Grandissima partecipazione delle tigri baseball Alghero, al torneo internazionale Super Cup 2019 giunto alla decima edizione, per giovani formazioni under 10.

Tutto è iniziato dopo aver ricevuto l’invito al torneo dal prestigioso organizzatore Bilek Bohumil, in un freddo pomeriggio dello scorso gennaio. 15 ragazzini si ritrovano sul campo ad affrontare una selezione che li porterà a Praga, alla fine del mese di maggio. Tutti classe 2009/2010 provenienti da squadre diverse (Tigri Alghero,Catalana, Shardana Iglesias, Yellow Team Sassari, Olbia, Cupramontana) che vogliamo ringraziare er la collaborazione, pronti a mettersi in gioco e partire per un’avventura di cui, di certo, non percepiscono la portata.

Il coach, Salvatore Cherchi, e i suoi collaboratori, Tore Bachitta, Anna Bozzato , Carlos Montoto, Nunzio Floris, che lo coadiuveranno durante il torneo, ha l’arduo compito di mettere insieme e preparare i ragazzi ad affrontare questo evento internazionale, la SuperCup 2019 che si terrà in Republica Ceca. Il torneo è dedicato ad atleti Under 10, e vi parteciperanno 24 squadre provenienti, per la maggior parte, dalla Republica Ceca, ma anche da Cina, Regno Unito, Ungheria, Spagna, Slovacchia e Italia, con le Tigri uniche rappresentanti.

Dopo diversi allenamenti volti alla conoscenza tra di loro e alla preparazione tecnica vota alla creazione di una squadra competitiva, che è cresciuta allenamento dopo allenamento, per i ragazzi finalmente arriva il giorno della tanto agognata partenza, dopo giorni spesi nella preparazione dei bagagli che dovevano contenere tutte le cose fondamentali. Grazie al contributo degli sponsor Parco di Porto conte, Vitaldent, Floricoltura Dimarco, Eurovet Sassari, Avis donatori sangue Alghero, Agenzie Oliva centro estetica donna ,amo pescare e la bottega Sarda, i ragazzi hanno potuto indossare tutto l’abbigliamento necessario per gareggiare.

Il 30 Maggio, dopo un viaggio estenuante, la squadra sbarca a Praga e raggiunge il luogo dove si terrà il torneo. I coach, i genitori che hanno deciso di affiancare la squadra, ma soprattutto i ragazzi, si trovano sbalorditi davanti ad uno scenario fantastico: un centro immenso, completamente dedicato al baseball e che già brulica di bambini di diverse nazionalità, vestiti con divise coloratissime: l’emozione è paplabile e visibile negli occhi di tutti.

Giusto il tempo di appoggiare i propri effetti personali, e di essere raggiunti dai tre bambini provenienti da Cupramontana, e poi via…a fare un ultimo allenamento di rifinitura ed una partita amichevole contro una squadra ceca ed una cinese.

E’ finalmente arrivato il giorno 31, data di inizio del torneo. Il tabellone è già pieno di partite designate: quattro campi in cui si svolgeranno le partite in contemporanea. Il clima è quello degli avvenimenti più importanti: il posto è un brulicarre di bambini felici che corrono di qua e di là divertiti con il guantone in mano.

Tutta la giornata sarà dedicata allo svolgimento delle partite con una piccola sosta per i pasti e qualche momento di relax.

Le Tigri disputano tre partite che le vedono vincitrici in due incontri su tre, disputati con fair play, agonismo e voglia di divertirsi.

Nel pomeriggio si svolge la cerimonia di apertura con la sfilata delle squadre con le loro divise sgargianti (ed ancora pulite) davanti alle più importanti figure della federazione Ceca e davanti allo sguardo divertito ed del tifo dei genitori che assistono dalle tribune.

La giornata finisce con un carico di adrenalina duro da smaltire, ma con la gioia dei bambini felici di aver disputato con onore le loro prime tre partite.

Il giorno successivo, dopo una notte all’insegna dell’adrenalina da smaltire, i bambini si ritrovano sul campo pronti a disputare le successive partite previste dal tabellone: delle due partite disputate una sola verrà vinta dalle Tigri, sebbene l’altra verrà disputata con tanta grinta e voglia di giocare. Ormai la stanchezza si fa sentire sebbene la gioia e la voglia di giocare sia la driving force che tiene insieme i bambini.

Alla fine del pomeriggio si svolge la cerimonia di premiazione dei Mastrers (manifestazione con giochi di abilità in battuta,tiro e corsa sulle basi) con la sfilata delle squade e la premiazione dei giocatori migliori nelle varie prove.

Purtroppo arriva l’ultimo giorno del torneo, dove verrà designata la squadra vincitrice del torneo. Ci sono ancora molte partite da giocare, in particolare le eliminatorie e le finali. Le tigri disputano due partite, perdendole entrambe maposizionandosi terza nel proprio girone con grande soddisfazione dei coach e anche dei bambini che, giorno dopo giorno, hanno fatto crescere la squadra tecnicamente ma anche umanamente.

Nel primo pomeriggio si svolge la cerimonia di chiusura che vede le squadre impegnate nell’ultima sfilata. Stavolta i bambini sono visibilmente stanchi, le loro divise non sono più pulite ma nei loro volti si percepisce la felicità per aver partecipato ad un evento così importante e ricco di incontri e di soddisfazioni.

Chiuso il torneo al 12° posto su 24 squadre, il giorno successivo, e quello dopo ancora, c’è stata la possibilità di fare un tour per la città in cui tutti i componenti della delegazione italiana hanno potuto ammirare le bellezze architettoniche, culinarie e culturali di Praga.

Il viaggio di ritorno è stato altrettanto estenuante, ma nel volto di tutti si riscontrava la felicità (e la stanchezza) per aver vissuto un esperienza così bella ed importante, e che rimarrà nella memoria di tutti, ma soprattutto dei bambini. Un plauso particolare lo vogliamo riservare a tutte le maestre che hanno collaborato al progetto e alle direzioni didattiche del 1 e 2 circolo di Alghero.

Un'immagine dal Jingle Baseball di Alghero

È stato un vero successo l’iniziativa promossa dalle società di baseball di Alghero, Tigri e Catalana, inserita nel cartellone delle manifestazioni natalizie “Mes que un mes” e denominata Jingle Baseball. Per due fine settimana consecutivi, a cavallo tra il Natale ed il Capodanno, centinaia di bambini e bambine hanno provato con entusiasmo a cimentarsi nell’arte della battuta all’interno del tunnel gonfiabile allestito nella piazza Sulis, in pieno centro di Alghero.

Ragazzi e ragazze di ogni età e provenienza si sono lasciati guidare dai tecnici delle due società algheresi che da circa tre anni collaborano insieme nel “Progetto Alghero” con risultati tangibili e riconosciuti a livello nazionale. Ecco che ad un primo timore nel vedere le palline spuntare con una discreta velocità dalla macchina lanciapalle, è andata via via crescendo la consapevolezza che battere una pallina non è poi tanto difficile e che, una volta compiuto questo gesto tecnico, ci si sente padroni del gioco e non si vorrebbe terminare mai il proprio turno.

Jingle Baseball è stato sicuramente un bel momento d’incontro per le famiglie e per bambini e bambine di ogni età, ma soprattutto è servito a Tigri e Catalana per promuovere uno sport che può dare tanto in termini di atleticità e sviluppo intellettivo. Sono stanti tante le giovani promesse che hanno chiesto informazioni per poter provare su un vero campo e con un vero allenamento a cimentarsi nel baseball e nel softball e questo interessamento è stato il premio più grande per i sacrifici fatti dai comparti dirigenziali di entrambe le società, soprattutto dai Presidenti Salvatore Cherchi (Tigri) e Salvatore Meloni (Catalana). Non solo. La riuscita dell’iniziativa ha portato gli organizzatori, Fondazione Alghero e Amministrazione comunale, a chiedere formalmente che Jingle Baseball si protraesse anche per l’intera giornata dell’Epifania, occasione che Cherchi e Meloni non si sono fatti sfuggire e che ha portato un ulteriore ed inaspettato gradimento.

Un ringraziamento particolare e dovuto va alla Federazione Italiana Baseball e Softball per aver permesso a Tigri e Catalana di poter utilizzare il mega tunnel gonfiabile e al Comitato Regionale FIBS per aver mediato la concessione della struttura che per la prima volta è sbarcata in Sardegna. Importante il contributo di alcuni sponsor - Essenne, Vitaldent e Autotrasporti Demontis - che hanno collaborato all’allestimento e dei genitori dei ragazzi, già inseriti nelle squadre, che non hanno fatto mancare il loro sostegno. Vista la positività dell’evento, sia per la Città di Alghero sia per il movimento sportivo legato al mondo del baseball, non si esclude che il tunnel di battuta possa tornare anche in futuro nella Riviera del Corallo. Intanto prosegue l’attività agonistica di Tigri e Catalana nei campi di Via Tramontana e Via Emilia per la partecipazione a tutti i campionati (dal minibaseball alla Serie B seniores di Baseball e Softball), con importanti novità che si andranno a delineare già da fine Gennaio.

Baseball – Nella doppia sfida, tutt’altro che semplice, contro la Red Jack Grosseto, la Catalana Alghero ha blindato momentaneamente il secondo posto in classifica nel Girone D della Serie B nazionale vincendo entrambe le partite sul campo di Via Emilia.

Lo scorso fine settimana la squadra biancoblu, penalizzata dall’indisponibilità del ricevitore Josè Luis Gomez, ha dominato per 7 inning la prima gara del sabato pomeriggio grazie alla sicura prestazione di Yovany D’Amico sul monte (6 strike out e solo 2 punti concessi) e di tutta la difesa, che ha commesso un solo errore. Sul punteggio di 9 a 2 i giochi sembravano fatti, ma nell’ultimo inning, dopo il rilievo Langella che ha chiuso a 0 punti l’ottava frazione, un calo dello stesso giovane lanciatore algherese ha determinato il recupero dei toscani. Contini, chiamato a chiudere la partita dopo Langella, non è riuscito nell’intento e gli avversari si sono portati sino al 9 a 8. Solo l’ingresso di Leonardo D’Amico, tenuto a riposo per Gara 2, ha scongiurato il peggio congelando il punteggio e portando a casa la vittoria. Bene il catcher Emanuel Caddeo chiamato a gestire il gioco dietro casa base, complice anche l’assenza di Juan Carlos Schoch

In attacco sono state 14 le battute valide, con 3 hit a testa per Contini, Bonaiuto, autore di un triplo, e Cugia, che ha messo a referto un doppio.

La seconda partita, disputata Domenica mattina, ha avuto uno sviluppo totalmente differente. A dominare sono stati i rispettivi lanciatori: Leonardo D’Amico per gli algheresi (9 inning e 9 strike out); Ion Doba (7 inning e 6 strike-out) e Gabriele Brzezinski (2 inning e 2 strike out) per la Red Jack.

La Catalana è rimasta a secco per 7 inning, mentre i grossetani hanno segnato 2 punti nel quinto inning. Sembrava ormai una partita persa, ma all’ottava ripresa una battuta da tre basi di Anthony Bonaiuto ha generato il punto che faceva accorciare le distanze. L’ultimo attacco al nono inning, aperto con una base su ball di Cugia, un singolo di Meloni (schierato nel ruolo di catcher per l’intera partita), un errore della seconda base avversaria sulla battuta di Contini che portava al pareggio e la valida decisiva di Mirko Zidda che faceva segnare il punto a Meloni, ha decretato la vittoria per 3 a 2 degli algheresi.

Nell’ultima giornata di andata la squadra di Carlos Montoto affronterà questo fine settimana il Livorno, quinta in classifica a pari punti con la Cali Roma, e reduce dal “riposo” forzato delle ultime partite a causa della pioggia. Sabato 25 Maggio l’inizio di Gara 1 è fissato per le 15.30, mentre Domenica il playball sarà alle 10.30.

Softball – La Catalana Essenne Alghero è ritornata dalla lunga trasferta cagliaritana con l’amaro in bocca a causa della sconfitta di misura contro la capolista. Le atlete bianco blu guidate dal sodalizio tecnico composto dal Manager Gianluca Sotgiu e dei coach Drago, Correddu e Foddai hanno segnato quattro punti nella prima ripresa, a fronte dei tre delle padrone di casa, restando all’asciutto per i successivi quattro inning e facendosi rimontare sino al 7 a 4. I cinque punti siglati tra il sesto e il settimo inning non sono bastati per arginare il divario con il Cagliari, ma sicuramente la squadra è risultata essere in crescita sia in difesa che in attacco. Domenica 26 Maggio la Essenne giocherà ad Alghero, alle ore 16.30, contro le Pink Ladies della Yellow Team Sassari.

Foto di squadra della Catalana Alghero Baseball

Obiettivo stagionale raggiunto con tre giornate di anticipo: la Catalana resterà in Serie B anche nel 2019. Nel duplice incontro disputatosi ad Alghero i bianco-blu hanno superato agevolmente la Lazio con il punteggio di 14 a 0 in Gara 1 e 8 a 4 in Gara 2. Laziali, ancorati all’ultimo posto in classifica del Girone D, che dovranno lottare con il Montefiascone per evitare la retrocessione in Serie C.

Nel primo incontro i tre inning iniziali sono stati segnati da un sostanziale equilibrio, con entrambe le formazioni inconcludenti dal punto di vista delle marcature. Alla quarta ripresa sono stati i locali a segnare il punto del vantaggio con Meloni grazie alla volata di sacrificio in zona foul di Salaris. Il big-inning per la Catalana è stato invece il quinto, quando gli algheresi hanno portato a casa ben nove punti, complice un vistoso calo del lanciatore Colonna, sostituito da Marchetti, e la perfetta lettura nel box di battuta della compagine locale. Miglior battitori Adelmi, con 3 valide, Zidda e Schoch con 2, ma il vero protagonista della partita è stato ancora una volta il lanciatore italo-venezuelano Leonardo D’Amico che, lanciando per tutta la durata dell’incontro – conclusosi al settimo inning per manifesta superiorità – ha totalizzato il record di 10 strike-out e nessuna base su ball, conquistando anche il 100° K della stagione, con altre 6 partite da disputare.

In Gara 2 è stato scelto come pitcher partente Yovany D’Amico, più volte schierato come closer, che non ha fatto mancare lo spettacolo sul monte di lancio nonostante il caldo e l’aria pesante sul diamante di via Emilia. L’ex nazionale italiano ha messo in difficoltà gli avversari con la velocità dei suoi lanci e, in 9 inning, ha confezionato ben 11 strike-out. La partita si è posta subito a favore degli algheresi che al terzo inning conducevano saldamente per 5 a 1. In attacco da registrare il 4 su 4 di Henry Brito che nella sua ultima partita stagionale, con un’impeccabile prestazione individuale ha salutato i compagni di squadra al termine dell’avventura algherese. In fase offensiva bene anche Angioni, Adelmi, Cugia e Cannas, con 2 valide a testa. Ora la meritata pausa di Agosto sarà utile per iniziare a pensare alla prossima stagione, senza perdere di vista il proseguo del Campionato che ripartirà a Settembre con il doppio incontro di Domenica 2 sul campo “G. Porroni” di Montefiascone.

Classifica Girone D: Lupi Roma (21v/7p) 750; Fiorentina (18/9) 667; Red Jack (16/9) 640; A.S.D. A's Latina (15/9) 625; Catalana Alghero (13/12) 520; Cali Roma Sprint 24 (10/15) 400; Livorno 1948 (11/17) 393; Wiplanet Montefiascone (6/18) 250;.Lazio Bsl 1949 (6/20) 231.

Baseball - Dopo il pareggio dai punteggi tennistici con il Latina, 6-2 per la Catalana e 3-6 per i laziali, maturato nel diamante algherese di via Emilia, i ragazzi del tecnico venezuelano Carlos Montoto Suarez affronteranno oggi il Cali Roma.

Ad Acilia i biancoblu si presenteranno, come contro il Latina, con la formazione titolare per riuscire a portare a casa un buon risultato. Montoto ha confermato sul monte di lancio i due fratelli italo-venezuelani Leonardo e Yovany D’Amico, autori di ben 10 strike out nella Gara 1, ma anche il rilievo italo-canadese Anthony Bonaiuto, schierato principalmente come esterno in entrambe le partite contro Latina e solo nell’ultimo inning di Gara 2 come lanciatore (2 strike out).

In settimana la Catalana si è allenata molto in fase offensiva, complice il mediocre rendimento nel box di battuta con 11 battute valide complessive nelle prime due partite. Su questo frangente il migliore è stato il neo acquisto Domenico Cugia (3 hits), atleta di Olmedo che negli ultimi anni ha vestito la maglia del Cagliari in serie A2, seguito da Antonio Contini e Mirko Zidda (2 hits ciascuno). Buon esordio per il catcher venezuelano Josè Luis Gomez Ragusa, una vera saracinesca in difesa e sicuramente in crescita in fase offensiva.

Gli algheresi, rispetto alle altre squadre della penisola, partono come ogni anno svantaggiate per non aver potuto organizzare amichevoli di categoria e perciò il vero rodaggio è atteso in questi primi turni del Campionato di Serie B. La sconfitta in Gara 2 con Latina, nonostante le buone prove dei lanciatori veterani Adelmi (2 K) e Meloni (3 K), è riconducibile proprio alla mancata fase preparatoria, colmabile esclusivamente con situazioni di gioco “live” proposte negli allenamenti.

Softball - Esordio in salita per la Catalana Essenne Alghero che nella prima partita stagionale della Serie B di Softball, è stata superata dalle Pink Ladies Yellow Team Sassari con un cestistico 35 a 25. Nonostante il punteggio la gara è stata divertente e segnata da continui sorpassi di entrambe le compagini che, sino all’ultimo, hanno cercato di portar a casa la vittoria. Sul diamante di Maria Pia tante battute, ma anche tanti basi su ball che hanno fatto lievitare lo score finale. La Essenne, campione regionale in carica, sfiderà il 27 Aprile, sul proprio campo, il Cagliari.

Attività agonistica - Per il quarto anno consecutivo è stato confermato il sodalizio della Catalana Baseball e Softball e della Tigri Baseball nel Progetto Alghero. La realtà locale sta esprimendo ottimi risultati sia nelle attività giovanili, legate alla Tigri, sia nelle categorie seniores, coordinate dalla Catalana. Nel corso della presentazione della nuova stagione è stato premiato il giovane campione europeo Under 12 George Greene e le due compagini vittoriose a livello regionale: Under 12 baseball e Serie B softball. Inoltre il Progetto Alghero, che ha già coinvolto la realtà della Los Amigos di Olmedo, da quest’anno sarà supportato anche dalla The Rockets Olbia Baseball, con i giovanissimi atleti inseriti nell’Under 18 della Catalana. I Presidenti Salvatore Cherchi (Tigri) e Salvatore Meloni (Catalana) si dichiarano fiduciosi anche per il futuro, con grandi ambizioni ma con tanti sacrifici che le due società sono pronte a fare per portare il baseball e il softball su livelli di gioco ancor più competitivi. Alla presentazione erano presenti il neo Presidente della Regione Sardegna Michele Pais, l’Assessore Raniero Selva, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, il Presidente dell’AVIS di Alghero Giuliano Casula e una rappresentanza del Parco di Porto Conte, realtà con la quale le due società stanno sviluppando un’importante collaborazione progettuale.

Fiorentina indigesta per la Catalana che nella 5ª giornata di ritorno è sbarcata ad Alghero senza neppure una vittoria contro la squadra toscana. Una rivincita, quella della Franchigia Firenze, voluta a tutti i costi dopo la partita persa all’ultima azione nel girone di andata sul diamante di via Emilia. Sconfitte (3 a 2 e 17 a 4) che bruciano, ma non troppo destabilizzanti ai fini della classifica perchè i ragazzi di Brito e Contini mantengono il quinto posto e si preparano, Domenica 22 Luglio, a sfidare in casa la Lazio, attuale fanalino di coda del Girone D con 6 vittorie e 18 sconfitte a pari punti con la Montefiascone.Leonardo DAmico7618

Nello stadio “Cerreti” in Gara 1 si è vista la solita Catalana, impeccabile sul monte con un inarrestabile Leonardo D’Amico, 11 strike out in 7 inning, ma con un attacco che ha prodotto poco, messo in difficoltà dall’ottima prestazione del pitcher fiorentino Euridis Martinez (13 K in 9 inning). Le valide battute si contano sulle dita di una mano e sono state realizzate da Contini, Schoch e Deriu. Tuttavia la Catalana è rimasta in vantaggio sino al 7° inning conducendo per 2 a 1. Nella parte bassa della settima ripresa i locali, autori di 8 hits (battute valide), hanno messo a segno i 2 punti decisivi per sorpassare i bianco-blu e chiudere a loro favore l’incontro.

Dopo il combattuto 3 a 2 di Gara 1 ci si aspettava un’altra partita vissuta punto su punto, ma così non è stato. Il partente Yovany D’Amico, nei 2 inning giocati, ha eliminato con i suoi lanci 3 battitori ma gli errori della difesa hanno concesso alla Fiorentina i primi 3 punti. L’alternanza sul monte di lancio di Marastoni, Adelmi, Contini e Meloni non ha prodotto grossi risultati, permettendo ai rosso-neri di mettere a referto prima 5 (al 3°) e poi ben 8 punti (al 4°) portandosi su un pesante, e mai rimontato, 16 a 2.

Lasciata alle spalle la brutta prestazione di Firenze, la Catalana cercherà di conquistare la salvezza, con 3 giornate di anticipo, già nel prossimo doppio incontro domenicale contro la Lazio.

Gli ospiti arrivano nella Riviera del Corallo galvanizzati dall’ultimo pareggio conquistato contro il Livorno e che ha permesso di rimettersi in gioco nella lotta per la salvezza. Dal canto loro gli algheresi vogliono affrontare serenamente la pausa estiva sicuri di poter rimanere nella terza serie nazionale e daranno filo da torcere ai laziali. Appuntamento quindi sul diamante di “Maria Pia” in via Emilia alle ore 10.00, per la prima partita, e alle ore 14.00 ( e comunque 45 minuti dopo la conclusione di Gara 1) per il play-ball di Gara 2.

Classifica Girone D: Lupi Roma (19v/7p) 731; Fiorentina (18/7) 720; Red Jack (15/8) 652; A.S.D. A's Latina (15/9) 625; C; Cali Roma Sprint 24 (10/15) 400; Livorno 1948 (10/16) 385; Wiplanet Montefiascone (6/18) 250;.Lazio Bsl 1949 (6/18) 250.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk