National League East protagonista della serata di Major League Baseball: la maratona tra Atlanta Braves e New York Mets termina con il successo dei primi, che volano sempre più al comando. Mantengono la scia anche i Washington Nationals, vittoriosi sui Cubs (unici in lotta nella NL Central a perdere), mentre i Phillies sprecano un largo vantaggio a Miami. La sfida più attesa, quella tra Yankees e Dodgers, ha visto i newyorkesi imporsi con un grande attacco e risollevarsi dopo un momento negativo.

Partita straordinaria a Citi Field, dove gli Atlanta Braves superano i Mets per 2-1 dopo quattordici riprese di gioco con il punto della vittoria battuto del giocatore più insospettabile, ovvero Billy Hamilton da poco aggiunto al roster. Ad inizio gara dominano i lanciatori: Foltynewicz e deGrom sono praticamente intoccabili e la situazione si sblocca solo al sesto inning, quando con un RBI single Freeman porta in vantaggio Atlanta ma è immediatamente pareggiato nella parte bassa dal fuoricampo di...deGrom. Il pitcher dei Mets è il primo pitcher nella storia a disputare più di una partita nella stessa stagione con almeno 13 strikeout ed un fuoricampo battuto, ma non è l'unico record di giornata: con una base rubata nell'ottavo Ronald Acuna diventa il secondo più giovane nella storia a firmare una stagione da 30-30, dopo Eric Davis dei Reds nel 1987, e può ora seriamente puntare al 40-40. Negli extra-inning sono i Mets ad avere a più riprese l'occasione per vincere, ma non riuscendo a coglierla lasciano ai Braves il vantaggio – nato tra l'altro dopo una particolare chiamata di doppio per regola ad Hechavarria.

I New York Yankees si impongono 10-2 sul campo dei Dodgers riuscendo a battere contro il praticamente intoccabile Hyun-jin Ryu. La sfida si sblocca nella terza ripresa, quando Aaron Judge apre i conti con un fuoricampo ed è seguito da Gary Sanchez (il più veloce giocatore di sempre in American League a raggiungere quota 100 HR). Provano a rientrare in partita i losangelini con l'RBI di Pollock, ma l'incontro prende la via di Broadway nella quinta frazione, quando Ryu carica le basi e viene punito da Didi Gregorius, autore di un grande slam, segnando di fatto la fine dell'incontro. Gli Yankees ci prendono gusto e battono altri due fuoricampo (Torres, Gregorius) ed ulteriori due punti con le valide di Gardner e Judge, venendo sostenuti da Paxton (11 K) e dal bullpen in un blowout che spazza il momento negativo dopo le recenti prestazioni e infonde fiducia nell'ambiente in ottica playoff.

A trionfare “tanto a poco” sono anche i Boston Red Sox, che regolano Paddack ed i Padres con un sonoro 11-0 ed una grande prestazione di Rodriguez sul monte. Sugli scudi J.D. Martinez, che apre e chiude la sua partita con due fuoricampo e nel mezzo colpisce anche una volata di sacrificio, così come Bogaerts (due RBI) e Devers, che colpisce il doppio numero 48 in stagione e l'RBI numero 103.

I Washington Nationals dominano i Cubs con una prestazione maiuscola di Anibal Sanchez, che lancia per 8.1 inning e subisce una sola valida (singolo di Castellanos) sfiorando il complete game prima di venire sostituito nell'ultima ripresa, dopo aver subito un punto a seguito di un errore di Rendon. 9-3 il risultato finale, con i capitolini sempre in pieno controllo contro Lester tra i fuoricampo di Eaton e Soto e gli RBI di Turner, Suzuki, Robles, Kendrick e dello stesso Sanchez – che con un bunt riesce a portare a casa punti. Chicago prova a limare il parziale nell'ultimo attacco, ma ormai è troppo tardi per un tentativo di rimonta.

Una volta essere andati sopra 7-0 dopo tre riprese contro i Miami Marlins portare a casa la vittoria sembra una formalità per i Phillies, invece per la prima volta dal 2003 la squadra di Philadelphia spreca un simile vantaggio e perde l'incontro con l'incredibile punteggio di 19-11. Vince Velazquez getta all'aria l'ampio bottino tutto in una sola ripresa – la terza, per l'appunto – e nonostante un nuovo piccolo parziale in favore dei Phillies (9-7) Miami rientra prepotentemente in partita e con otto punti tra quinta e sesta frazione mette in ghiaccio la vittoria. Negli 11 punti di Philadelphia non c'è nessun fuoricampo, mentre sono quattro quelli battuti da Miami (tra cui un multi-home run game di Castro).

Una gemma di Flaherty (che omaggia Tyler Skaggs con il nickname sulla sua casacca) regala ai St. Louis Cardinals il successo per 8-3 contro i Rockies. Il pitcher classe '95 lancia sei riprese senza subire punti e con 9 K, apparecchiando la tavola per il proprio attacco, che risponde immediatamente presente con il fuoricampo da due punti di Ozuna in avvio. Wong procura per terzo punto venendo colpito in situazione di basi cariche, mentre lo scarto decisivo giunge con il singolo di Bader e con la sac-fly dello stesso Flaherty. È troppo tardi per i Rockies pensare di rientrare in gara nell'ultimo inning, dopo aver inoltre subito in precedenza altri punti sul doppio di Ozuna ed il singolo di DeJong.

Successo agile per 7-1 dei Tampa Bay Rays in casa degli Orioles, frutto di un big inning nella seconda ripresa in cui i floridians segnano tutti i sette punti grazie a sei valide, tra cui il grande slam di Austin Meadows che pone il gap decisivo. Richards e Slegers sul monte non hanno problemi a limitare il poco pericoloso lineup di Baltimore, che ha l'unico sussulto con il fuoricampo di Villar nell'ottavo inning.

Non basta un (solito) grande Aristides Aquino ai Reds per espugnare PNC Park: mai avanti per tutto il match i Pittsburgh Pirates ribaltano lo svantaggio nell'ultima ripresa con quattro singoli ed un bunt di sacrificio contro Raisel Iglesias per segnare due punti e vincere 3-2 in walk-off dopo la valida decisiva di Pablo Reyes. Come detto è il rookie dominicano di Cincinnati a seminare il panico nelle prime fasi di gioco: fuoricampo (numero 12) e doppio valgono due punti, con il giocatore che chiude ad un triplo dal cycle. Il momentaneo pareggio sull'1-1 era stato segnato da un altro esordiente che tanto sta facendo bene in questa stagione, ovvero Bryan Reynolds, capace di andare a punto su una rimbalzante di Moran.

Vincono i Cleveland Indians contro i Royals per 4-1 e lo fanno grazie ad una solida prova del monte di lancio e da un ottimo secondo inning offensivo, in cui Naquin porta a casa due punti con un singolo e Lindor lo segue con un fuoricampo. L'unico momento di difficoltà per Plesac e tutto il pitching staff della Tribe arriva nella sesta frazione dopo il punto segnato da Kansas City con il triplo di Dozier, ma è l'unico sussulto degli ospiti e Cleveland ottiene così la vittoria numero 75.

Quarta partenza di Zack Greinke con la casacca degli Houston Astros e quarta vittoria. Sofferta questa volta contro i Los Angeles Angels, ma un fuoricampo di Gurriel ed un singolo di Bregman sono sufficienti per girare la sfida e regalare ai loro il successo per 5-4. L'inizio infatti sorride agli Halos, che con gli RBI di Pujols e Simmons si portano avanti di due lunghezze, ma vengono prima rimontati da Altuve e Marisnick e poi – come detto – Gurriel e Bregman sorpassano e tengono a distanza gli Angels, incapaci di capitalizzare e che a fine partita troveranno un impietoso 1-12 con i corridori in posizione punto.

Con solo due valide subite i Milwaukee Brewers si impongono per 6-1 contro gli Arizona Diamondbacks e mantengono la scia delle dirette rivali in NL Central. Lyles effettua sei no-hit inning e batte un singolo prima di venire rilevato, mentre l'attacco incide fin da subito: tre punti nella prima ripresa con le valide di Moustakas e Braun ed un paio di fuoricampo (Thames e Hiura) successivamente per fissare il punteggio. Inutile, se non per le statistiche, l'RBI single di Ketel Marte nel nono inning che spinge a casa Dyson.

Vincono i Detroit Tigers in casa dei Twins per 9-6 rimontando e battendo per 17 valide totali, tra cui il grande slam con cui Ronny Rodriguez spinge i suoi al successo e dà una mano agli Indians per la corsa divisionale. Il buon avvio di Berrios e del potente lineup di Minnesota sembra indirizzare la partita, ma la sesta ripresa da cinque punti segnati per i Tigers ribalta la sfida, con Detroit che non lascerà più il controllo delle ostilità e a nulla servirà il multi-home run game di Sano e Cave per tentare di strappare la vittoria.

In rimonta trionfano anche i Chicago White Sox, che contro i Rangers vanno subito sotto 3-0 con il fuoricampo di Calhoun ma poi risorgono fino all'8-3 conclusivo. Il sorpasso decisivo arriva nella quarta ripresa, quando Chicago batte quattro valide e segna tre punti, mentre nel sesto la coppia Abreu-Moncada con un doppio ed un fuoricampo pongono fine ad ogni chance di rimonta dei texani.

Successo casalingo dei Seattle Mariners sui Blue Jays per 7-4 in una sfida tra due squadre senza più molto da chiedere alla propria stagione ed in cui si segnala un match molto equilibrato e deciso dalle imprecisioni dei pitcher di Toronto nella sesta ripresa, quando Seager ottiene una walk a basi cariche e Seattle segna ulteriori due punti su altrettanti wild pitch.

Giornata importante per le speranze playoff di molte squadre in MLB. I Phillies, i Mets ed i Cubs guadagnano una partita in chiave wild card sui Nationals, e la squadra di Maddon rimane incollata ai Cardinals, che invece distanziano i Brewers. In American League gli Indians perdono ulteriore terreno dai Twins, ma gli A's sono gli unici, tra le pretendenti alla wild card, capaci di vincere. 

Trascinati da Nick Castellanos e da Anthony Rizzo, e guidati dalla quality start di Cole Hamels e dal positivo rientro di Craig Kimbrel (1IP, K, SV), i Chicago Cubs vincono per la terza volta consecutiva portando a casa la partita contro i San Francisco Giants con il risultato di 5-3. I cubbies si sono portati avanti con i solo homer di Castellanos (7° in 18 partite da Cubs) e Rizzo e, dopo una serie di botta e risposta, hanno preso il comando a partire dal quinto inning grazie ad un singolo di Lucroy, e ad una volata di sacrificio di Tony Kemp nel settimo inning. Giornata da ricordare per Nick Solak: prima valida, primo fuoricampo e primo walk-off nel doubleheader contro gli Angels.

I St. Louis Cardinals distanziano ulteriormente i Milwaukee Brewers e conservano il primo posto in classifica grazie al risultato di 9-4 raggiunto a Busch Stadium III. Un singolo di Molina al quarto inning ha aperto l'incontro ma è stato dopo un paio di RBI di Thames e Arcia che i Cardinals hanno preso il sopravvento. Tra sesto e settimo hanno segnato ben otto punti grazie anche a 3 basi ball con basi piene.

Subisce una battuta d'arresto invece la serie di risultati positivi dei Washington Nationals, sconfitti a sorpresa in casa dei Pittsburgh Pirates con il risultato di 4-1. I capitolini hanno segnato per primi con un doppio di Rendon al quinto, ma, uscito uno straordinario Strasburg, i Pirates hanno ribaltato l'incontro nell'ottavo prima pareggiando con sac fly di Reynolds, poi portandosi avanti con un 3-run HR di Marte. I Nationals restano comunque al comando delle posizioni wild card.

Guadagnano qualcosa Philadelphia Phillies e New York Mets, capaci di sconfiggere due squadre di American League. I Philadelphia Phillies piegano per 3-2 i Boston Red Sox segnando tre punti nel primo inning contro Brian Johnson grazie ad un doppio da Segura da due punti e ad un singolo di Kingery. I Sox accorciano nel terzo (2-run HR di Bradley JR) ma vengono fermato da un dominante Aaron Nola e da un bullpen compatto. Largo successo invece per i New York Mets, che ospitano i Cleveland Indians per la prima volta dal 2004 e vincono per 9-2 con un buon Steven Matz. Gli Indians segnano per primi con la bomba di Jason Kipnis, ma i Mets rispondono al cambio campo con un fuoricampo da due punti di J. D. Davis. Kipnis pareggia due inning più tardi ma i Mets rispondono con 7 punti in tre inning per aumentare il gap.

I Minnesota Twins dominano i Chicago White Sox vincendo per 14-4 ed allontanano così gli Indians di Francona, distanti adesso 3 lunghezze. Mattatore della giornata è stato come al solito Nelson Cruz, che chiude con un 4-5 con 3 doppi, un fuoricampo e 3 RBI. Protagonista anche Max Kepler (2-5, 3 RBI), che batte il 34esimo fuoricampo in stagione. Protagonista di fuoricampo anche Jorge Polanco, tornato a contribuire a buoni livelli.

Si mangiano le mani i Tampa Bay Rays, che perdono l'occasione di riportarsi a ridosso degli Indians per il primo posto in classifica. La squadra della Florida perde per 7-4 in casa contro i Mariners che sfruttano un fuoricampo da due punti di Kyle Seager nel primo inning e, dopo aver subito il 4-2, rimontano segnando 5 punti tra quinto e settimo con Austin Nola, un altro fuoricampo di Tom Murphy ed un doppio di Seager.

Gli unici a poter sorridere sono gli Oakland Athletics, che fermano i New York Yankees con il risultato di 6-2. Il fuoricampo di Gary Sanchez nel primo inning assicura agli Yankees la 209esima partita consecutiva senza subire uno shutout, ma nel giro di due inning gli A's allungano con i fuoricampo di Matt Olson (da due punti) e Mark Canha, ed un doppio di Semien per il momentaneo 4-1. Gli A's segnano altri due punti nel sesto (singolo di Piscotty) mentre gli Yankees provano a consolarsi con un fuoricampo di Judge nell'ottavo.

I Detroit Tigers non riescono a mettere i bastoni fra le ruote agli Houston Astros, che vincono per 6-3. La squadra di Detroit segna un punto contro l'ex Anibal Sanchez, ma nella parte bassa Springer e Altuve reagiscono con un paio di fuoricampo. Nel secondo Altuve torna alla carica con un singolo e Brantley ispira il 5-1 con un doppio. I Tigers provano a rimontare ma nel quinto Martin Maldonado chiude i conti con un solo homer.

Nel doubleheader di Globe Life Park in Arlington si dividono la posta in palio Los Angeles Angels e Texas Rangers, con i primi che vincono gara 1 per 5-1 ed i secondi che replicano in gara 2 per 3-2. Nel primo incontro è stato tutto facile per gli Angels, passati in vantaggio nel terzo inning con il 42esimo fuoricampo di Mike Trout (career high), da due punti, ed un groundout RBI di Thaiss. Nel quinto altri due punti con solo homer di Rengifo mentre i Rangers fermavano uno straordinario Heaney (8IP, 4H, ER, 14K) soltanto nel sesto inning con un fuoricampo di Willie Calhoun. Gara 2 termina dopo 11 riprese e vede i Rangers vincere in walk-off grazie ad un errore difensivo di Albert Pujols su battuta di Nick Solak, che in gara 1 aveva trovato la prima valida in carriera e nel quinto inning di gara due il primo fuoricampo.

Braves-Marlins non poteva che iniziare con l'hit by pitch rimediato da Ronald Acuña Jr e la conseguente espulsione di Snitker (manager Braves) già nel primo inning. Poi però la partita è scivolata via liscia senza altre polemiche ed ha visto il successo dei Braves per 5-1, rimontando un solo homer di Jon Berti, con doppietta di fuoricampo di Freddie Freeman tra quarto e quinto, e RBI single dello stesso Freeman e di Matt Joyce nel settimo.

I Los Angeles Dodgers sono troppo forti per i Toronto Blue Jays, che comunque colpiscono tre fuoricampo contro Clayton Kershaw (due per Bo Bichette e uno per Derek Fisher). I losangelini vincono per 16-4 grazie ad un totale di tre big inning nel terzo, nel sesto e nell'ottavo arrivati con i fuoricampo di A. J. Pollock e Will Smith, di Max Muncy e Chris Taylor, e di Joc Pederson.

Elettrizzante invece il duello di Phoenix tra Diamondbacks e Rockies, finito con il successo dei Dbacks per 8-7. La squadra desertica ha beneficiato di un sesto inning da cinque punti realizzati da Lamb, Marte e Escobar  (triplo). Strano a dirsi, la partita ha visto soltanto due fuoricampo, peraltro a inizio partita (da parte di Ahmed e Arenado).

Finisce 3-2 a Great American Ballpark la sfida tra Cincinnati Reds e San Diego Padres. I Reds vincono grazie ad un RBI single di Aquino nel primo inning e ad un fuoricampo da due punti di Freddy Galvis, in risposta al solo homer del pari di Naylor. Nella parte alta dell'ottavo l'ultimo punto dei friars, con groundout di Hosmer.

I Baltimore Orioles non perdono la speranza e con una rimonta nel finale piegano i Kansas City Royals per 4-1. Decisivo il singolo del pari di Ruiz nel settimo ed il 3-run HR di Alberto nell'ottavo.

Nell'antipasto del Players' Weekend, Dodgers e Astros mantengono il loro stato di forma positivo vincendo in casa su Blue Jays e Tigers. I Mets lanciano il guanto di sfida alle rivali Wild Card completando lo sweep sugli Indians, mentre gli Athletics concludono un altisonante sweep sugli Yankees. Andiamo a vedere in dettaglio tutte le partite della notte: 

Con una rimonta lenta e implacabile, i Los Angeles Dodgers cancellano i sogni di gloria dei Toronto Blue Jays con un successo per 3-2. Dopo una brillante prestazione di Jacob Waguespack, capace di ridurre ad una valida l'attacco dei Dodgers in sette riprese, i losangelini recuperano dallo 0-2 (maturato da un punto al secondo inning e da un fuoricampo di Vladimir Guerrero Jr.) grazie al doppio di Corey Seager che pareggia la sfida e al singolo della vittoria di Kike Hernandez, che festeggia il premio di eroe della notte nel giorno in cui venivano distribuiti i suoi "bobblehead". Per i Dodgers si tratta del 12esimo successo in walk-off della stagione ed è il completamento di uno sweep nella serie contro i canadesi. Questo weekend toccherà agli Yankees provare a sbancare Dodger Stadium

VIDEO: LA RIMONTA DEI DODGERS

I New York Yankees sono ben lontani dal loro miglior momento della stagione. All'Oakland Coliseum, gli Oakland Athletics concludono un significativo sweep con un successo per 5-3 e ottengono la loro sesta vittoria nelle ultime sette uscite. Tanner Roark domina sul monte di lancio (2 punti subiti in 6.1 inning) e l'attacco colpisce al principio del confronto contro Masahiro Tanaka. Nel primo inning entrano tre punti per gli A's con la valida da due punti di Mark Canha a fungere da "sliding door moment". Un singolo di Matt Chapman e un punto battuto a casa da Piscotty aumentano il distacco che gli Yanks limitano solo grazie ai due home run di Gleyber Torres che diventa l'unico Yankee assieme a Joe Di Maggio a raggiungere quota 30 prima di compiere 23 anni.

Un altro sweep arriva da New York, dove i New York Mets vincono contro i Cleveland Indians per 2-0 un match accorciato a 8 riprese per via della pioggia. La storia della partita è Noah Syndergaard che continua il suo periodo magico (1.65 ERA nelle ultime 4 partenze) con sei riprese inviolate (2 valide subite, 5 strikeout). La 27esima vittoria dei Mets nelle ultime 37 partite matura al quarto inning grazie al doppio da due punti di Wilson Ramos. Con questa vittoria, i Mets rimangono a contatto con il secondo posto Wild Card. 

Le rivali, detentrici del primo e del secondo posto Wild Card nella National League, rispondono entrambe con una vittoria. I Washington Nationals celebrano la 70esima vittoria dell'anno con il ritorno di Max Scherzer (4 inning, 1 punto subito, 3 strikeout) e un netto 7-1 inflitto ai Pittsburgh Pirates. I Nats dettano legge sin dal primo inning, realizzando un paio di punti, poi chiudono il discorso all'ottavo inning con il fuoricampo di Howie Kendrick da tre punti e le valide con un RBI per Robles e Cabrera. A definire il punteggio, oltre al fuoricampo di Frazier nel terzo inning su Scherzer, c'è anche il fuoricampo di Anthony Rendon, il 28esimo della sua annata. A furia di fuoricampo vincono anche i St. Louis Cardinals, che mantengono il secondo posto Wild Card grazie alla vittoria per 6-5 sui Colorado Rockies. I Redbirds recuperano due volte da situazioni sfavorevoli. Sotto 0-2 dopo tre riprese, Marcell Ozuna pareggia il match con un fuoricampo, ma Nolan Arenado stampa il suo 32esimo home run dell'anno ai danni di Mikolas e i Rockies volano sul 5-2 a metà partita. I Cardinals si riavvicinano con un home run da due punti di Paul DeJong contro German Marquez, mentre nella ripresa successiva Dexter Fowler scarica un fuoricampo sul rilievo Almonte e concretizza la rimonta dei Cardinals. 

VIDEO: I FUORICAMPO DEI CARDINALS

Sette riprese e dodici strikeout. Un ritorno convincente per Gerrit Cole, assente dal 7 agosto per un problema fisico. La sua prestazione consente agli Houston Astros di vincere 6-3 contro i Detroit Tigers e di chiudere la serie con tre vittorie su quattro partite. Il lineup texano torna a produrre in maniera significativa e dal quarto inning mette in ghiaccio la vittoria. Il 31esimo home run di Bregman sblocca la sfida sul 2-0, poi due singoli di Brantley (da 2 punti) e Gurriel /da un punto) al settimo inning, preceduti da un doppio di Alvarez da un punto chiudono il conto. Vani per i Tigers i tre punti segnati nella nona ripresa per mano dei fuoricampo di Hicks e Goodrum. Per Gerrit Cole è l'11esima vittoria nelle ultime 15 partenze, in cui ha registrato una ERA notevole di 1.84. 

VIDEO: I 12 STRIKEOUT PER GERRIT COLE 

In una partita complessa, in cui hanno sofferto i lanci di Sandy Alcantara, gli Atlanta Braves devono ringraziare ancora una volta Ronald Acuna Jr., autore della valida della vittoria al nono inning. I Braves erano in svantaggio dopo sette inning nonostante un'altra ottima prestazione di Mike Soroka (7 inning, 2 punti subiti). Contro Alcantara, autore di sette inning con un solo punto a suo carico, i Braves sbloccano il match al secondo inning con il singolo di Hechavarria, ma vengono superati dal doppio di Castro. Il fuoricampo di Freddie Freeman all'ottavo inning riequilibra la sfida e apparecchia la tavola per l'epilogo della nona ripresa, in cui Hechavarria apre con un doppio e Acuna rifinisce con un singolo al centro che regala ai Braves la 15esima vittoria su 19 confronti contro i Miami Marlins. 

VIDEO: I BRAVES RIMONTANO E VINCONO

Kyle Hendricks è intoccabile per sette riprese (solo 3 valide concesse) e i Chicago Cubs vincono col minimo sforzo per 1-0 contro i San Francisco Giants a Wrigley Field. All'attacco degli orsetti, autore di soltanto due valide, sono sufficienti la valida da un punto di Anthony Rizzo, una bella presa di Schwarber e la chiusura di Wick. Per i Giants, sempre più lontani dalle posizioni che contano, resta l'amarezza per aver vanificato sette riprese d'alta qualità dell'ex di turno Samardzija.

I Tampa Bay Rays iniziano la serie a Baltimore con un'affermazione per 5-2. Al doppio da due punti di Trey Mancini, i Rays rispondono con un home run di Meadows e uno di Willy Adames che si fa perdonare i due errori di inizio partita. Dopo l'intrusione della pioggia per un paio d'ore sono i Rays ad uscire meglio dalla pausa ed è ancora Adames al sesto attacco a fare la differenza con un singolo da due punti che chiude di fatto il match. Sempre nella AL East, si registra anche il successo dei Boston Red Sox che completano la vittoria sui Royals, iniziata un paio di settimane fa e terminata in 12 minuti, con un walk-off hit di Brock Holt. A completare la rassegna dei risultati della notte ci sono i Chicago White Sox che battono per 6-1 i Texas Rangers, trascinati dal rientrante Yoan Moncada, autore di un home run da due punti, e dalle sei riprese con un punto subito da Ross Detwiler.

 

Due shutout ed un walk-off colorano le nove sfide in MLB. Passi falsi per Tampa Bay Rays e Minnesota Twins mentre Asdrubal Cabrera e Hunter Pence raccolgono soddisfazioni personali. Pujols batte il fuoricampo numer 652 contro il 420esimo lanciatore diverso. 

Una partita senza storia a Pittsburgh. I Washington Nationals vincono per 13-0 contro i padroni di casa dei Pirates in una giornata nella quale è stato impiegato il bullpen, protagonista di 5.2 riprese con una sola valida concessa in supporto di Joe Ross. I capitolini hanno avuto due big inning nel primo e secondo inning i fuoricampo di Adam Eaton, Matt Adams e Trea Turner ai quali si è aggiunto quello da due di Asdrubal Cabrera nel nono. Determinanti anche i doppi di Adams (x2) e dello stesso Cabrera.

VIDEO: I 4 FUORICAMPO DEI NATIONALS

Shutout anche a St. Louis, dove i Cardinals hanno vinto per 3-0 contro i Brewers ed hanno tenuto il fiato sospeso fino all'ottavo inning, perché Dakota Hudson (6.2, 4BB, 7K) e Gallegos stavano lanciando un no-hitter, poi perso a causa del doppio di Yasmani Grandal che ha costretto l'ingresso di Andrew Miller. Per i Cardinals punti battuti da Wong (forceout), Fowler (singolo) e Dejong (solo homer nel sesto inning).

VIDEO: CARDINALS VICINI AL NO-NO COMBINATO

Brutta sconfitta per i Los Angeles Angels che, avanti per 7-1 a metà secondo inning, si fanno rimontare dai Texas Rangers perdendo per 8-7 all'undicesimo inning con walk-off singolo di Kiner-Falefa. Gli Angels sono partiti alla grande con un doppio di Upton, un singolo di Calhoun ed un 3-run HR di Pujols contro Allard, diventato la vittima numero 420 del suo 652esimo fuoricampo in carriera. Nel secondo, Ohtani e Upton colpiscono altri due punti ma nel quarto Jose Trevino dà il via alla rimonta con un solo homer. I Rangers pareggiano nell'ottavo (con Pence, protagonista di tre valide, ed il singolo di Odor) e poi mordono nell'undicesimo inning battendo due volte con due out.

VIDEO: IL WALK-OFF DI KINER-FALEFA

Commettono due inaspettati passi falsi Tampa Bay Rays e Minnesota Twins. I primi vengono sconfitti in casa dai Seattle Mariners per 9-3, con la squadra di casa protagonista di sette punti nei primi due inning grazie ai fuoricampo di Tom Murphy e Austin Nola, protagonista anche nel quarto. Nel quinto, invece, secondo fuoricampo per Tom Murphy. Per i Rays HR di Pham e Meadows (da due punti). Perdono tra le mura amiche anche i Minnesota Twins, che si fanno superare per 6-4 dai Chicago White Sox. La squadra del southside di Chicago, dopo aver accusato due punti nel primo inning da Polanco e Cruz, segna 4 punti nel terzo sfruttando un 3-run HR di Abreu e completa l'opera con gli RBI di Sanchez e Jimenez tra settimo e ottavo, ai quali i Twins provano a rispondere con un solo homer di Polanco ed un singolo di Rosario.

VIDEO: DUE FUORICAMPO PER TOM MURPHY

VIDEO: IL 3-RUN HR DI JOSE ABREU

Gli Houston Astros di Wade Miley (5.2IP, 10H, 3ER, 8K) vincono in casa per 5-4 contro i Detroit Tigers ma perdono Carlos Correa, uscito dal campo dopo il primo turno in battuta. Gli 'Stros capitalizzano con 4 punti nel primo inning (doppi di Alvarez e Gurriel, singolo di Chirinos) rispondendo ad un RBI single di Cabrera nella parte alta. I Tigers provano a rimontare con Dixon (sac fly) ma Chirinos risponde con la stessa moneta. Vani i solo homer di Ronny Rodriguez e Travis Demeritte.

VIDEO: 4 PUNTI NEL PRIMO INNING PER GLI ASTROS

Trevor Bauer lancia bene (7IP, 5H, 3R/2ER, BB, 11K), ma contro i San Diego Padres arriva la decima sconfitta a seguito della partita vinta dai californiani per 3-2. Bauer ha concesso un RBI single a Machado nel primo inning, poi, dopo il pareggio di Galvis (solo homer) ha concesso un fuoricampo al caldo Francisco Mejia, suo ex compagno di squadra agli Indians. Nel quinto invece i Padres sfruttano una disattenzione difensiva di Peraza e nel nono inning ai Reds non basta un singolo di VanMeter.

I Dbacks sconfiggono i Rockies per 5-3 grazie ai punti segnati nella seconda metà da Ketel Marte (2-run HR nel sesto inning) e da Carson Kelly (HR) e David Peralta (triplo da due punti) nell'ottavo. I Rockies provano a reagire con un solo homer di Blackmon, ma il tentativo risulta vano.

La sfida di bassa classifica tra Baltimore Orioles e Kansas City Royals viene decisa da un punto e vede la vittoria per 5-4 dei Royals che festeggiano con i singoli (per un totale di 3 punti) di Merrifield e Dozier, ed i solo homer di Nicky Lopez e Nick Dini (primo in carriera).

La giornata di Major League Baseball ha regalato emozioni e sorprese: Rays, Mets, Rangers e Dodgers vincono all'ultimo respiro, con i Dodgers che riscattano una bella partenza di Buehler con un walk-off HR di Muncy. Lucas Giolito lancia un complete game shutout mentre Verlander è vittima di un attacco poco reattivo contro i suoi Tigers. Nella American League si fa sempre più interessante la rincorsa wild card, con gli A's che vincono contro gli Yankees e sono a mezza partita dagli Indians.

Rocambolesca vittoria dei Tampa Bay Rays per 7-6 sui Seattle Mariners. I Rays vanno in vantaggio due volte. Dopo aver segnato due punti nel primo terzo di gara, i Rays subiscono tre segnature da Seattle (due da una valida di Tim Lopes), ma si riportano con due lunghezze di margine grazie ad un singolo da due punti e ad un altro punto battuto a casa da Kevin Kiermaier. Nella nona ripresa, Vogelbach accorcia le distanze con un fuoricampo e un triplo di Mallex Smith ribalta il risultato sul 6-5. Ma la gioia di Seattle dura poco perché Kiermaier pareggia il match con un fuoricampo e poi, dopo due valide e una base su ball, arriva un lancio pazzo che chiude la partita.

VIDEO: KIERMAIER E ADAMES FANNO VINCERE I RAYS

Celebrano un walk-off anche New York Mets, Texas Rangers e Los Angeles Dodgers. A Citi Field gli Indians perdono anche gara 2 nonostante il fuoricampo del vantaggio colpito da Carlos Santana nel decimo inning. I newyorchesi non si perdono d'animo e trovano il pari con una battuta di Conforto prima di vincere per 4-3 con un singolo di J. D. Davis. I primi a passare in vantaggio sono stati gli Indians con Puig, poi nel quinto inning i Mets segnano due punti con due doppi e mantengono il vantaggio fino ad un triplo di José Ramirez. Per i Rangers si tratta del terzo walk-off in altrettante partite consecutive, arrivato grazie ad una rimonta aperta e chiusa da Hunter Pence con un paio di singoli nel settimo e nono inning. La squadra di Arlington vince per 8-7 dopo aver subito 5 punti dagli Angels nella parte centrale dell'incontro, cosa che li ha visti scendere sul momentaneo 7-4 per gli halos fino alla rimonta orchestrata da Pence e Choo. L'altra squadra di Los Angeles, invece, non riesce a consegnare il successo ad un brillante Walker Buehler (7IP, 5H, 8K), e risolve la partita contro i Blue Jays soltanto al decimo inning, vincendo per 2-1 con walk-off HR di Max Muncy. Proprio un fuoricampo ha portato i Dodgers avanti nel quarto con il 12esimo di Will Smith, ed un altro fuoricampo, nel nono inning contro Kevin Jansen, ha permesso a Rowdy Tellez di pareggiare la partita.

VIDEO: RIMONTA E WALK-OFF METS

VIDEO: IL WALK-OFF DI MUNCY

Un Lucas Giolito da cineteca confeziona il secondo complete game shutout della sua stagione con 12 strikeout in casa dei Minnesota Twins. I Chicago White Sox vincono 4-0 grazie ai due punti del primo attacco firmati da Abreu e Skole, alla valida dello stesso Abreu nel terzo inning e ad un lancio pazzo al quinto inning. Nel resto del match è stato un totale dominio per Giolito, che ha subito solo 3 valide e ha chiuso in bellezza con 115 lanci totali.

VIDEO: LA STRAORDINARIA PARTENZA DI LUCAS GIOLITO

Altro grande protagonista sul monte di lancio è stato Justin Verlander, il quale tuttavia non è andato oltre una sconfitta contro i suoi Detroit Tigers. Il lanciatore degli Astros è stato protagonista di una partita completa ed ha fatto la storia con 11 strikeout, diventando il quinto lanciatore di sempre a lanciare almeno 10 strikeout in almeno 7 partite disputate. Il pitcher ha pagato soltanto due valide, due fuoricampo di Ronny Rodriguez nel quinto inning, e di John Hicks nel nono inning. Gli Astros avevano impattato l'incontro nel settimo con un fuoricampo di Chirinos contro il rilievo Alexander, ma "colpevole" della sconfitta è stato proprio Chirinos (4-4) il quale si è lasciato ingolosire dalla possibilità di un cycle e si è visto eliminare in terza base, per l'ultimo out.

VIDEO: DUE FUORICAMPO, E UN ERRORE DI VALUTAZIONE DA PARTE DI CHIRINOS, STENDONO UN DOMINANTE VERLANDER

È andata bene, invece, a Teheran, artefice, insieme a Newcomb e Tomlin, dello shutout degli Atlanta Braves, che vincono per 5-0 contro i Miami Marlins. La squadra di Atlanta si porta in vantaggio nel primo inning con tre punti battuti da Flowers (triplo) e Hechavarria (HR da due punti). Nel quinto inning chiude il discorso Ronald Acuña Jr con un fuoricampo da due punti.

Jose Castillo ottiene la 12esima vittoria stagionale con sei riprese di qualità e i Cincinnati Reds vincono 4-2 sui San Diego Padres. L'attacco archivia la pratica fra terzo e quarto inning con tre punti al terzo su un singolo e due basi su ball con basi cariche e un fuoricampo di Iglesias. Per i Padres è vano il fuoricampo di Mejia, che si conferma tra i battitori più in forma dei californiani.

Dominio incontrastato anche per Patrick Corbin (8IP, 3H, 2BB, 4K), grande protagonista nel successo dei Washington Nationals per 11-1 contro i Pittsburgh Pirates. La squadra capitolina si è resa protagonista di sei punti nel terzo inning con doppio di Eaton, RBI numero 99 e 100 di Anthony Rendon e 3-run HR di Asdrubal Cabrera. Nell'ottavo inning i Nats segnano altri due punti con doppi di Gomes e dello stesso Corbin, mentre nel nono chiudono i conti con i singoli di Adrian Sanchez e Trea Turner. Nella parte bassa punto della bandiera Pirates firmato Bell.

VIDEO: LA PRESTAZIONE DI CORBIN

Mantengono il ritmo anche i Philadelphia Phillies, che vincono per 5-2 contro i Boston Red Sox a Fenway Park. I Red Sox si portano avanti nelle prime due riprese con un doppio di Devers ed un fuoricampo di Bradley Jr, ma nel quinto inning Porcello cede un punto su lancio pazzo, poi incassa il fuoricampo del vantaggio di Bryce Harper. Nel settimo e nel nono inning protagonista è Corey Dickerson, artefice degli ultimi due punti con un triplo ed un singolo.

VIDEO: HARPER ROMPE GLI EQUILIBRI

Si fermano i St. Louis Cardinals, sconfitti in casa dai Milwaukee Brewers per 5-3 in una partita terminata all'ottavo inning causa maltempo dopo oltre un'ora di sospensione. I Brewers partono forte nel quarto con un singolo di Hiura e fuoricampo da tre punti di Moustakas, mentre il 5-0 arriva doppio di Hiura nel quarto. Non bastano i punti battuti da Fowler e Molina.

Partita rocambolesca a Chicago nord, dove i Cubs vincono per 12-11 contro i San Francisco Giants grazie al decisivo fuoricampo da due punti colpito da Kris Bryant nella parte bassa dell'ottavo inning. Seconda salvezza consecutiva per Craig Kimbrel. L'incontro ha visto altri sei fuoricampo con protagonisti Evan Longoria, Nicholas Castellanos, Kyle Schwarber, Mike Yastrzemski, Stephen Vogt e Kevin Pillar.

VIDEO: IL FUORICAMPO DI BRYANT

Terza sconfitta consecutiva per i New York Yankees battuti ancora dagli Oakland Athletics per 6-4. La squadra californiana è adesso, insieme ai Rays, a mezza partita dai Cleveland Indians per il primo posto wild card, ed a 7 dagli Astros per il primo divisionale. A fine terzo inning il risultato era già 4-1 per gli A's con fuoricampo di Khris Davis (dopo un lungo digiuno) e Marcus Semien. Tra quinto e sesto altri due punti, con singolo di Mark Canha e fuoricampo di Stephen Piscotty.

Gli Orioles hanno subito il 258esimo fuoricampo della stagione (da Whit Merrifield), ma hanno comunque sconfitto i Royals per 8-1 grazie ai fuoricampo di Jonathan Villar, Anthony Santander, Renato Nunez e Hanser Alberto.

Risultato largo anche a Phoenix, dove questa volta gli Arizona Diamondbacks escono sconfitti da Chase Field per 7-2 contro i Colorado Rockies. La squadra di Denver ha segnato due punti nel primo inning (Blackmon e McMahon), tre nel quarto (Nunez, Melville e Tapia) ed un paio tra sesto e settimo (Melville e Blackmon). Inutili i fuoricampo di Marte e Avila.

Vittorie in walk-off per Tampa Bay Rays e Colorado Rockies. Yusei Kikuchi lancia un complete game shutout contro i Blue Jays mentre Ohtani colpisce un fuoricampo nel successo degli Angels. I Dodgers crollano con un grand slam di Ortega ed i Nationals festeggiano otto fuoricampo contro i Brewers. Tre fuoricampo per gli Indians, che evitano una sconfitta nella serie contro gli Yankees. Tornano a vincere gli Astros, i Cubs si aggiudicano il "Little League Classic".

Primo shutout in carriera in MLB per Yusei Kikuchi e i Seattle Mariners si impongono per 7-0 sui Toronto Blue Jays. Oltre alla prestazione del nipponico, i fuoricampo di Kyle Seager, Austin Nola, Tim Murphy e Keon Broxton fanno la differenza.

VIDEO: LO SHUTOUT DI KIKUCHI

I Tampa Bay Rays non sbagliano e con quattro punti negli ultimi due attacchi sconfiggono i Detroit Tigers per 5-4. Detroit vola sul 4-1 grazie ai 3 RBI di Harold Castro e alle 7 riprese con un punto subito di Matthew Boyd, ma nelle ultime due riprese il bullpen di Motown subisce un altro tracollo. Tommy Pham accorcia le distanze con un fuoricampo da due punti nell'ottava ripresa, mentre Ji-Man Choi giustizia gli avversari con un singolo al centro che porta a casa il punto del pareggio e della vittoria per Tampa Bay.

VIDEO: IL WALK-OFF DI CHOI

Gli Indians pareggiano la serie nel Bronx vincendo l'ultimo incontro per 8-4. Inizio favorevole per la tribù che nonostante una occasione persa nel primo inning (Mercado eliminato a casa dal tiro di Urshela) fugge a partire dal secondo inning con una battuta di Greg Allen ed un 3-run HR di Mike Freeman contro C. C. Sabathia. Nel quarto inning Lindor colpisce un fuoricampo dove Judge non riesce ad arrivare e nel sesto la tribù si porta sul 6-0 grazie a Mercado mentre Clevinger si è reso protagonista di 10 strikeout su 5 riprese con appena 3 valide subite e 2 basi su ball concesse. Gli Yankees rompono lo shutout con un fuoricampo da due di LeMahieu, ma Mercado fa lo stesso nell'ottavo. Nel nono altri due punti Yankees contro Brad Hand.

VIDEO: IL 3-RUN HR DI FREEMAN

Un triplo di Jorge Polanco con le basi piene permette ai Minnesota Twins di trionfare ad Arlingto per 6-3 con l'ex closer Rangers Sam Dyson come lancatore vincente. La squadra del Minnesota è partita alla grande con due punti battuti da Marwin Gonzalez nel primo inning, poi si è portata sul 3-0 con sac fly di Rosario nel terzo. I Rangers accorciano nella parte bassa con Mathis, e pareggiano con un solo homer di Choo nel settimo inning proprio contro Dyson.

VIDEO: IL TRIPLO DI POLANCO

Gli Houston Astros tornano a vincere regalando a Zack Greinke (7IP, 4H, ER, 3BB, 6K) il 200esimo successo in carriera. La compagine texana ha vinto per 4-1 rimontando il fuoricampo di Marcus Semien (nel quarto inning) con quello di Bregman (da tre punti) che arriva a quota 30 in stagione. Gli Astros incrementano il vantaggio nel sesto inning con un doppio di Yuli Gurriel.

VIDEO: BREGMAN ARRIVA A 30 FUORICAMPO

Vittoria in rimonta per i Boston Red Sox nel segno di Rafael Devers. Due doppi, un fuoricampo e un singolo con 4 RBI trascinano i BoSox al successo per 13-7. E dire che Baltimore conduceva per 6-0 dopo le prime tre riprese. Dopo aver dimezzato il distacco fra terzo e quarto inning, Boston costruisce sei punti al sesto inning e compie il sorpasso proprio grazie al doppio di Devers, il quale aggiunge un fuoricampo da due punti nel settimo attacco.

VIDEO: DEVERS IL PRIMO A RAGGIUNGERE 100 RBI IN STAGIONE

I Chicago Cubs tornano a vincere una serie in trasferta grazie al 7-1 ai Pittsburgh Pirates nel Little League Classic, a Williamsport, dove è attualmente in svolgimento la Little League Baseball World Series. La squadra di Joe Maddon ha beneficiato di una bella partenza di Quintana (7IP, 5H, 7K) ma soprattutto dei fuoricampo di Castellanos ed Heyward, che hanno aperto la partita, e di Rizzo, che invece l'ha di fatto chiusa. Per i Cubs RBI anche per Schwarber e Kris Bryant mentre l'ultimo è dei Pirates, che evitano lo shutout con HR di Marte nel nono inning.

VIDEO: IL FUORICAMPO DI RIZZO

I St. Louis Cardinals contrastano la rimonta dei Cincinnati Reds e vincono in trasferta col punteggio di 5-4. Il fuoricampo da due punti di Paul Goldschmidt al terzo inning risponde al colpo iniziale di Suarez e i Redbirds consolidano il vantaggio con un punto al quarto e due (fuoricampo di Edman e doppio di Ozuna) al quinto. Sul monte di lancio Jack Flaherty controlla per cinque inning e il bullpen resiste nonostante un punto concesso al settimo e due al nono sul singolo di Barnhart. Per i Reds da registrare l'inning immacolato da Kevin Gausman

Finisce male per i Brewers che tentano di rimontare ma il gap accumulato ad inizio partita è troppo ampio. I Washington Nationals vincono per 16-8 dopo essere passati sul 13-0 al termine delle prime tre riprese grazie ai fuoricampo di Matt Adams, Victor Robles, Brian Dozier, Anthony Rendon e Juan Soto e ad un triplo da due punti di Adam Eaton. I Brewers si fanno vedere con i fuoricampo di Gamel e Moustakas (che si ripete nel nono, assieme ad Arcia, per arrivare a quota 30 in stagione) ma tra quinto e ottavo battono fuoricampo anche Eaton e (nuovamente) Soto e Dozier.

VIDEO: DUE FUORICAMPO PER SOTO

Un big inning da sei punti nel settimo, con RBI di Davis, Rosario, Alonso, Conforto e Ramos, permette ai Mets di rispondere ai quattro punti Royals nel quinto (Merrifield, Lopez, Dozier) e riportarsi avanti per 9-4 in una partita poi vinta per 11-5. La squadra newyorchese era passata in vantaggio con un 3-run HR di Conforto nel primo inning, poi ha segnato altri due punti tra ottavo e nono con doppio di Rosario e il 40esimo fuoricampo stagionale di Pete Alonso.

VIDEO: PETE ALONSO ARRIVA A QUOTA 40 FUORICAMPO

Cadono ancora i Philadelphia Phillies contro i San Diego Padres. Il fuoricampo di Luis Urias al quarto inning e quello di Austin Hedges al settimo sono sufficienti a San Diego per sbancare Citizens Bank Park col punteggio di 3-2. I Phils vanificano una discreta partenza di Carta e non sono riusciti ad andare oltre i due doppi da un punto di Jean Segura.

Colpo gobbo degli Atlanta Braves che in casa gelano i Los Angeles Dodgers per 5-3. Il 42esimo fuoricampo di Cody Bellinger nella prima ripresa frutta tre punti per i losangelini, ma i Braves non mollano. Hechavarria sblocca i suoi con un doppio per l'1-3 poi, dopo che Ronald Acuña Jr. è stato sostituito per non aver corso su una sua lunga battuta contro il muro, il redivivo Rafael Ortega sale in cattedra nel sesto inning con un grande slam che ribalta la partita. I rilievi di Atlanta ottengono gli ultimi nove out e Atlanta protegge il suo vantaggio nella division.

VIDEO: IL GRAND SLAM DI RAFAEL ORTEGA

Un singolo a basi piene di Garrett Hampson è sufficiente ai Colorado Rockies per piegare i Miami Marlins al decimo inning con il risultato di 7-6. La squadra di Denver, avanti per 4-3 a fine ottavo inning grazie ai fuoricampo di Charlie Blackmon e Nolan Arenado (x2), si è fatta rimontare nel nono inning da tre punti di Miami prima di pareggiare nella parte bassa con Blackmon (singolo) e Story (sac fly).

Gli Arizona Diamondbacks superano l'ostacolo Madison Bumgarner e sconfiggono i San Francisco Giants per 6-1 con i fuoricampo di Wilmer Flores e David Peralta e le battute di Adam Jones (triplo) e Josh Rojas.

I Los Angeles Angels sconfiggono i Chicago White Sox per 9-2 grazie alla sicurezza di Griffin Canning (7IP, 5H, ER, 8K, BB) ed ai fuoricampo di Matt Thaiss (da tre punti), Kole Calhoun, Shohei Ohtani e Bemboom (primo "boom" in carriera). Per i White Sox home run di Eloy Jimenez, nel nono inning, che arriva a quota 22 in stagione.

VIDEO: IL FUORICAMPO DI OHTANI

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk