Tie-break fatale per il Parma Clima, sconfitto 6 a 5 dal Padule e costretto a cercare la qualificazione ai playoff la prossima settimana sul campo del Nettuno City.

La squadra di Guido Poma è stata raggiunta al terzo posto dal Città di Nettuno (nei confronti del quale vanta un miglior Team Quality Balance negli scontri diretti) ed ha mantenuto due gare di vantaggio nei confronti del San Marino: per difendere il terzo posto al termine della regular season saranno necessari due successi nell'ultimo turno di campionato, per accedere alla postseason ne basterà uno.

La partita contro il Padule ha mostrato gli attuali limiti del Parma Clima, competitivo finché può contare su Casanova e Garcia sul monte di lancio ma fragile quando deve ricorrere ad un bullpen impoverito dalla partenza di Lugo e dall'esclusione per motivi disciplinari di Pirvu.

Quella di stasera contro il Padule è stata una partita a due facce, veloce e piacevole nella prima parte con i cubani Garcia e Banos a dominare dal monte di lancio, molto più lenta e imprevedibile quando le due panchine hanno deciso di ricorrere ai lanciatori di rilievo.

Il Padule si è portato in vantaggio nella prima parte della quarta ripresa sfruttando i singoli di Gozzini e Pinto ma dopo il cambio di campo ha dovuto accusare il sorpasso dei padroni casa che hanno colpito un singolo con Paolini e un triplo con Riccardo Flisi.

La sostituzione di Ulfrido Garcia (nove strikeout e tre valide in cinque riprese) con Pomponi non ha sortito l'effetto sperato: Scull ha accolto in partita il giovane pitcher parmigiano parcheggiando la palla ben oltre la recinzione di sinistra pareggiando la partita sul 2 a 2.

Raggiunti i 100 lanci anche Banos ha lasciato il proscenio a Perez. Il Parma Clima ne ha subito approfittato per mettere sul tabellone i due punti che sembravano aver chiuso la partita ma all'ottavo inning Alarcon ha realizzato contro Rivera il chilometrico fuoricampo che ha rinviato la decisione del match al tie-break.

Il Padule ha iniziato il proprio attacco con l'ingenua eliminazione di Scull in prima base ma poi ha preso due punti di vantaggio grazie al singolo di Origlia e al doppio di Valsecchi.

Il Parma Clima ha provato a rimettere la gara in parità ma, dopo una base per ball a Zileri e una volata di sacrificio di Scalera, sono arrivate le consecutive eliminazioni di Deotto (strikeout) e Flisi (al volo da Bosi) che hanno consegnato la vittoria agli ospiti.

Nella serata negativa del Parma Clima si è inserita anche la notizia di un nuovo infortunio alla spalla per Sebastiano Poma, vanamente lanciatosi in tuffo nel tentativo di neutralizzare al decimo inning la battuta di Valsecchi: nelle prossime ore sarà valutata l'entità dell'infortunio dell'esterno della nazionale.

La prima gara delle Italian Baseball Series è del Bologna, capace di superare il Parma Clima con un netto 14 a 1 nella gara giocata questa sera al Gianni Falchi. Sul risultato hanno pesantemente influito le scelte obbligate della panchina parmense, costretta a rinunciare ai lanciatori cubani Casanova e Garcia, e l'indubbia forza dell'attacco bolognese, capace di mettere a segno tre fuoricampo contro Pomponi ed Escalona.

Il prepartita e le formazioni

20180831 Italian Baseball Series 2018 Fortitudo Parmaclima Photobass 4Per una volta le previsioni del tempo si rivelano errate, su Bologna il cielo è solo leggermente annuvolato e “gara uno” può regolarmente prendere il via alle 20.30.

Prima dell'ingresso in campo delle squadre avviene la premiazione delle ragazze della Rappresentativa dell'Emilia Romagna di softball che hanno raggiunto lo storico risultato delle semifinali alle World Series di Junior League.

Nessuna sorpresa nella formazione iniziale dei padroni di casa. Nonostante la presenza sul monte parmigiano di un pitcher destro, Frignani tiene in panchina alcuni battitori mancini. Marval riceve con Maggi designato e Mazzanti in prima base mentre la linea degli esterni è formata da Moesquit, Lampe e Nosti. Come previsto il cubano Jorge Martinez è il primo lanciatore utilizzato nelle Italian Baseball Series.

In casa Parma Clima impera invece l'emergenza. Alle previste assenze dei lanciatori Garcia e Casanova, ancora alle prese con le fatiche della quinta partita di semifinale, si aggiunge il forfait di Frank Morejon, regista della squadra e miglior battitore della squadra nelle gare contro il Rimini con una media di .465. Sul monte di lancio il giovane talento Michele Pomponi, classe 1998, a ricevere i suoi lanci il nazionale Alessandro Deotto. Confermato il resto della formazione con Zileri designato e Scalera che sale al settimo posto dell'ordine di battuta. A conti fatti il Parma Clima mette in campo sette giocatori nati in Italia più l'italo-venezuelano Paolini, l'italo-americano Koutsoyanopulos e il colombiano Mirabal.

La cronaca

20180831 Italian Baseball Series 2018 Fortitudo Parmaclima Photobass 20Martinez parte con sicurezza ed elimina i primi tre battitori del Parma Clima mentre Pomponi accusa l'impatto con il line-up di casa. Nonostante una palla veloce controllata e una curva in cambio che gli consente di eliminare al piatto Moesquit, il lanciatore parmigiano deve concedere un punto già al primo inning. Flores indovina un doppio tra gli esterni, Marval beneficia di una base intenzionale e Mazzanti batte a casa il primo punto della serie con una radente tra interbase e terza base. A togliere le castagne dal fuoco pensa Luca Scalera che, a basi piene, raccoglie una corta battuta di Garcia al volo in foul con un autentico prodigio.

Il Parma Clima prova a mettere fuori la testa al secondo. Dopo lo strikeout nel quale incappa Zileri arriva la prima valida ducale: la mette a segno Alex Sambucci che trova il buco davanti alla seconda base. La sua battuta viene però vanificata dall'ottimo intervento di Vaglio che, sulla successiva rimbalzante di Poma, si incarica di avviare un comodo doppio gioco.

La sfuriata bolognese non si arresta. Pomponi apre il secondo turno di lavoro concedendo quattro ball a Vaglio e poi, sul primo lancio, subisce da Maggi il fuoricampo che dilata il vantaggio dei padroni di casa fino al 3 a 0.

Parma fatica sul monte ma dimostra di essere viva nel box. Al terzo i singoli “back to back” di Paolini e Deotto mettono pressione sul cubano Martinez e sulla difesa bolognese: Koutsoyanopulos colpisce un singolo in campo opposto e mette Parma sul tabellone ma poi Desimoni e Mirabal vedono terminare le loro corte volate nel guanto dell'esterno sinistro Moesquit.

20180831 Italian Baseball Series 2018 Fortitudo Parmaclima Photobass 22Al cambio di campo Pomponi si complica la vita concedendo due basi per ball consecutive a Mazzanti e Lampe. Il pitching coach Bolzoni sale sul monte per tranquillizzarlo, il Bologna prova a utilizzare un gioco corto al quale non è evidentemente abituato e incappa nelle eliminazioni di Garcia (al volo il suo bunt in foul da Scalera) e Vaglio (infield fly). Quando il Parma Clima sembra poter scampare il pericolo arrivano altre due basi per ball e un lancio pazzo: il primo terzo di gara si chiude con quattro valide per parte e il Bologna avanti 5 a 1. A fare la differenza le sette basi per ball di Pomponi e la lunghissima legnata di Maggi.

Martinez è fortunato ad avere alle spalle un attacco paziente e produttivo: le difficoltà del pitcher cubano vengono nascoste dalla pingue produzione di punti dei compagni ma il suo affanno è evidente. Il lanciatore di casa apre il quarto inning con uno strikeout ai danni di Zileri ma poi concede quattro ball all'ex Sambucci e subisce un singolo interno da Poma: poi ritrova la giusta confidenza, si affida alla palla veloce per mettere al piatto Scalera e allo slider per costringere Paolini a un'innocua rimbalzante verso il prima base Mazzanti.

Ben diversa la potenza dell'attacco bolognese. Nella parte bassa del quarto Marval si esibisce nel pezzo pregiato della casa, un “mammouth homerun” con la palla che supera in altezza il tabellone segnapunti. La successiva base per ball a Mazzanti segna l'epilogo della prova di Michele Pomponi (3.1 RL, 6 PGL, 5 BV, 8 BB, 2 K) che viene sostituito sul monte da Josè Escalona. Il rilievo parmigiano inizia bene il proprio lavoro: chiude il quarto inning grazie ad un doppio gioco sull'asse Mirabal-Paolini e il quinto concedendo soltanto un singolo interno a Nosti.

Parma continua a punzecchiare ma non ad essere concreta. Al sesto Sambucci, migliore del Parma nel box insieme a Paolini e Deotto con due valide all'attivo, realizza il secondo singolo personale ma l'attacco ducale viene frenato dal uno strepitoso intervento dell'esterno olandese Lampe, bravo a leggere una profonda legnata di Poma e a prendere al volo la palla al limite della recinzione dopo una lunga corsa all'indietro. Pochi attimi dopo Scalera colpisce un singolo a sinistra e Frignani decide di correre ai ripari inserendo il mancino Noguera per affrontare l'altrettanto mancino Paolini: dalla mazza del seconda base parmigiano esce una corta volata che Garcia trasforma facilmente nel terzo out permettendo alla Fortitudo di restare su un comodo 6 a 1.

La squadra di Guido Poma non concretizza neppure un doppio di Deotto in apertura della settima ripresa: Koutsoyanopulos, De Simoni e Mirabal incappano in tre eliminazioni consecutive che suonano come il primo segnale di resa.

Il secondo segnale – quello definitivo - arriva poco dopo. La seconda parte della settima ripresa si apre con quattro ball all'indirizzo di Garcia, poi Scalera non riesce a realizzare l'ennesimo capolavoro difensivo della serata e il lungolinea di Vaglio si trasforma in una valida: Escalona è bravo a eliminare al piatto Maggi e Nosti ma poi, dopo un lungo duello, deve subire il doppio a sinistra da due punti di Moesquit che fissa il risultato sull'otto a uno. Non basta. Marval batte il secondo fuoricampo personale della serata, questa volta dalla parte destra del box, e fissa il parziale su un 11 a 1 che pone fine anche alla partita di Escalona (3.1 RL, 5 PGL, 5 BV, 4 BB, 3 K). Per chiudere una partita ormai senza storia vengono mandati sul monte Lorenzo Gradali e Ricardo Paolini con l'evidente obiettivo di risparmiare braccia per le altre gare della serie. 

LE FOTO DI LAURO BASSANI

Mattia Mercuri in azione nella Coppa Italia 2018 (PhotoBass)

Con grande soddisfazione il Parma Baseball comunica di aver raggiunto un accordo per le stagioni 2019 e 2020 con l'atleta Mattia Mercuri. Il nazionale italiano arriva al Parma Clima con la formula del prestito gratuito per due stagioni grazie alla disponibilità del Nettuno 1945, titolare del cartellino. Alla società laziale vanno i ringraziamenti del Parma baseball per aver agevolato la trattativa concedendo il necessario nulla osta.

Mattia Mercuri è nato ad Anzio il 20 agosto 1994 ed ha esordito nel massimo campionato nel 2011 con la formazione del Nettuno BC. Batte e tira destro e può giocare nei ruoli di seconda base, interbase e terza base.

In passato ha frequentato l'Accademia di Tirrenia e nel 2013 ha firmato un contratto con l'organizzazione degli Atlanta Braves giocando per due stagioni a livello di Rookie League e collezionando 69 partite complessive.Mercuri vanta importanti trascorsi nelle nazionali giovanili. Nel 2008 e nel 2009 ha partecipato ai campionati europei nella categoria cadetti, nel 2009 e nel 2011 - con Guido Poma allenatore – alle rassegne continentali juniores. Nella stessa categoria ha preso parte anche ai campionati mondiali svoltisi nel 2010 in Canada e nel 2012 in Corea. Sotto la guida di Guglielmo Trinci ha giocato nel 2014 i campionati mondiali Under 21 di Taiwan. Nel 2015 è stato selezionato dalla rappresentativa europea in occasione delle Asian Winter Series.

L'esordio con la nazionale maggiore è avvenuto nel 2012, chiamato dal tecnico Mazzieri in occasione dell'All Star Game di Grosseto. Nel 2017 è entrato nel gruppo degli azzurri di Gerali prendendo parte alle European Series. Nella passata stagione ha vestito l'azzurro in occasione dello Spring training di Messina, dell'Haarlem Week e dello stage di ottobre in Arizona.

Brillanti i suoi numeri nell'ultimo campionato, giocato con la formazione del Città di Nettuno. Nella Regular season Mercuri ha messo a segno 32 valide in 100 turni (media battuta .320) realizzando sei doppi, un triplo e quattro fuoricampo. Nei successivi playoff si è rivelato miglior battitore della formazione laziale colpendo tre valide in undici turni (mb .273) nelle semifinali contro Bologna.

Particolarmente soddisfatto il Direttore sportivo del Parma baseball, Maurizio Renaud: “Per completare il gruppo degli interni avevamo individuato un giocatore comunitario ma abbiamo ovviamente preferito puntare su un giocatore italiano di prospettiva e qualità. Quella con Mattia Mercuri e con il Nettuno 1945 è stata una trattativa lampo, nata e conclusa nel breve volgere di una sola giornata. Per la definitiva ufficializzazione dell'accordo manca solo la firma su un contratto già definito e concordato che Mattia apporrà a giorni in occasione di un passaggio nella nostra città”.

Ormai è tutto pronto. Venerdì sera Bologna e Parma Clima apriranno le ostilità nel primo incontro delle Italian Baseball Series.

20180827 semifinale Gara5 Rimini Parma Photobass 33La prima e la seconda gara si giocheranno venerdì e sabato alle 20.30 al Gianni Falchi, poi la serie si sposterà a Parma dove martedì, sempre alle 20.30, prenderà il via “gara tre”. Se necessario il quarto confronto sarà disputato mercoledì 5 settembre al Nino Cavalli di Parma mentre per l'eventuale gara di spareggio si tornerà a Bologna nella serata di sabato 8 settembre.

Inutile il tentativo del Parma baseball di far posticipare l'inizio della serie. A causa dei continui rinvii della quinta partita di semifinale a causa del maltempo, la società ducale e il Rimini avevano inoltrato lunedì scorso alla Fibs una richiesta congiunta di far iniziare le finali nella serata di sabato primo settembre. La loro proposta, legata principalmente ai tempi di recupero dei lanciatori, è stata però rigettata dalla Commissione Organizzazione Gare. Un bel problema per il Parma Clima e per il suo staff tecnico che, come dichiarato da Guido Poma in un'intervista alla Gazzetta di Parma, dovranno rinunciare nella prima gara a Ulfrido Garcia e Erly Casanova.

“Indubbiamente abbiamo tirato un po' il collo a Casanova che dopo la gara di lunedì scorso mi ha chiesto un'intera settimana di riposo –  ha dichiarato Poma -. Valuteremo le condizioni di Garcia per il secondo incontro sapendo che gli altri tre lanciatori sono freschi: non è da escludere che possa affidare la prima partita a un pitcher italiano".

20180827 semifinale Gara5 Rimini Parma Photobass 5Tutto lascia quindi presupporre che il primo lanciatore utilizzato nelle Italian Baseball Series sarà Michele Pomponi, vent'anni compiuti a giugno e prodotto dell'Oltretorrente e dell'Accademia di Tirrenia. Nel bullpen parmigiano, in attesa del recupero di Garcia e Casanova, saranno presenti Yomel Rivera e Josè Escalona.

A questo proposito il Parma baseball ha comunicato, attraverso le parole del Direttore Sportivo Maurizio Renaud, che “le notizie riguardanti un immediato ritorno in Italia di Luis Lugo e una sua presenza venerdì sera al Gianni Falchi sono, purtroppo, prive di fondamento. Lugo tornerà in Europa per prendere parte al Super Six ed ha manifestato la volontà, pienamente permessa dai regolamenti in vigore, di aiutarci in questa serie di finale. Abbiamo richiesto alla sua attuale squadra la disponibilità a lasciarlo libero al termine della loro Regular Season che finirà sabato primo settembre. Ci farebbe piacere riavere con noi un giocatore tecnicamente fortissimo che aveva perfettamente legato con il nostro spogliatoio, ma al momento la trattativa è ancora in alto mare”.

In casa Parma Clima la marcia di avvicinamento alle Italian Baseball Series è ripresa mercoledì sera con una seduta di allenamento preceduta dalle parole del Manager Gianguido Poma e del capitano Leo Zileri. Tutti abili e arruolati i position player con Sebastiano Poma e Frank Morejon (miglior battitore della squadra nella serie contro Rimini) avviati sulla strada del completo recupero.

Il Parma Baseball è lieto di comunicare di aver raggiunto un accordo per la prossima stagione agonistica con Mattia Aldegheri, lanciatore destro proveniente dal San Martino Buonalbergo.

L'accordo con la società veronese prevede per la stagione 2019 la formula del prestito con diritto di riscatto a favore del Parma baseball ed è stato favorito dagli accordi di franchigia che da anni contraddistinguono il rapporto tra i due sodalizi: negli anni passati Aldegheri ha fatto parte a più riprese della squadra della franchigia ducale che ha partecipato ai tornei di Colorno, Sala Baganza e “Due Torri”.

Nato il 10.02.1998, Mattia Aldegheri ha giocato nelle ultime due stagioni a livello seniores con la formazione del Verona, nel 2017 in serie A federale e nel 2018 nel campionato di serie A2.

Nel 2017 ha ottenuto tre vittorie ed ha subito cinque sconfitte concludendo il torneo con 77 riprese lanciate, 60 valide e 57 basi per ball concesse, 73 eliminazioni al piatto ed una media pgl pari a 3.39.

Nell'ultimo campionato si è esibito sul monte per 81.1 inning subendo 45 battute valide, concedendo 77 basi per ball e mettendo a segno ben 96 strikeout. Cinque vittorie ed altrettante sconfitte hanno fatto da corollario ad una media pgl di 3.21.

Nonostante la giovane età Mattia Aldegheri vanta già un interessante curriculum internazionale.

Nel 2015 ha preso parte all'European Camp Elite di Hoofddorp (Olanda) svoltosi sotto l'egida della Major League e si è laureato campione d'Europa a livello juniores con la nazionale diretta da Gianguido Poma, suo futuro manager nel Parma Clima. Nello stesso anno ha poi partecipato ai campionati mondiali Under 18 di Osaka (Giappone).

Nel 2016 è stato uno dei lanciatori dei punta della rappresentativa juniores giunta al secondo posto nei campionati europei di Gijon (Spagna).

Nel 2018 ha esordito con la nazionale maggiore partecipando alle gare amichevoli giocate dagli azzurri sui campi di Padova, Rimini e Ronchi dei Legionari. Successivamente ha fatto parte del gruppo che a luglio ha giocato l'Haarlem Week e nel mese di ottobre è stato impegnato nello stage che si è svolto a Mesa in Arizona.

(Aggiornamento 1 settembre 2018)

Il Parma baseball ha reso noti i prezzi dei biglietti e gli orari di prevendita per le gare delle Italian Baseball Series che si terranno allo stadio Cavalli.

Biglietto intero: 15 euro

Biglietto ridotto: 10 euro

Ingresso gratuito: ragazzi di età inferiore ai 12 anni

Il biglietto ridotto è riservato alle donne, ai minori di 18 anni e alle persone di età superiore ai 65 anni.

Saranno validi gli abbonamenti sottoscritti per la Regular Season e le tessere franchigia.

Prevendita presso la biglietteria dello stadio Cavalli.

Lunedì 3 settembre dalle ore 18.00 alle ore 20.00

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk