere il bottino con la Sager Europa di Castions delle Mura.

Franklin Garcia in difesa credit Baseball ClipperIl primo incontro ha visto i Tigers sconfitti per 8 punti a 7. Il Cervignano ha dovuto inseguire l’Europa sin dall’inizio, e la svolta dell’incontro si è vista al sesto inning: dopo 4 punti della formazione di Bagnaria Arsa, le tigri della bassa sono finalmente riusciti a reagire, segnando 5 punti in 3 frazioni di gioco, recuperando il gap degli avversari. Nell’inning finale, però, la Sager Europa è riuscita a mettere lo zampino sulla vittoria, segnando un unico punto che la Sultan non è riuscita a recuperare. Da segnalare in attacco le ottime prestazioni dei fratelli Garcia: a fine incontro saranno due le valide segnate dal leadoff Anthony, una in più per il fratello Franklin.

Pronto riscatto nella partita pomeridiana per la formazione cervignanese. Dopo aver subito un punto nella prima frazione di gioco, la Sultan Cervignano riesce a pareggiare e superare immediatamente gli avversari grazie ai 3 punti segnati nella parte bassa del primo inning. Dopo un ulteriore segmento di studio, al quarto inning ancora il duo Garcia si rende protagonista: grazie ad un doppio di Anthony, che ha permesso ad Andrea Le Rose ed al fratello Franklin di segnare altri due punti, le tigri riescono così prendere il largo. L’ultima segnatura per la Sultan Cervignano arriva alla penultima frazione di gioco, quando Marco Mari, grazie ad una volata di sacrificio, permette ancora una volta a Le Rose di segnare il punto del definitivo 6 a 1.

Quando mancano solamente due giornate alla conclusione del girone di ritorno, la formazione della Sultan Allestimenti Navali Cervignano si trova ancora al secondo posto della classifica della serie B federale girone B. La diretta inseguitrice Verona rimane al terzo posto, con una partita in più da disputare, vista la sospensione per maltempo della scorsa settimana. La prossima settimana si giocherà sul campo neutro di San Lorenzo Isontino (GO), dove i Tigers di Cervignano affronteranno il fanalino di coda Junior Alpina.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk