Mentre a Marrara proseguono i lavori del nuovo diamante, ricco calendario di appuntamenti per le giovanili StudApp. A marzo si replica “Hit the target”, poi tutti allo Spring Training Day.

Entra nel vivo la preparazione al campionato del Ferrara Baseball: in attesa del primo lancio della stagione, le giovanili biancorosse si cimenteranno in un nutrito ciclo di amichevoli. “I bambini più giocano più imparano” spiega il tecnico Fabio Abetini, “E anche per chi li allena è importante avere riscontri sui contenuti appresi in palestra.” Romperà il ghiaccio la squadra Under 12, impegnata a febbraio nella Winter League di Rovigo: alla quinta partecipazione al torneo indoor, i ragazzi del castello cercheranno di migliorare l’onorevole terzo posto dello scorso anno, incrociando le mazze coi padroni di casa e col Padova. Domenica 10 marzo, doppio confronto a Imola coi pari età dei Redskins. In via di definizione un paio di test anche per la categoria Under 14; gli Esordienti, molti dei quali alla primissima uscita ufficiale, debutteranno il 17 marzo al Torneo dell’Amicizia (Modena). Per la stessa data è prevista – dopo il successo dell’edizione di gennaio - la replica di “Hit the target”, clinic sui fondamentali di tiro coi maestri della Parma Pitching School. Appuntamento per tutti il 31 marzo: a Marrara si terrà la quarta edizione dello Spring Training Day, grande festa precampionato con partite di tutte le categorie, ospiti d’onore i ragazzi del Ravenna Baseball. “Sarà un evento davvero speciale”, assicura il Presidente ducale Squarzanti, “Perché presenteremo le nuove divise e soprattutto taglieremo il nastro al diamante”. Proseguono infatti i lavori di riconversione del nuovo impianto sportivo: sul terreno saranno ricavati due campi omologabili per le categorie giovanili, e spazi tecnici per l’allenamento di lanciatori e battitori.

La rappresentativa del Ferrara Baseball alla "Bafana dello Sport"

Il Ferrara Baseball comincia il 2019 col piede giusto. Per l’Associazione biancorossa consueta apparizione alla Befana dello Sport: passerella e giochi per i giovani atleti, a molti dei quali è stato concesso anche l’onore di una foto con la fiaccola olimpica esposta dal Coni.

Sabato 12 gennaio si è tenuto il clinic “Hit the target”, evento formativo rivolto a tecnici ed atleti sulle tecniche per raggiungere abilità di tiro efficace. Lo stage, organizzato grazie al supporto del main sponsor ducale StudApp, ha visto in cattedra Claudio Reverberi e Yurji Montanini, istruttori federali e membri del Parma Pitching School. Problemi di salute hanno tenuto fuori campo Stefano Bolzoni, cui comunque si deve la curatissima organizzazione tecnica dell’evento: il pitching coach Parmaclima e lo staff ferrarese promettono comunque repliche in futuro. “Il corso è stato un successo”, assicura il Presidente Edmondo Squarzanti; “Oltre ai nostri iscritti abbiamo avuto adesioni da Fortitudo, Imola, Castenaso, Ravenna. A tutti i partecipanti saranno riconosciuti crediti formativi. I nostri progetti vanno in questa direzione: gettare ponti, condividere occasioni e mettere in comune esperienze e talenti”.

I ragazzi del castello avranno modo di misurare gli insegnamenti ricevuti molto presto: al Centro Sportivo di Marrara sono infatti in corso i lavori di ristrutturazione, che oltre al nuovo diamante prevedono l’allestimento di spazi ad hoc per l’allenamento dei lanciatori. Un recinto esterno per il riscaldamento, e una piccola palestra coperta ricavata dagli spazi preesistenti senza alcun intervento demolitivo. "E' un progetto su cui puntiamo molto”, spiega il tecnico Fabio Abetini, “E che pensiamo rappresenti un importante salto di qualità. Spazi e attrezzature sono state progettate per inserire nella pratica continua metodo e insegnamenti proposti dal Texas Baseball Ranch di Ron Wolforth. Quando tutto sarà pronto saremo all’avanguardia, coltivando atleti che lavorano meglio, si divertono di più e rischiano meno infortuni”.

Le giovanili del Ferrara Baseball sono pronte ad inaugurare un nuovo percorso. Il vivaio risulta estremamente rinnovato, tra passaggi di categorie e numerosi debuttanti: secondo Alessio Marzaduri, referente per l’area tecnica dell’Associazione e nuovo capo allenatore della categoria Under 12, la prossima sarà una stagione di sperimentazioni propedeutiche a una fase di progresso.

“Ci aspetta molto lavoro, ma riteniamo che il potenziale sia notevole. Il livello tecnico dei bambini che giocano da più tempo si è decisamente alzato, e anche fisicamente i ragazzi sono più maturi; i più piccoli hanno riferimenti più autorevoli, e traggono stimolo dal confronto. Aspetti che ci hanno consentito di aumentare ritmi, carichi e stimoli durante gli allenamenti. In palestra stanno emergendo sia il talento dei singoli che positivi segnali collettivi.”

Dallo scorso anno ci sono stati rinnovamenti importanti.

“Lo stimolo più forte è stato l’inaugurazione del nuovo centro Sportivo a Marrara: uno spazio bellissimo e completo nei servizi, che entro primavera sarà ulteriormente risistemato creando due diamanti, panchine, tribuna, palestra, recinto per l’allenamento dei battitori e dei lanciatori. Inoltre abbiamo assistito a un intenso turnover di atleti, sia in termini di numeri che di età; questo ha imposto la ridefinizione di un’identità comune, di ideali e di obiettivi condivisi.

Come si riassume il vostro progetto?

“Il Consiglio Direttivo e lo staff tecnico hanno aderito ad una linea programmatica basata su divertimento, sicurezza, ricerca e innovazione. Puntiamo alla crescita individuale dei nostri ragazzi come giocatori e come persone, attraverso l’offerta di una proposta scientificamente validata che non trascuri l’importanza della componente ludica. I contenuti specifici sono stabiliti in linea con sistemi di insegnamento validati a livello nazionale. Un esempio: da anni ci interrogavamo sull’opportunità di sviluppare competenze adeguate e condivise nell’insegnamento dei fondamentali di lancio. Abbiamo stabilito di adottare il metodo della scuola americana di Ron Wolforth, sponsorizzato anche dalla Federazione Italiana Baseball Softball; gli investimenti sono stati fatti di conseguenza: formazione dei tecnici, rivoluzione dei programmi di allenamento, creazione di spazi adeguatamente attrezzati nel centro sportivo”.

Quali squadre scenderanno in campo?

“Iscriveremo ai prossimi campionati tre rappresentative. Gli Esordienti sono in gran parte bambini molto piccoli, avendo la Società raccolto la sfida di abbassare l’età di reclutamento alle scuole dell’infanzia; anche i Ragazzi sono quasi tutti al debutto, e poi ci sono bambini che per età ed attitudine dimostrata potranno giocare in entrambi i campionati e quindi imparare di più. Ci aspettiamo che questa stagione rappresenti l’inizio di un nuovo ciclo; un sereno progetto di crescita a lungo termine, il cui indicatore più importante sarà la soddisfazione e fidelizzazione dei nostri tesserati e delle loro famiglie”.

In termini di risultati, quali sono le aspettative?

“Sono particolarmente forti per l’under 14, trattandosi del gruppo con maggiore esperienza; non è casuale la scelta di affidarne la conduzione a Fabio Abetini ed Henmanuel Herrera, che del talento di tanti di questi ragazzi sono stati scopritori. Più in generale, occorrerà pazienza: impegno e costanza pagano a lungo termine, per chi ha appena iniziato imparare a giocare sarà più importante che vincere. I successi arriveranno”

Quindi vincere o perdere fa lo stesso?

“Assolutamente no: vittoria e sconfitta sono due condizioni, ed entrambe aiutano a crescere, ma bisogna educare i ragazzi a gestirle e a comprenderne le differenze. La vittoria non è tutto, però resta un traguardo a cui è sano aspirare e che è giusto godersi. Allo stesso modo, la sconfitta non deve scoraggiare, ma provare a insegnare cosa o come cambiare per migliorarsi. Il punto non è che i giovani aspirino al successo come status, né che lo sport diventi strumento di una simile impostazione. Ogni gioco è soprattutto un mezzo per misurarsi con sé stessi, con gli altri e con le

situazioni, esattamente come accade nella vita.”

I dirigenti del Ferrara Baseball faranno parte della squadra formata dal nuovo Presidente Barbara Zuelli.
Mandato di due anni con un impegno preciso: continuare a investire sui giovani.

ER elezioni FIBSSabato 1 dicembre si sono tenute le elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale FIBS, resesi necessarie dopo le dimissioni della giunta guidata da Francesco Zucconi. Alla presenza del Presidente Nazionale Marcon, le società emiliano-romagnole hanno indicato a maggioranza la nuova guida: sarà la parmense Barbara Zuelli, che ha avuto la meglio sulla reggiana Graziella Casali al primo scrutinio. Zuelli, dopo aver ringraziato la giunta uscente per il lavoro svolto, ha elogiato i risultati degli staff tecnici nazionali, e assicurato il proprio impegno per una crescita continua e costante del movimento a livello giovanile: “Dobbiamo resistere ed insistere: rafforzare il dialogo con le istituzioni centrali e locali, puntare sui vivai, portare il baseball nelle scuole. Concentreremo i nostri sforzi su come consolidare il movimento dalla base.”

Eletti anche i nuovi Consiglieri: assieme a Jacopo Zinelli (Parma) e Alessandra Soprani (Godo), faranno parte della giunta anche Fabio Abetini ed Edmondo Squarzanti, dirigenti del Ferrara Baseball Softball Club. Un’investitura in linea con i programmi illustrati da Zuelli, dal momento che quello di puntare sui giovanissimi è da anni il credo dell’associazione biancorossa.

Si avvicina il termine ultimo per l’iscrizione ai campionati 2018-19 della Federazione Italiana Baseball Softball, e il Ferrara Baseball è pronto a ripartire. Confermando il proprio progetto anche nell’anno del trasferimento nel nuovo impianto sportivo di Marrara, l’Associazione sponsorizzata StudApp manderà in campo tre distinte rappresentative: Esordienti (categoria riservata ad atleti al primo tesseramento assoluto, o di età inferiore a dieci anni), Ragazzi (under 12) ed Allievi (under 14). Numeri più che positivi per uno sport ancora in crescita di consensi, dopo il boom di tesseramenti nella stagione estiva con sedici nuovi atleti arrivati alla corte del Duca.

Già definiti anche gli staff tecnici. Alla guida dei pulcini saranno confermati Bibi Squarzanti e il cubano Stalyn Bell Mulen; i ragazzi saranno affidati alle cure di Michele Benetti e di Alessio “Batman” Marzaduri; il pitching coach Fabio Abetini continuerà a seguire i più grandi, affiancato nel compito dall’ex professionista dominicano Henmanuel Herrera.

I biancorossi proseguono intanto le attività didattiche nelle scuole della Provincia: in queste settimane il baseball è di scena alle scuole elementari Villaggio INA (Barco), alla Casa del Bambino e alla scuola internazionale Smiling. Il Presidente ricorda a ragazzi e ragazze che non c’è limite alle iscrizioni: “Siamo aperti tutto l’anno, e possono giocare con noi bambini e bambine di tutte le età. Offriamo un periodo di prova gratuito e senza impegno. Il nostro consiglio alle famiglie di far provare ai loro figli il nostro sport. E’ bello, salutare e intelligente, e sviluppa il fisico quanto la testa; un gioco di squadra, in cui tutti possono fare la differenza, che mette alla prova le capacità dei singoli in un sano contesto di gruppo.”

Pink Pandas, Torneo Città di Bologna day 2

Domenica 2 dicembre secondo atto per le due squadre del New Bologna Softball. Nell’impianto del Liceo “Copernico” che ci ha visti, per una volta società organizzatrice, si sono esibite entrambe le formazioni della società bianco rosa.

Pink Pandas, Torneo Città di Bologna day 2Hanno aperto la giornata le Pink Pandas, opposte ai ragazzi del Minerbio. Molto difficile, per i nostri colori, arginare il box di battuta degli ospiti, ma non si è trattato di una resa senza combattere. Quello che la nostra difesa ha potuto fare (anche grazie ai due rinforzi forlivesi: Vittoria “Vicky” e Syria) lo ha fatto, consegnando al pubblico amico belle giocate e precise eliminazioni. Ma la nostra leggerezza nella fase di attacco e la puntuale difesa dei ragazzi in viaggio, non ci ha permesso di essere competitivi in modo tale da mantenere la gara su un piano equilibrato. Naturalmente non mancano i complimenti ai nostri componenti il team bianco rosa, dove non è difficile scorgere i continui progressi dei singoli. Un “molto bene” che deve accomunare tutti e 12 gli attori della gara, senza estrarre fior da fiore.

Ed eccoci a gara due, e sul palco ideale si sono presentati i giovanissimi dello Squirrels Team. Di fronte la formazione degli Athletics ed anche in questo caso si è trattato di una partita che ha strappato più di un applauso. Vero è che il punteggio finale premia gli ospiti, ma noi siamo più che felici di accontentarci delle brillanti giocate di Noemi, Bassmala, Irene, Marisol, della profondità delle valide di Beatrice, della pulizia tecnica di Sofia “Modellina” e dell’out al volo di Sofia. Mentre continua a brillare la velocità e l’esattezza delle giocate di Pietro e Jack, si rimane confortati anche dai miglioramenti di Virginia. Il risultato dice 11 a 4 per i ragazzi in verde, ma rimane un buon merito riuscire a segnare punti oltre il prevedibile. Per quanto riguarda la vittoria, lasciamo serenamente ad altri la frenesia della vincita e godiamoci l’entusiasmo dei nostri atleti ed atlete, ed attribuiamo il reale valore ai piccoli traguardi che gara dopo gara i nostri esordienti stanno raggiungendo.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk