Mentre la squadra sta lavorando in palestra, la società comunica la lista completa degli appuntamenti amichevoli in vista dell'inizio della nuova stagione. 

- Sabato 6 aprile, a San Marino, dalle ore 13, doppio incontro contro la T&A sulla distanza delle 7 riprese; 

- Sabato 13 e domenica 14 aprile, stadio Gianni Falchi di Bologna, Torneo del ''Blue F Ball'' con T&A San Marino, Godo e Redipuglia. 

Nei particolari, ecco il programma della manifestazione del Blue F Ball: 

Semifinali sabato 13 aprile 
Ore 11: Godo – San Marino 
Ore 14.30: Fortitudo – Redipuglia 

Domenica 14 aprile 
Ore 11: Finale per il terzo posto 
Ore 14.30: Finale per il primo posto 

La UnipolSai Fortitudo si è assicurata le prestazioni del giocatore olandese Jarreau Martina, un ricevitore che può ricoprire anche il ruolo di esterno, con la caratteristica insolita per un catcher di essere molto veloce, come dimostrano le 20 basi rubate nell'ultima stagione, secondo assoluto della lega. Classe '90, nato a Tilburg (Paesi Bassi), ottimo anche con il bastone, le sue medie battuta nella massima serie olandese sono di tutto rispetto, unite anche a una apprezzabile disciplina al piatto, per garantire medie arrivi in base molto interessanti. Nel pieno della maturità tecnica e atletica, rappresenta un forte rinforzo sia per il lineup che per la difesa biancoblu.

Figlio di una giocatrice di softball, ha iniziato prestissimo con la mazza e il guantone, anche se inizialmente il suo obiettivo era diventare un lanciatore. Numerosissime le esperienze giovanili, tra le quali la partecipazione alle Cal Ripken World Series, la militanza negli Unicorns(l'accademia del baseball di Rotterdam), il trasferimento al seguito della madre a Curaçao  e l'occasione per cimentarsi anche con il baseball isolano. All'inizio del decennio ha fatto ritorno in Olanda, accumulando varie esperienze nella massima serie, la Dutch Major League, un campionato altamente competitivo, almeno al pari di quello italiano.

Nel 2010 ha un paio di presenze con lo Sparta Feyenoord, chiudendo con un ben augurante 2 su 3 la stagione di esordio in Dutch Major League. Nel 2011 con ADO Den Haag gioca 33 gare di regular season, molte delle quali nel ruolo di ricevitore, dimostrandosi il terzo battitore della squadra con media .273. Nel 2015 Jarreau Martina, dopo qualche stagione in seconda serie con i Twins, con i quali tornerà successivamente, è il miglior battitore per media (.266) dei Mr. Cocker HCAW di Bussum, con 5 doppi e 2 tripli in 33 gare di regular season. E' uno dei due ricevitori della squadra, che termina penultima e viene trascinata proprio dal neo biancoblu (media .474 con un triplo e un fuoricampo) nella fase successiva per evitare la retrocessione.

Nella stagione 2016, promossi nella Dutch Major League, i De Glaskoning Twins (squadra di Oosterhout, città di 50.000 abitanti nel sud dei Paesi Bassi) hanno un ottimo contributo offensivo dal rientrante Martina, che chiude la stagione regolare battendo .299, seconda mazza del team, ottenendo anche una eccellente media arrivi in base vicina a .400. Per lui 34 partite, un po' meno della metà nel ruolo di ricevitore. Nell'anno successivo medita il trasferimento ai fortissimi Doors, poi rinuncia per motivi di lavoro e rimane inattivo. Nella stagione 2018 – ancora con i Twins – si divide il piatto di casa base con il compagno Janssen, disputando in regular season 38 incontri, dimostrandosi il quinto battitore del team come media (.272), cifre offensive impreziosite da 5 doppi e 2 tripli, con 13 basi ball e 7 colpiti (a fronte di 20 strikeout) che portano la sua media arrivi in base a un ottimo .356. I Twins concludono al quarto posto, conquistando il girone di semifinale.

La UnipolSai Fortitudo si è assicurata le prestazioni di Alex Rodriguez, venticinquenne, prima base mancino di Curaçao, dunque comunitario, possedendo la nazionalità olandese. L'atleta, fisicamente prestante (circa 193 cm per 95 kg), è nato a Willemstad il 14 settembre 1993 e ha disputato due stagioni nella franchigia dei Colorado Rockies come lanciatore nel ruolo di rilievo e altrettante stagioni con i Tampa Bay Rays come battitore, nel ruolo di prima base.

Alexander Adriano Rodriguez inizia a giocare a baseball alla “tenera età” di 4 anni, per approdare a 10 anni nella prima squadra nazionale di Curaçao, dove vince il premio di miglior battitore, mentre l’anno successivo va alle Little League World Series di Williamsport, contribuendo al secondo posto della sua squadra nel torneo. A 14 anni è infine campione mondiale alle Junior League World Series.

A 16 anni si trasferisce negli Stati Uniti e frequenta la Trinity Christian Academy in Florida. Una volta diplomato, nel 2013 va al Indian River State College con cui disputa due partite sul mound, vincendone una, oltre a 47 apparizioni “at box” in 33 gare, chiudendo con un lusinghiero .277 di media battuta. Viene scelto dai Rockies come lanciatore al sedicesimo giro e conclude la stagione al livello A short season con Tri-City Dust Devils, dove compare a referto in sei occasioni da rilievo. Nel 2014 i Rockies lo assegnano in rookie league ai Grand Junction Rockies (Pioneer League), chiudendo con una sconfitta una stagione con sole 10 apparizioni sul monte di lancio, prima di essere rilasciato.

Nel 2015, Alex firma con i Rays e passa al ruolo di prima base, disputando da rookie la Summer League Dominicana battendo ancora .277 in 63 gare, con interessanti medie “on base” (.357) e “slugging” (.373, frutto di 13 doppi, un triplo e 2 fuoricampo, per 33 RBI). Nel 2016, sempre nella Summer League Dominicana, gioca 49 incontri abbassando le medie offensive (avg .249, obp .259, slg .308). Alla fine del contratto torna in patria.

Nella stagione 2018 gioca nel massimo campionato federale di Curaçao (Febeko) contribuendo al successo finale dei Sta Maria Pirates, disputando 31 incontri, con .406 di media battuta, terzo miglior battitore del campionato. Per lui 14 doppi e un fuoricampo, 29 RBI, 27 basi ball a fronte di 13 strikeout, con .534 di media “on base” e .574 di media “slugging”. 

Lo sport italiano saluta con orgoglio un altro, grande successo di credibilità e programmazione. Rivolgo i più sinceri complimenti alla Fortitudo Baseball e al Parma Baseball per il grande gioco di squadra che, esaltando un principio caro al nostro movimento, ha saputo regalare al Paese la possibilità di ospitare il torneo di qualificazione olimpica, per l’area Africa-Europa, in programma a settembre”.

Con queste parole il presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), Giovanni Malagò ha aperto il suo messaggio, dopo che il direttivo della World Baseball Softball Confederation (WBSC) ha dato il via libera alle candidature di Bologna e Parma per la disputa del girone di qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020, che vedranno lo storico ritorno del baseball fra le discipline olimpiche.

Il messaggio del Presidente prosegue, ravvisando la straordinaria opportunità “per schiudere una prospettiva a cinque cerchi ai sogni tricolori”, in attesa degli europei che si disputeranno a Bonn e Solingen, oltre che il riconoscimento allo spessore del movimento e alle due società, guidate dai Presidenti Michelini e Zbogar, da parte del Presidente WBSC, Riccardo Fraccari, attuale membro di Giunta del CONI. “L’importante traguardo è stato raggiunto grazie alle capacità, alla passione e alla lungimiranza messe in campo dai due club, che hanno saputo portare avanti questo progetto con determinazione, riuscendo a meritare la vetrina internazionale”.

“A nome personale – conclude Giovanni Malagò – e del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, rinnovo quindi il più sincero apprezzamento alle società, indirizzo un sentito ringraziamento alla World Baseball Softball Confederation per l’assegnazione del torneo e auguro al baseball azzurro e alla Federazione guidata da Andrea Marcon di poter usufruire di questa possibilità per centrare un risultato di assoluto rilievo nella storia del movimento”.

Lo swing di Nick Nosti (Lorenzo Bellocchio)

La stagione 2019 della Fortitudo Baseball è ufficialmente iniziata nella giornata di sabato 2 febbraio. A Casteldebole, I giocatori convocati si sono radunati agli ordini del manager Daniele Frignani intorno alle ore 11 e, dopo il discorso di inizio anno da parte della dirigenza, hanno iniziato il primo allenamento dell’anno.

La seduta è stata suddivisa in due parti: una atletica, guidata dal preparatore Vanni Pedrini, e l’altra invece più tecnica, nella quale Frignani e il suo staff si sono concentrati su alcuni aspetti del gioco insieme ai ragazzi.

“È stato un buon primo allenamento, non vedevamo l’ora di ritrovarci’’ ha commentato il manager Frignani. “Nonostante sia stata la prima seduta dell’anno, ho visto infatti grande entusiasmo e attitudine da parte dei ragazzi. Fino a febbraio ci alleneremo qui a Casteldebole e poi andremo al Falchi dove avremo modo di preparare l’inizio del campionato’’ ha concluso l’head coach felsineo.

Anche Alessandro Vaglio, capitano della Fortitudo, è stato dello stesso avviso: “È sempre un piacere tornare a riprendere le armi in mano e ritrovare tutti i compagni, compresi i nuovi acquisti come il lanciatore Claudio Scotti e l’utility player Riccardo Bertossi, con i quali molti di noi hanno già giocato in nazionale''.

Beau Maggi dopo un fuoricampo contro Parma nella Italian Baseball Series (PhotoBass)

L'annuncio tanto atteso è finalmente arrivato. Siamo onorati e grati alla WBSC e al suo presidente, Riccardo Fraccari, per averci affidato l'organizzazione, assieme al Parma Baseball, di un evento di tale spessore”. Queste le parole del presidente della Fortitudo Baseball, Stefano Michelini, dopo che il direttivo della World Baseball Softball Confederation ha dato il via libera alle candidature di Bologna e Parma per la disputa del girone di qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020, che vedranno lo storico ritorno del baseball fra le discipline olimpiche.

Ora tocca a noi – prosegue Michelini – lavorare forte per offrire al baseball e alla nostra città un evento di cui andare orgogliosi”. Il torneo, che si disputerà dal 18 al 22 settembre nei due impianti emiliani, lo stadio "Gianni Falchi" di Bologna e il "Nino Cavalli" della città ducale, sarà articolato in un girone all'italiana fra sei squadre nazionali, una proveniente dall'Africa e le altre cinque dall'Europa, selezionate in base all'ordine di classifica degli europei di baseball, che si disputano a inizio settembre in Germania. Solo la prima classificata del girone di qualificazione avrà la certezza di entrare nel gruppo delle sole sei squadre ammesse alle Olimpiadi, mentre un successivo raggruppamento mondiale darà un'ultima anche se remota chance alle altre squadre.

Sarà un'occasione storica anche per la città di Bologna per entrare in qualche modo a far parte del più grande evento dello sport mondiale, le Olimpiadi: “... ringrazio anche le Istituzioni, pubbliche e private – conclude il presidente Michelini – che si sono subito dichiarate disponibili ad affiancarci e a darci tutto il supporto necessario per farci trovare pronti all'appuntamento. E la Fortitudo Baseball lo sarà”.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk