Sorridono Padres, Red Sox, Indians e Dbacks, che arrivano alla pausa All-Star spazzando le loro avversarie. Sconfitte per Twins e Yankees e per Cubs (nuovo fuoricampo per Robel Garcia), Brewers e Cardinals, che perdono il no-hitter di Flaherty a causa di un fuoricampo di Longoria. Partita pirotecnica a Houston tra Astros e Angels, ma tanta paura per Lucroy, vittima di un bruttissimo scontro al piatto con Jake Marisnick. Ai Mariners non basta un super Narvaez.

I San Diego Padres riescono nell'impresa di spazzare i Los Angeles Dodgers vincendo per 5-3 con due bombe di Fernando Tatis e chiudono la prima parte di stagione con record di .500 (45-45) per la prima volta dal 2010. Fernando Tatis Jr invece diventa il primo rookie in MLB ad arrivare alla pausa dell'ASG con almeno 10 fuoricampo (ne ha 14), più di 10 rubate ed una OPS superiore a .950 da quando ci riuscì Mike Trout nel 2012. Va da sé affermare che il protagonista di giornata è stato proprio il fenomenale rookie dei Padres, protagonista di un fuoricampo già nel primo inning contro Ross Stripling, che ne ha incassato un altro da Manuel Margot nel secondo. Muncy prova ad accorciare, ma con due uomini in base nel quinto inning Tatis Jr allunga di nuovo spedendo la palla oltre l'esterno sinistro. I Dodgers provano a recuperare con Turner (fuoricampo) e Verdugo ma il bullpen è attento, regala a Lucchesi la settima vittoria e festeggia la 30esima salvezza di Kirby Yates.

VIDEO: I DUE FUORICAMPO DI TATIS JR

Un doppio di Eduardo Escobar nel terzo inning ed un big inning da quattro punti nel sesto firmato Christian Walker (singolo) e Nick Ahmed (3-run HR) permettono ai Dbacks di resistere ai fuoricampo di Iannetta (da due punti) e di Story battuti tra ottavo e nono e di vincere con il risultato di 5-3 garantendo al 25enne Alex Young il secondo successo stagionale dopo un no-hit in sei riprese.

Partita finita con il minimo scarto ad Oracle Park, dove i Cardinals perdono ancora tempo e strada, sconfitti dai San Francisco Giants con il risultato di 1-0 conquistato dalla formazione di casa grazie ad un fuoricampo di Evan Longoria nel settimo inning che ha interrotto un no-hit di Flaherty (7IP, 2H, ER, BB,  6K) e consegnato a Samardzija la vittoria (7IP, 4H, 2K) mentre Will Smith si mantiene perfetto nel rapporto salvezze/opportunità con 23.

VIDEO: IL FUORICAMPO DI LONGORIA ROMPE IL NO-HITTER

Partita finita con il minimo scarto anche a St. Petersburg, Florida, dove i Tampa Bay Rays hanno salvato la serie contro gli Yankees vincendo per 2-1 grazie ai due punti segnati nel primo inning (RBI di Tommy Pham e Avisail Garcia) contro James Paxton. Per gli Yankees debutta in seconda base Breyvic Valera (1-3) ma nessuno, eccetto Gardner (solo homer nel secondo) riesce a scalfire Charlie Morton (5.2IP, 5H, ER, BB, 10K), che raggiunge quota 10 vittorie in stagione e porta la ERA a 2.32, ed il bullpen, che lancia 3.1 riprese perfette con 4 strikeout.

VIDEO: 10 STRIKEOUT PER MORTON

Fanno festa i Boston Red Sox che spazzano i Detroit Tigers, chiudono la prima parte di stagione con 4 vittorie consecutive e si portano a -9 dagli Yankees grazie al fuoricampo di Vazquez (da due punti), che nel secondo inning è servito a rispondere al doppio del vantaggio di Castellanos battuto nel primo inning. I Sox hanno segnato altri tre punti nel quinto inning con Bogaerts (doppio) e Benintendi, ed il sesto punto nell'ottavo su lancio pazzo. Il 2-run HR di Dixon nella parte bassa completa il 6-3 finale.

Chiude alla grande anche l'altra delusione di questa prima metà, i Cleveland Indians, capaci di spazzare i Reds a Great American Ballpark vincendo la sesta partita consecutiva con il risultato di 11-1 ed arrivando a quota 50 vittorie in stagione. Nella vittoria degli Indians c'è molto di Trevor Bauer (7IP, 4H, ER, 3BB, 9K), sicuramente, ma soprattutto c'è tanto di Greg Allen, capace di battere 4-6 (2 singoli, un triplo ed un fuoricampo) con 2 punti battuti a casa ed una grande presa nell'esterno centro fatta ai danni di José Iglesias nel secondo inning. Gli Indians hanno aperto le danze nel quarto inning (HR di Naquin), poi sono arrivati tre punti nel quinto (SF di Ramirez e HR di Bauers), dove hanno segnato anche i Reds con doppio di VanMeter oltre all'errore di Lindor e la corsa a casa di Peraza che travolge Roberto Perez. Gli Indians si sono riscattati velocemente: Kipnis batte il 5-1 nel settimo, poi nell'ottavo arrivano sei punti proprio con i fuoricampo di Allen (da due punti), di Kipnis e le valide di Naquin, Bradley (doppio) e Plawecki.

VIDEO: LA GIORNATA SUPER DI GREG ALLEN

L'altra rivalità di giornata offre il secondo fuoricampo in MLB di Robel Garcia (nel settimo inning), ma la prodezza del giocatore rilanciato dal baseball italiano non basta ai Chicago Cubs che escono sconfitti per 3-1 dalla dimora dei White Sox, che approfittano di tre punti segnati tra quarto e quinto con i fuoricampo dell'ex prospetto Cubs Eloy Jimenez, e di José Abreu.

VIDEO: DUE FUORICAMPO PER ELOY JIMENEZ

Se Cubs e Cardinals perdono, dormono anche i Milwaukee Brewers che, privi di Christian Yelich (ancora problemi alla schiena per il MVP 2018, salterà l'HR Derby di Cleveland), escono sconfitti per 6-5 da PNC Park. I Pittsburgh Pirates, che hanno appena incassato il "mezzo ritiro" di Francisco Cervelli (l'italo-venezuelano, fermo dallo scorso maggio per commozione cerebrale, ha annunciato che non tornerà più a giocare da ricevitore ma che proverà a restare nel giro come infielder), hanno tenuto sempre in mano il pallino del gioco tranne nella parte alta del settimo, dove i Brewers hanno pareggiato momentaneamente per 3-3 grazie ad un fuoricampo di Jesus Aguilar, poi poi ribaltato da quello del 6-3 di Bryan Reynolds mentre nell'ottavo Hiura (HR) riportava i Birrai ad un punto di distanza. Aguilar aveva battuto un altro fuoricampo, nel quinto inning, servito a limare gli RBI di Newman e Musgrove nel secondo inning.

Nella NL East vincono tutte le grandi: gli Atlanta Braves sconfiggono per 4-3 i Miami Marlins e si mantengono saldamente in testa alla division con 54 vinte e 37 perse. La squadra di Atlanta ha goduto di un Keuchel dominante (prestazione rovinata soltanto nell'ottavo inning dove ha messo due uomini in base ed è uscito per lasciare posto a Chad Sabotka, colpevole di aver incassato un fuoricampo da Garrett Cooper) e dei tre punti battuti nel terzo da Freddie Freeman (singolo) e da Josh Donaldson (200esimo fuoricampo in carriera). Nel quinto inning il momentaneo 4-0 di Nick Markakis. I Philadelphia Phillies vincono per 8-3 una partita che i New York Mets non hanno mai messo in discussione. La squadra di Gabe Kapler è partita a razzo con un big inning da quattro punti nel primo inning (doppi di Hoskins, Realmuto e singolo di Bruce) ed ha aumentato il passo nel sesto con fuoricampo di Bruce. Nella parte bassa la squadra di Callaway risponde con un 2-run HR di Alonso (#30 per lui, eguagliato il rookie record di Judge pre-break) ma Bruce è sempre in agguato, e fa doppietta nell'ottavo. Nel nono è invece Hoskins a battere fuoricampo mentre nella parte bassa il terzo punto Mets lo sigla Adeiny Hechavarria con il quinto fuoricampo in stagione. Vincono anche i Washington Nationals, per 5-2, in casa contro i Kansas City Royals, andati a punto solamente nella parte alta dell'ottavo (singolo di Mondesi Jr e doppio di Gordon). Per i capitolini grande prestazione di Patrick Corbin (7IP, 5H, 11K) e punti battuti dai fuoricampo di Brian Dozier (secondo inning), Victor Robles (settimo inning) e dai doppi di Rendon e Kendrick nella parte bassa del nono.

VIDEO: 200ESIMO FUORICAMPO IN CARRIERA PER DONALDSON

VIDEO: I DUE FUORICAMPO DI JAY BRUCE

I Texas Rangers continuano a puntare alla zona wild card e sconfiggono, all'undicesimo inning, i Minnesota Twins con il risultato di 4-1. Nelle ultime 10 partite la formazione di Baldelli ha perso per ben 6 volte, cedendo tre partite ai Cleveland Indians che andranno ad affrontare una volta terminata la parata delle stelle. Per i texani è stato un successo in rimonta: dopo il triplo di Buxton nel secondo inning che ha spinto a casa dalla prima base Miguel Sano, i Rangers hanno pareggiato con un singolo dell'ex Danny Santana nel quarto inning e l'attenzione si è spostata sui due bullpen, protagonisti sin dal secondo inning dopo gli opener Leclerc e Gibson. I lanciatori dei due bullpen hanno trascinato l'incontro fino al secondo extrainning dove i Rangers hanno goduto di due basi su ball e quindi di un fuoricampo di Rougned Odor che ha di fatto chiuso l'incontro. Nulla da fare per i Twins, arrivati in base soltanto con un singolo di Arraez.

VIDEO: IL FUORICAMPO DI ODOR

Finisce all'extrainning anche la sfida di Minute Maid Park dove gli Houston Astros hanno sconfitti i Los Angeles Angels con il risultato di 11-10. Tanta paura però nell'ottavo inning dove, sul nuovo punteggio di 10-10 raggiunto grazie ad un 2-run single di Yordan Alvarez, si è assistito ad un terribile scontro a casa base tra Jake Marisnick e Jonathan Lucroy. Ad avere la peggio è stato, come sempre accade, il ricevitore, trasportato in ospedale per sottoporsi ad una tac per scongiurare le ipotesi commozione cerebrale e frattura del naso. Tornando all'incontro, conclusosi con un walk-off single di George Springer al decimo inning, non ha mai lasciato attimi di respiro. I primi a segnare sono stati gli Astros (2-run-HR di Kemp), ma gli Angels hanno risposto nel terzo con 5 punti (tra cui HR di Ohtani e doppio di Pujols). Nel quarto e nel quinto gli ospiti hanno aggiunto altri due punti con Trout e Lucroy (triplo). Gli 'Stros tornano protagonisti nel quinto con due punti (Alvarez e White), ma Trout allunga con un fuoricampo. Nella parte bassa del sesto però i texani pareggiano con un grand slam di Gurriel, che dura fino ad un nuovo fuoricampo (questa volta da due punti) di Trout nell'ottavo.

VIDEO: IL WALK-OFF DI SPRINGER

VIDEO: IL GRAND SLAM DI GURRIEL

VIDEO: LA COLLISIONE A CASA BASE

Arrivano a 50 vittorie anche gli Oakland Athletics, che sconfiggono i Seatle Mariners a domicilio con il risultato di 7-4. Gli A's segnano 5 punti nel primo inning con 3-run homer di Matt Olson ed un singolo da due punti di Chad Pinder che trova la partecipazione di un errore difensivo dell'esterno sinistro Dylan Moore. Nel secondo Marcus Semien batte il fuoricampo del 6-0 ma tra la parte bassa del secondo e quella del sesto i padroni di casa segnano per tre volte e sempre grazie ad Omar Narvaez (fuoricampo e due singoli). Nell'ottavo è il turno di Laureano (HR) al quale risponde ancora una volta Narvaez con il secondo fuoricampo di giornata e quarto RBI.

Poche emozioni nella partita di coda tra i Toronto Blue Jays e i Baltimore Orioles, finita per 6-1 in favore della squadra di casa. Gli O's hanno segnato solamente nel settimo con fuoricampo di Chance Sisco mentre i Blue Jays hanno goduto del fuoricampo di Lourdes Gurriel Jr (nel primo inning, da due punti), dei doppi di Jansen e Tellez e del singolo di Teoscar Hernandez.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk