Tie-break fatale per il Parma Clima, sconfitto 6 a 5 dal Padule e costretto a cercare la qualificazione ai playoff la prossima settimana sul campo del Nettuno City.

La squadra di Guido Poma è stata raggiunta al terzo posto dal Città di Nettuno (nei confronti del quale vanta un miglior Team Quality Balance negli scontri diretti) ed ha mantenuto due gare di vantaggio nei confronti del San Marino: per difendere il terzo posto al termine della regular season saranno necessari due successi nell'ultimo turno di campionato, per accedere alla postseason ne basterà uno.

La partita contro il Padule ha mostrato gli attuali limiti del Parma Clima, competitivo finché può contare su Casanova e Garcia sul monte di lancio ma fragile quando deve ricorrere ad un bullpen impoverito dalla partenza di Lugo e dall'esclusione per motivi disciplinari di Pirvu.

Quella di stasera contro il Padule è stata una partita a due facce, veloce e piacevole nella prima parte con i cubani Garcia e Banos a dominare dal monte di lancio, molto più lenta e imprevedibile quando le due panchine hanno deciso di ricorrere ai lanciatori di rilievo.

Il Padule si è portato in vantaggio nella prima parte della quarta ripresa sfruttando i singoli di Gozzini e Pinto ma dopo il cambio di campo ha dovuto accusare il sorpasso dei padroni casa che hanno colpito un singolo con Paolini e un triplo con Riccardo Flisi.

La sostituzione di Ulfrido Garcia (nove strikeout e tre valide in cinque riprese) con Pomponi non ha sortito l'effetto sperato: Scull ha accolto in partita il giovane pitcher parmigiano parcheggiando la palla ben oltre la recinzione di sinistra pareggiando la partita sul 2 a 2.

Raggiunti i 100 lanci anche Banos ha lasciato il proscenio a Perez. Il Parma Clima ne ha subito approfittato per mettere sul tabellone i due punti che sembravano aver chiuso la partita ma all'ottavo inning Alarcon ha realizzato contro Rivera il chilometrico fuoricampo che ha rinviato la decisione del match al tie-break.

Il Padule ha iniziato il proprio attacco con l'ingenua eliminazione di Scull in prima base ma poi ha preso due punti di vantaggio grazie al singolo di Origlia e al doppio di Valsecchi.

Il Parma Clima ha provato a rimettere la gara in parità ma, dopo una base per ball a Zileri e una volata di sacrificio di Scalera, sono arrivate le consecutive eliminazioni di Deotto (strikeout) e Flisi (al volo da Bosi) che hanno consegnato la vittoria agli ospiti.

Nella serata negativa del Parma Clima si è inserita anche la notizia di un nuovo infortunio alla spalla per Sebastiano Poma, vanamente lanciatosi in tuffo nel tentativo di neutralizzare al decimo inning la battuta di Valsecchi: nelle prossime ore sarà valutata l'entità dell'infortunio dell'esterno della nazionale.

Il baseball parmigiano festeggerà sabato i primi settant'anni di vita.

Lo farà ricordando gli amici che non ci sono più con la posa di una lapide commemorativa alle 10.30 presso il cimitero comunale della Villetta alla presenza del Vicesindaco Marco Bosi.

Lo farà in modo più festoso allo stadio Cavalli alle 20 in anteprima alla partita tra Parma e Godo con una cerimonia che vedrà protagonisti tecnici, dirigenti e giocatori che hanno vestito in questi 70 anni la divisa del Parma baseball.

I festeggiamenti non dovranno distrarre la squadra di Guido Poma dalla caccia ad un doppio successo contro l'arrembante Godo di mister Bortolotti. Domani sera i ducali giocheranno la prima partita alle 20.30 sul terreno dello stadio Casadio di Godo mentre la gara di sabato di disputerà alle 21 sul diamante del Nino Cavalli di Parma. Arbitri i signori Zannoni, Fiorini e De Notta.

La gara di venerdì sera vedrà protagonisti i lanciatori stranieri e comunitari. Il Godo darà la prima palla del match al cubano Jorge Hernandez, pitcher in evidente crescita di rendimento nelle ultime settimane: dall'altra parte lo staff tecnico parmigiano si affiderà alla coppia formata da Erly Casanova, all'inseguimento della seconda vittoria della stagione, e da Marc Andrè Habeck, reduce da un'eccellente European Champions Cup.

Il match di sabato sarà invece riservato ai lanciatori di formazione italiana. Il Godo sceglierà il nome dello “starting pitcher” tra Luca Di Raffaele e Matteo Galeotti mentre il Parma Clima potrebbe schierare inizialmente sul monte il ritrovato Yomel Rivera riservando a Mattia Aldegheri un posto nel bullpen.

La formazione parmigiana si presenta alle prime gare del girone di ritorno con alcune novità.

La nota maggiormente negativa è legata alla forzata assenza di Owen Ozanich, alle prese con un serio infortunio alla gamba sinistra. Domattina il forte lanciatore francese si sottoporrà ad un intervento chirurgico presso l'ospedale di Vaio per ridurre la frattura alla tibia ed accelerare così tempi di recupero che erano stati inizialmente previsti in almeno quattro mesi.

Per la sostituzione di Ozanich il “front office” ducale sta già valutando alcune soluzioni sul mercato dei lanciatori comunitari: il limite massimo per il tesseramento è fissato per il prossimo 30 giugno, entro quella data si conoscerà il nome del giocatore che andrà ad integrare il roster.

Da domani sera sarà comunque in gruppo anche Samuel Aldegheri. Il giovane pitcher veneto, fratello di Mattia, andrà a rinforzare lo staff dei lanciatori italiani e potrebbe esordire già nel corso del match di sabato sera.

Novità anche per quanto riguarda i ricevitori. Al termine dell'European Champions Cup Reangelo Beaumont ha comunicato ai tecnici del Parma Clima la propria volontà di fare ritorno in Olanda. La società ha soddisfatto la richiesta del giocatore di Curacao che mercoledì ha lasciato Parma. Per la sua sostituzione è pronto Victor Grasso, il giovane catcher italo-venezuelano che ha finalmente ricevuto il benestare della commissione medica per riprendere l'attività agonistica: se il tesseramento venisse completato in tempo utile Grasso potrebbe essere a disposizione della squadra già da domani sera.

Le ultime notizie arrivano da un'infermeria che continua ad essere piuttosto affollata. L'infortunio occorso a Mattia Mercuri durante la semifinale di venerdì scorso contro l'Amsterdam non sembra particolarmente grave: in settimana l'atleta si è regolarmente allenato con il resto della squadra e si è dichiarato a disposizione del proprio allenatore. Il suo eventuale utilizzo verrà deciso soltanto a ridosso della partita di venerdì sera.

Domani sera la nazionale italiana di baseball sosterrà una gara amichevole in preparazione ai campionati europei e al successivo torneo di qualificazione olimpica del prossimo mese di settembre.

La gara si giocherà alle 19 sul terreno dello stadio di Via Passo Buole di Torino e vedrà gli azzurri opposti alla locale formazione dei Grizzlies allenata da Pierpaolo Illuminati.

Per l'occasione l'allenatore Gerali, coadiuvato nello staff tecnico dal nostro Augusto Medina, ha convocato sette giocatori del Parma Clima. Si tratta di Mattia e Samuel Aldegheri, Yomel Rivera, Alex Sambucci, Ricardo Paolini, Aldo Koutsoyanopulos e Sebastiano Poma. I giocatori sosterranno un allenamento alle 15 e rientreranno a Parma al termine della gara amichevole per rimettersi a disposizione di Guido Poma in vista dell'impegnativo confronto con il San Marino del prossimo weekend.

In merito alle notizie e alle speculazioni apparse da ieri pomeriggio su siti internet e social media e per creare maggior chiarezza in merito a quanto accaduto ieri pomeriggio in occasione della gara tra Parma Clima e Neptunus Rotterdam, il 1949 Parma baseball Club A.S.D. Precisa quanto segue:

 

  • il suggerimento di interrompere la partita al momento del grave infortunio occorso al nostro tesserato Owen Ozanich è arrivato dal manager del Neptunus Rotterdam, signor Ronald Jaarsma, che ringraziamo per la sensibilità e la disponibilità dimostrate in un frangente così drammatico

  • il nostro allenatore, Guido Poma, ha immediatamente dato il proprio benestare alla conclusione anticipata dall'incontro interrompendo il riscaldamento dell'atleta Mattia Aldegheri che, in caso di prosecuzione, avrebbe sostituito Ozanich

  • di questa decisione sono stati avvisati gli arbitri della partita e il commissario di campo che ci ha avvisati di come, dal punto di vista regolamentare, la partita sarebbe stata ritenuta conclusa per il nostro forfait con conseguente vittoria del Neptunus con il risultato di 9 a 0

  • i dirigenti della nostra società presenti alla partita hanno immediatamente avvallato la decisione del nostro tecnico ritenendo che non ci fossero più i presupposti per continuare una partita di non elevata importanza in un clima quasi surreale e in una condizione emotivamente difficile per i nostri giocatori

Nella circostanza ci corre l'obbligo di ringraziare le Società Neptunus Rotterdam e Fortitudo Bologna per il fondamentale aiuto prestato dai loro tesserati al nostro staff sanitario nel fronteggiare la difficile situazione che si era creata dopo il grave infortunio del nostro atleta.

Owen Ozanich è tuttora ricoverato in osservazione presso l'Ospedale Rizzoli di Bologna dopo aver passato una notte tranquilla. Se non interverranno complicazioni sarà dimesso nella giornata di domani e martedì verrà visitato dal nostro staff medico per valutare l'iter necessario per il recupero dalla frattura alla tibia sinistra.

Interpretando il pensiero di Owen e dei suoi familiari, il 1949 Parma baseball desidera ringraziare tutti coloro che nelle scorse ore gli hanno fatto pervenire messaggi di stima e di incoraggiamento.

Pur non giocando una partita memorabile il Parma Clima supera il Godo al tie break sul diamante dello stadio Casadio con il risultato di 8 a 3 e aggancia il San Marino, sconfitto a Bologna, al secondo posto della classifica. Decisivi per la vittoria dei gialloblu un eccellente rilievo da cinque riprese di Marc Habeck, cinque errori difensivi dai padroni di casa e le valide di Scalera, Sebastiano Poma e Desimoni.

LA CRONACA

La sfida tra i cubani Hernandez e Casanova vede i due lanciatori iniziare la partita con qualche affanno. Hernandez viene tradito al primo inning da un errore difensivo dell'interbase Luca Servidei che concede un facile arrivo in prima a Desimoni: dopo una base per ball a Koutsoyanopulos arriva l'immancabile valida di Sebastiano Poma che regala al Parma Clima il primo vantaggio del match.

Immediata la reazione dei padroni di casa che pareggiano al secondo attacco grazie ad un fuoricampo a sinistra di Davide Meriggi, bravo a leggere un lancio centrale di Casanova.

Hernandez si riprende immediatamente: i differenti punti di rilascio della palla mettono in difficoltà i battitori ducali che incassano quattro strikeout consecutivi prima di trovare una valida interna con Scalera.

Lo stesso non si può dire per Casanova che al terzo concede ai Goti il punto del sorpasso lanciando quattro ball a Luca Servidei, colpendo per la seconda volta Reda e subendo un nitido singolo a sinistra da Mattia Bucchi. La partita del gigante cubano dura solo quattro riprese: a metà della quinto inning, in anticipo sui tempi previsti, lo rileva Marc Andrè Habeck.

La sofferenza dell'attacco parmigiano è evidente. Hernandez colleziona otto strikeout in sole cinque riprese ma paga un'altra disattenzione della difesa: al quinto Desimoni inventa un singolo interno tutto di gambe, vede spegnersi nel guanto dell'esterno centro a un passo dalla recinzione una violenta legnata di Koutsoyanopulos, ruba la seconda e, con due out, completa il giro delle basi sfruttando un errore di tiro del terza base. Il 2 a 2 non rende giustizia al lanciatore dei Goti che al sesto elimina consecutivamente Zileri, Sambucci e Vinales, giunto al terzo strikeout consecutivo della serata.

Sul mound del Parma Clima la musica è però cambiata. Habeck dimostra una velocità e una convinzione ben superiori rispetto a Casanova e inizia a collezionare eliminazioni in serie trasmettendo fiducia all'intera squadra che al settimo si riporta in vantaggio. Con un out Scalera indovina un doppio tra esterno centro ed esterno destro e mette fine, dopo 129 lanci, all'eccellente prova di Hernandez, rilevato da Luca Di Raffaele: il mancino subisce un singolo interno da Desimoni, concede quattro ball a Koutsoyanopulos e incassa da Mirabal la volata di sacrificio del 3 a 2 per il Parma Clima.

L'attacco parmigiano non riesce a sfruttare la serata di grazia di Luca Scalera (tre valide in quattro turni) per allungare ulteriormente e al nono si materializza il pareggio del Godo: Habeck mette a segno dieci strikeout in cinque riprese ma concede un doppio a sinistra a Giacomo Meriggi, favorito da un anomalo rimbalzo che sorprende Scalera, e un singolo a Lorenzo Di Raffaele.

La gara si decide al tie break. Parma inizia il decimo inning con Koutsoyanopulos e Mirabal in base e Poma in battuta. L'esterno centro ducale mette in campo un insidioso bunt mal difeso da Marco Servidei: con le basi piene Zileri e Sambucci alzano due volate consecutive a destra che Lorenzo Di Raffaele lascia colpevolmente cadere a terra. Il Parma Clima ringrazia e, grazie anche ad un lancio pazzo e ad altri due errori difensivi mette sul tabellone i cinque punti che decidono il confronto.

Per le ultime tre eliminazioni viene chiamato al lavoro anche Yomel Rivera.

La seconda gara si gioca sabato sera alle 21 al Nino Cavalli di Parma. Il match sarà preceduto dalla festa per il settantesimo compleanno del Parma baseball.

Il Parma Clima è in semifinale! La vittoria maturata questa mattina contro i Bonn Capitals ha messo nelle mani dei ragazzi di Guido Poma il biglietto per le gare decisive dell'European Champions Cup 2019. Il nome dell'avversaria e l'orario d'inizio della semifinale di domani dipenderanno dai risultati delle altre partite odierne.

Per superare i tedeschi è stato necessario un difficile recupero dopo l'avvio incerto di Mattia Aldegheri e i sette punti realizzati dagli avversari al secondo inning. I fuoricampo di Flisi, Zileri e Scalera e gli efficaci rilievi di Schiavoni e Rivera hanno consentito ai ducali di imporsi con il risultato di 17 a 8.

LA CRONACA

Le due formazioni scendono in campo con lo stesso obiettivo. Una vittoria consentirebbe al Parma Clima di festeggiare l'ingresso in semifinale senza preoccuparsi del risultato del successivo confronto tra Neptunus e Rouen (anche in caso di arrivo di arrivo a tre con due vittorie e una sconfitta i ducali sarebbero premiati dal Team Quality Balance negli scontri diretti) mentre per sperare nel passaggio di turno i tedeschi devono vincere con un punteggio largo e sperare poi in un successo del Neptunus sui francesi.

Guido Poma si affida ai lanci di Mattia Aldegheri, offre un turno di riposo a Desimoni e Scalera e schiera Riccardo Flisi all'esterno sinistro con Paolini avanzato al primo posto dell'ordine di battuta.

Dall'altra parte il Manager Derak decide di iniziare la partita con il destro Sasha Koch, ventunenne nazionale che vanta esperienze con l'Accademia europea e che nel 2017 ha preso parte alle qualificazioni al World Baseball Classic.

Koch mostra inizialmente tutto il suo talento. La concessione in apertura di una base per ball a Koutsoyanopulos viene cancellata dal “colto rubando” sull'asse Miceli-Stomme mentre Mirabal, Zileri e Sambucci incappano in eliminazioni al piatto.

Dall'altra parte Mattia Aldegheri fatica un po' di più a causa di un controllo non perfetto. Al primo inning lo starter ducale colpisce Goebel e concede quattro ball all'australiano Lee e al designato Wilhelm: l'eliminazione al volo di Weller in campo destro consente al Parma Clima di uscire indenne dalla situazione.

I campioni di Germania confermano la buona vena offensiva già dimostrata contro Rouen e Rotterdam e passano in vantaggio al secondo inning. Miceli riceve quattro ball, poi Lankorst e Migliore mettono a segno due singoli consecutivi che permettono a Miceli di completare il giro delle basi. A rendere le cose ancora più complicate provvede subito dopo l'esterno Van Mensel che colpisce un fuoricampo a sinistra. 4 a 0, e non è finita. Il singolo di Stomme e la base par ball concessa a Lee inducono Guido Poma a salire sul monte di lancio e a riprendersi Aldegheri: l'azione dei Capitals non si interrompe neppure contro il rilievo Schiavoni e così entrano altri tre punti grazie alle valide di Wilhelm, Weller (doppio) e Lankorst. Dopo due riprese il Parma Clima si ritrova in ritardo di sette punti e deve iniziare un'impervia scalata di sesto grado superiore.

A indicare la strada ci pensa Riccardo Flisi. A inizio terzo inning Vinales beneficia di un errore, Mercuri strappa quattro ball e il giovane esterno sinistro spara una fucilata sopra la testa dell'esterno sinistro: la prima valida del Parma Clima è un fuoricampo da tre punti che fiacca la resistenza di Koch. Il pitcher tedesco viene rilevato dal “millennial” Racek dopo un singolo e una base per ball: l'attacco ducale continua il proprio martellamento, la difesa del Bonn si sgretola e, grazie soprattutto ai singoli di Sebastiano Poma e Flisi, i ducali mettono sul tabellone gli otto punti di un immediato sorpasso.

L'inerzia del match passa nelle mani del Parma Clima che può contare su uno Schiavoni in grande spolvero. L'italo-argentino si mette alle spalle le difficoltà della seconda ripresa e inizia a macinare eliminazioni in serie: le rare basi per ball che concede vengono annullate da un'eccellente serie di strikeout, quattro tra terza e quinta ripresa.

Dall'altra pare anche Racek non si comporta male. Il giovanissimo rilievo tedesco concede qualche base per ball di troppo ma viene colpito soltanto dal “solo homer” al quinto inning di Zileri e dai singoli di Paolini e Mirabal che fissano il parziale sul 10 a 7 a metà della settima ripresa.

La partita del generosissimo Schiavoni si conclude a metà settimo dopo le fondamentali eliminazioni al piatto di Lee e Wilhelm: per mantenere il vantaggio il Parma Clima si affida al mancino Yomel Rivera, già utilizzato nella sfortunata prova contro il Neptunus Rotterdam.

Rivera può lavorare con tranquillità, aiutato dai fuoricampo con i quali Scalera e Sambucci mettono il definitivo sigillo parmigiano sul match.

Ora il Parma Clima attende il nome dell'avversario per la semifinale di domani. Calendario, logica e calcolo delle probabilità fanno pensare che i ducali giocheranno a Bologna alle 14.30 contro l'Amsterdam di Rob Cordemans ma per la conferma sarà necessario attendere l'esito degli altri incontri odierni.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk