I Chicago Cubs mantengono la leadership della NL Central con un leggendario Kyle Hendricks, protagonista di tre valide in battuta (2 RBI) e di otto riprese sul monte di lancio con sole tre valide concesse. Primi due fuoricampo in carriera per Vladimir Guerrero Jr e prime valide anche per Keston Hiura, top prospect dei Milwaukee Brewers. Grande giornata anche per Chris Sale ma i Boston Red Sox si fanno rimontare e perdono all'extrainning tra le mura amiche. Ancora rinviata la sfida tra Yankees e Orioles.

Kyle Hendricks viaggia indietro nel tempo e conclude una prestazione d'altri tempi. Nel successo dei suoi Cubs per 3-1 contro i Cincinnati Reds, è lui il vero protagonista. L'All-Star ha concesso a Cincinnati un solo punto (fuoricampo di Votto nel quarto inning) ed un totale di appena tre valide nel corso di otto riprese (sette strikeout) ed al box di battuta ha concluso con un 3-4 (sì, tre valide) con un doppio da due punti (nel secondo inning) che ha permesso alla squadra di Chicago di segnare i primi due punti della partita. L'ultimo punto arriva nel quinto inning, in rimosta all'homer di Votto, con una volata di sacrificio di Willson Contreras. Bene anche Kris Bryant (3-5) che continua a sembrare sempre di più il giocatore che abbiamo visto fino a due anni fa.

VIDEO: L'INCREDIBILE GIORNATA DI HENDRICKS

Si mantiene sempre più interessante ed avvincente la competizione interna alla NL Central: i Milwaukee Brewers sconfiggono i Philadelphia Phillies per 6-1, ai quali non bastano due straordinarie prese di Bryce Harper. I Brewers subiscono punto solamente nell'ottavo inning (da Segura, in risposta ad un RBI single di Gamel) e fanno debuttare Keston Hiura, che chiude con due singoli su tre turni ed una base su ball. La squadra del Wisconsin si affida ai fuoricampo di Grandal (da tre punti) e di Braun (da due punti) battuti tra secondo e terzo contro Eickhoff. Una lunga striscia di risultati negativi ha allontanato i Cardinals dai piani alti della division, ma la squadra di Shildt ha avuto il coraggio di rialzare la testa bombardando gli Atlanta Braves per 14-3. Mike Foltynewicz è stato vittima di un altra prestazione negativa (4.2IP, 7H, 8ER, 3BB, 4K). Il lanciatore, una delle rivelazioni dello scorso campionato per Atlanta, ha subito tre fuoricampo tra primo e quinto inning (Ozuna, da tre punti; poi Fowler e Molina, ancora da tre punti) su 4 battuti dall'attacco di St. Louis (Wong, da tre punti, contro Venters nel nono inning) ed ha concesso altri punti sulle battute di José Martinez e Jack Flaherty. I Pittsburgh Pirates hanno portato 19 giocatori diversi in Injury List quest'anno eppure non smettono di lottare. La squadra di Hurdle si mantiene vincente con un 6-2 ai danni degli Arizona Diamondbacks che arriva grazie a due fuoricampo da tre punti totali di Josh Bell (tra quinto e ottavo inning) contro Luke Weaver e Zack Godley. Chiude il conto Cole Tucker, con il fuoricampo del provvisorio 6-0. Bell era stato protagonista anche del primo punto di giornata con una battuta che ha sacrificato Polanco in seconda. Per i Dbacks fuoricampo di Kelly e RBI single di Adam Jones.

L'ultima volta che i San Diego Padres sono stati capaci di battere Clayton Kershaw, Chris Paddack era al suo secondo anno di High School e non sarebbe stato selezionato al draft (dai Marlins) prima del 2015. Questa notte i due assi di Dodgers e Padres si sono scontrati ma ad avere la meglio è stato ancora il veterano più volte Cy Young. Paddack è stato rimosso con due eliminati nel quinto inning ed è stato lui a far entrare tutti i punti battuti dai Dodgers, che vincono per 6-3. Paddack però riesce a mantenere l'ERA sotto 2 perché solamente 3 dei punti segnati dai Dodgers sono stati guadagnati per via di un errore di Manny Machado in apertura del terzo innig, dove i Dodgers segnano 4 punti grazie ai fuoricampo di Pederson (100 in carriera) e Bellinger (15 in stagione). I Padres avevano segnato per primi con un fuoricampo di Reyes (nel primo inning) mentre Machado prova a riscattarsi con un fuoricampo da due punti nella parte alta del quarto. I Dodgers però sono in guardia e chiudono l'opera con i punti battuti a casa da Chris Taylor e Cody Bellinger. Per Kershaw (7IP, 5H, 3ER, BB, 5K) arriva il terzo successo in stagione.

VIDEO: IL FUORICAMPO DI BELLINGER

Nella giornata appena conclusa ci sono stati tre incontri di interlega. Nel primo, Chris Sale si è reso autore di una prestazione da assoluto dominatore con 17 strikeout in sette riprese nel corso delle quali ha concesso solamente tre valide pagando un solo errore, un fuoricampo da due punti battuto da Arenado nella parte alta del settimo inning. L'impresa di Sale non ha permesso ai Red Sox di vincere perché nonostante un vantaggio di tre punti alla fine del secondo terzo regolamentare (fuoricampo di Chavis, J. D. Martinez e Devers), i Rockies hanno saputo rimontare e vincere all'undicesimo inning per 5-4 grazie ad un fuoricampo da due punti di Blackmon nell'ottavo inning, ed al decisivo singolo di Reynolds proprio nella parte alta dell'undicesimo. Giornata indimenticabile per Vladimir Guerrero Jr. All'Oracle Park di San Francisco il figlio d'arte conclude con un 3-4, 4 RBI e i suoi primi due fuoricampo colpiti nel primo e nel sesto inning e spediti fuori dall'esterno centro. Grazie alla prestazione di Guerrero i Blue Jays vincono per 7-3 contro i Giants che segnano soltanto con un fuoricampo di Sandoval ed un doppio di Mac Williamson. Nell'altro interleague game di giornata si sottolinea il successo dei Rays nel derby della Florida contro i Miami Marlins padroni di casa. Davanti a poco più di 6 mila spettatori (impianto con una capienza di 36 mila spettatori circa), la squadra di Kevin Cash dà vita ad un assolo che permette di vincere per 4-0 grazie ad una buona prestazione di Charlie Morton e ad un fuoricampo di Avisail Garcia, che batte a casa altri due punti con due singoli.

VIDEO: I 17 STRIKEOUT DI SALE

VIDEO: LA RIMONTA ROCKIES

VIDEO: I DUE FUORICAMPO DI GUERRERO JR

Vincono in shutout anche i Cleveland Indians, che lasciano Chicago sud con una vittoria per 9-0 arrivata grazie a ben cinque fuoricampo ed a 7 riprese di Carlos Carrasco (6H, 6K). Il debuttante Mercado chiude con uno 0-3 ed un colpito che gli regala la prima base in carriera, e, assieme a Lindor (0-5) è l'unico del lineup a non battere valida. Il primo punto lo batte Roberto Perez con il primo homer di giornata seguito poi da un 2-run HR di Luplow (per l'ex Pirates 3° fuoricampo in due partite contro Banuelos). Luplow si ripete nel sesto inning (dopo l'homer di Bauers e gli RBI battuti da Kipnis e Santana) con il quarto fuoricampo stagionale (tutti battuti contro i White Sox) mentre Ramirez va in back-to-back per il provvisorio 8-0. Completa l'opera Roberto Perez, che chiude la partita spedendo a casa Mercado con un singolo. A fine giornata però la squadra di Francona rimane a 4 lunghezze dai Minnesota Twins, che sconfiggono i Los Angeles Angels con il risultato di 4-3. I Twins chiudono il quarto inning avanti 4-0 grazie ad un singolo di Rosario, un fuoricampo da due punti di Garver ed un doppio di Buxton, determinante ai fini del successo nell'ottavo inning, grazie ad un tiro che elimina Ohtani a casa base. Per Ohtani non è stato l'unico out tra le basi. La super star giapponese è stata eliminata in terza nel sesto inning da un tiro di Max Kepler. Gli Angels avevano appena segnato 3 punti con Fletcher e proprio con Ohtani (batte 3-4).

VIDEO: I DUE FUORICAMPO DI LUPLOW

VIDEO: BUXTON SALVA I TWINS

I Mariners ci riprendono gusto e si sbarazzano degli Oakland A's per 4-3. Seattle si affida come al solito ai fuoricampo (Vogelbach e Beckham nel secondo inning). Determinante quello di Haniger (da due punti) che nella parte bassa del quinto inning è servito a rispondere al provvosorio pari di Laureano e Grossman su errore di Tim Beckham. Gli A's segnano il terzo punto nel settimo inning su singolo di Grossman, ma i Mariners chiudono le file con uno spettacolare Roenis Elias, protagonista di 5 strikeout in due riprese ed un terzo.

Una vittoria ed una sconfitta in due blowout game per le squadre texane contro due compagini della AL Central. I fortunati sono gli Astros, che si sbarazzano dei Detroit Tigers per 11-4. Gli ospiti battono un totale di tre fuoricampo, tre doppi e due tripli in un festival di punti e di valide. Apre le danze Carlos Correa (fuoricampo da tre punti), ed a fine secondo inning gli 'Stros erano giù sul 6-0. Tra terzo e quinto colpiscono altri due fuoricampo (Diaz e Springer, quest'ultimo dentro il campo), in risposta ai punto di Detroit battuti da Jones e Ronny Rodriguez (nel sesto inning torna protagonista con un fuoricampo da due punti). Completa l'opera il cubano Aledmys Diaz, che batte altri due punti con un singolo ed una volata di sacrificio. I Texas Rangers segnano 4 punti nel terzo inning (doppi di Forsythe e Gallo, singolo di Andrus) ma si arrendono ai Royals, che vincono per 11-5. I Royals colpiscono 9 punti nelle prime 2 riprese senza battere fuoricampo ed affidandosi esclusivamente a 4 doppi e 3 singoli Nel settimo inning completano l'opera con un altro doppio (Merrifield) ed un altro singolo (Nicky Lopez) prima del triplo del quinto punto texano battuto da Forsythe.

VIDEO: L'INSIDE-THE-PARK HR DI SPRINGER

Howie Kendrick entra come pinch-hitter, nell'ottavo inning, per la 1500esima partita in carriera e la 6000esima apparizione al piatto ed è stato probabilmente il secondo interessante highlight di giornata per quanto riguarda i Washington Nationals, sconfitti in casa dai Mets per 6-2. Il primo è stato di sicuro il fuoricampo di Robles nel settimo inning, poca roba in confronto al grand slam di Wilson Ramos nel primo inning. I Mets segnano ancora con un doppio di Nimmo nel secondo inning e chiudono ogni tipo di discorso nel nono con un fuoricampo di Dominic Smith. Syndergaard, che ferma i Nationals per otto riprese, festeggia il terzo successo in campionato.

VIDEO: IL GRAND SLAM DI RAMOS

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk