La favola sportiva del baseball ferrarese continua con l’ennesima prova di cuore e carattere dell’Under 12 targata Studapp; ad una settimana dalla sorprendente vittoria nel girone Veneto della Winter League, i biancorossi sono scesi in campo a Bologna nelle finali nazionali della competizione indoor.

La manifestazione è terminata con la meritata vittoria dello Junior S. Martino Buonalbergo: i veronesi, ripescati in settimana per rinuncia di altra squadra, si sono aggiudicati il trofeo mettendo in fila Junior Rimini, Sesto Fiorentino e Rangers Redipuglia, e quindi piegando i Campioni d’Italia di Staranzano in una finale sul filo del rasoio (1-0). In mezzo a tante prime ballerine Ferrara, Cenerentola inattesa e magari inizialmente vista con qualche ironia, si batte e raccoglie applausi in un girone di ferro contro Athletics Bologna, San Bonifacio e la stessa Staranzano. Il duca apre la giornata cedendo il passo ai padroni di casa: gli Athletics si impongono non senza fatica in una gara comunque contratta, trovando la spallata solo nel terzo inning con una bella valida da tre punti. Nell’incontro successivo, contro i più ostici avversari di San Bonifacio, i biancorossi arrivano di nuovo al terzo inning in svantaggio di due, e segnano il primo run con Sanna; l’attacco successivo regala agli avversari l’homerun che spezza l’equilibrio, fissando poi il punteggio su un 9-1 perfino troppo largo. Ferrara il suo gioco lo fa, e sforna giocate come l’out in tuffo dell’interbase Canola, la prova concreta di Balletti in prima, l’esordio senza macchia del ricevitore Govoni e il generoso passaggio tra le basi di Villani, beffata a pochi metri dal punto. Il capolavoro i ragazzi del castello lo fanno nel terzo incontro, nonostante i giochi ormai fatti. Staranzano è una corazzata, ma Ferrara veleggia senza timore di affondare: anzi, sul rotondo 8-0 al penultimo inning, Govoni trova la valida e per una serie di errori arriva a punto. La difesa estense ne concede appena uno all’ultima frazione avversaria, e in attacco fa il pieno prima del gong: segnano Imparato, Ricci e Ferruzzi, per il finale 9-4.

“Due cose ci hanno riempito di gioia”, commenta il manager Marzaduri: “La conferma della grinta dei nostri ragazzi, e le sincere parole di stima che ricevute dagli allenatori delle altre squadre. Abbiamo grandi speranze per questo gruppo, perché al lavoro stanno seguendo tangibili progressi. Merito anche delle famiglie, che ci stanno ripagando con grande calore e senso di appartenenza”. La differenza punti e la formula del torneo regalano alla fine la Studapp a un inaspettato settimo posto, ex-aequo col Padule. Fino a tre settimane fa pareva un risultato impensabile, ora tutto sembra possibile: miracoli dello Sport.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk