Non delude l'avvio della serie più attesa del weekend, quella di quattro partite tra Cleveland Indians e Minnesota Twins, con la vittoria della Tribù dopo un match soffertissimo ma sempre controllato. Continua la cavalcata degli Yankees nel segno di un ex-Indians, Gio Urshela, che per la seconda notte consecutiva batte un multi-home run game (come successo nella notte anche a Castellanos e Dozier), mentre la scena dedicata ai lanciatori se la prendono due nomi importanti come Madison Bumgarner e Chris Sale, che guidano Giants e Red Sox al successo grazie ad incredibili performance. 

Il primo atto della serie più attesa, quella tra Cleveland Indians e Minnesota Twins che può decidere le sorti dell'AL Central, prende la strada dell'Ohio. Gli Indians vanno ad una sola partita di ritardo dalla vetta vincendo per 7-5 una partita partita che può apparire tirata (e così è stata), ma con la Tribe mai andata sotto nel punteggio grazie ad un avvio migliore di Clevinger in pedana rispetto a Gibson dall'altra parte. Per due volte, prima al doppio di Kipnis nel quarto inning e poi a quello di Ramirez nel quinto, Cleveland è stata in vantaggio di quattro lunghezze, venendo però sempre avvicinata da dei coriacei Twins, tanto che nell'ottava ripresa – dopo l'RBI double di Sano – Minnesota era sotto di un solo punto (6-5) con due corridori in base. Nemmeno al fuoricampo di Naquin i tifosi Indians hanno potuto tirare un sospiro di sollievo, visto che nella parte basse dell'ultimo inning Minnesota si è ritrovata in una situazione di basi cariche, senza però riuscire a sfruttarla a proprio favore.

Chi fermerà Gio Urshela? Il terza base colombiano si conferma caldissimo e per la seconda partita consecutiva batte due fuoricampo in una singola partita, rendendosi protagonista nel 12-6 con cui i New York Yankees superano i Blue Jays. Oltre alla straordinaria prestazione di Urshela ci sono anche le tre valide di LeMahieu, Maybin e i quattro punti portati a casa da Tauchman (autore anche di un home run) per consentire ai Bronx Bombers di acquisire un importante vantaggio dopo soli tre inning e gestire per il resto del match, arrivando così alla nona vittoria consecutiva. Toronto prova ad avere un moto d'orgoglio segnano quattro punti nella quinta ripresa contro Domingo German (15esima vittoria stagionale) ma senza mai realmente impensierire i leader dell'American League East.

Madison Bumgarner contro Aaron Nola era il matchup che tutti stavano aspettando, e non ha tradito le aspettative, specie per merito di un grandioso MadBum autore di una one-hitter in sette riprese lanciate che ha dato la forza ai San Francisco Giants di superare per 5-0 i Phillies. Yastrzemiski (doppio, fuoricampo) porta a casa tre dei cinque punti totali dei Giants ed approfitta degli spiragli lasciati aperti da Nola e Pivetta (entrato del sesto inning come rilievo) nel momento in cui vedevano il proprio attacco soccombere ai lanci di Bumgarner. La prima, ed unica, valida dei Phillies arriva nella sesta ripresa dalla mazza di Cesar Hernandez (singolo), ma non è sufficiente per creare problemi ai Giants che con questo successo tornano in scia wild card dopo aver leggermente rallentato il passo in questo inizio agosto rispetto alla straordinaria marcia del mese precedente.

Con un lampo del miglior Chris Sale (8 IP, 2 H, 0 ER, 0 BB, 13 K) in appena due ore e sedici minuti i Boston Red Sox archiviano la prima partita contro gli Angels vincendo per 3-0. Ohtani (doppio) e Trout sono gli unici a raggiungere la base contro i perfetti lanci di Sale, dietro ai quali un attacco non certo scoppiettante (buona prova anche per Peters ed il bullpen losangelino) riesce ad ottenere un tesoretto di vantaggio da custodire battendo due fuoricampo, prima con Travis nel secondo inning (da due punti) e poi con Leon nel quinto.

I Miami Marlins schiantano Dallas Keuchel ed i Braves imponendosi per 9-2 grazie ad una grande prova del partente Hernandez (6 IP, 2 H, 0 ER, 2 BB, 7 K) e della parte alta del lineup, con i primi tre della lista (Berti, Castro, Anderson) autori di otto valide ed otto RBI con cui i floridians si sono portati avanti per 9-0 dopo cinque riprese. Da segnalare in casa Braves il fuoricampo numero 30 in stagione per il RoY dello scorso anno Acuna Jr.

Sono trenta le valide totali nel match tra Chicago Cubs e Cincinnati Reds, con la vittoria dei primi per 12-5. Il neo-acquisto Castellanos colpisce due fuoricampo, mentre Happ porta a casa quattro punti e pongono certamente due importanti firme sul successo dei Cubs, al pari delle prestazioni da tre valide battute di Bryant e Lucroy. Egregia prova in casa Reds per Aquino, il quale batte un fuoricampo, collezione 3 RBI ed anche un'assistenza difensiva per eliminare Castellanos in seconda base.

Ben dodici i lanciatori utilizzati in una sfida dai continui ribaltamenti di fronte come quella tra Detroit Tigers e Kansas City Royals. Alla fine a spuntarla sono stati i Tigers con il walk-off home run di Jordy Mercer che ha fissato il punteggio sul 10-8, al quarto cambio di leadership. Infatti nel segno di Hunter Dozier (due fuoricampo nella notte) i Royals erano riusciti a colpire duro fin dall'inizio il partente avversario Boyd, andando due volte in vantaggio, nonostante un secondo inning da cinque punti per Detroit, anche grazie l'home run da tre punti di Gordon che nella parte alta del sesto inning dava a Kansas City un vantaggio per 8-7; prima pareggiato dal fuoricampo di un protagonista inaspettato come Demeritte e poi ribaltato nel momento topico da Mercer.

Vincono i San Diego Padres contro i Rockies e lo fanno per 9-3 in una sfida che Colorado controlla dal punto di vista offensivo (13-8 il conto delle valide), ma spreca con tre errori difensivi che conducono a cinque punti per i californiani. L'avvio è ben battagliato, ma una volta giunti nel quinto inning sul 3-3 i Padres dilagano in un festival di imprecisioni, lanci pazzi ed il doppio di Myers che è l'unico RBI “tradizionale” di una ripresa da ben cinque punti segnati. A chiudere i conti ci pensa Margot nella parte bassa dell'ottavo con una linea che si schianta oltre le recinzioni.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk