Una giornata all'insegna del due: due sono i grand slam con i quali gli Astros sono riusciti a sconfiggere i Seattle Mariners, due anche i fuoricampo colpiti da Meadows, Lowe, Eloy Jimenez, Willson Contreras ed Anthony Rendon. Due, infine, i successi consecutivi di Red Sox, Cubs e Giants.

 

Il fuoricampo nel nono inning battuto da Tom Murphy è una magra consolazione per i Seattle Mariners, sconfitti in casa dagli Houston Astros per 10-6. La squadra di Seattle perde dunque la striscia di vittorie, ma proprio quando sembrava tutto perduto arriva a 16 partite consecutive con almeno un fuoricampo. Gli Astros festeggiano due grand slam (il primo di Altuve, nel sesto inning, il secondo di Gurriel, nell'ottavo) contro i rilievi Armstrong e Alaniz che arrivano dopo un 2-run homer di Springer, servito ad accorciare le distanze dopo l'ottimo inizio dei Mariners, protagonisti di 3 punti segnati tra primo e secondo inning con i singoli di Beckham e Santana. A proposito di fuoricampo: i Rays ne sbattono fuori cinque (ben quattro con Meadows e Lowe) e superano i Toronto Blue Jays per 11-7. Per la settima partita consecutiva i Rays aprono con un punto segnato nel primo inning (record di franchigia) grazie al primo fuoricampo di giornata per Austin Meadows. Il secondo arriva nel terzo inning e fa da apripista per un big inning (4 punti) che porta le firme di Brandon Lowe (fuoricampo) e Kevin Kiermaier (triplo). Lowe trova il suo secondo homer nel settimo (per il provvisiorio 8-0) ma nella parte bassa i canadesi spaventano la formazione della Florida segnando 6 punti (due arrivati con un fuoricampo di Maile) e nell'inning successivo riescono addirittura a portarsi ad una lunghezza sfruttando un errore difensivo. La vena realizzativa dei Blue Jays però si chiude qui mentre i Rays riprendono le attività nel nono inning segnando 3 punti con un doppio di Zunino ed un fuoricampo di Adames.

VIDEO: I GRAND SLAM DI ALTUVE E GURRIEL

Quattro homer sono più che sufficienti ai Chicago Cubs per superare i Los Angeles Angels a Wrigley Field. La formazione di Maddon vince per 5-1 dopo essersi portata in vantaggio nel primo inning con le bombe di Rizzo (da due punti) e Contreras. Nel quarto inning Pujols prova a scuotere i suoi compagni con il numero 635 ma nella parte bassa Bote riallunga e, due riprese più tardi, Contreras colpisce il suo secondo fuoricampo di giornata. Brilla anche Cole Hamels, che registra 8 riprese con 6 strikeout.

VIDEO: DUE FUORICAMPO PER CONTRERAS

I Milwaukee Brewers resistono all'assalto finale dei Dodgers e vincono la loro nona partita in stagione, con il risultato di 8-5. Yasmani Grandal coglie la sua prima rivincita personale contro la sua ex squadra portando i Brewers due volte in vantaggio prima con un singolo (nel primo inning), poi con il suo quarto fuoricampo stagionale (nel quinto inning e per il provvisorio 6-5). Nel mezzo, per i Dodgers, i fuoricampo di Seager, Bellinger e Pederson che non servono a vincere il duello con i battitori dei birrai, i quali replicano con un fuoricampo di Hernan Perez. Nel settimo e nell'ottavo i punti (battuti da Aguilar con un doppio ed una sac fly) che servono a rafforzare ulteriormente il risultato. La sconfitta dei Dodgers va a tutto vantaggio dei San Diego Padres che escono dal diamante di Chase Field con una vittoria di misura, per 2-1, contro gli Arizona Diamondbacks e godono ancora una volta grazie al coraggio avuto nel riempire le tasche di Manny Machado e nel promuovere senza indugi Tatis Jr. L'ex Orioles e Dodgers prima è stato protagonista in battuta con un fuoricampo nel primo inning contro Luke Weaver, poi è stato protagonista in difesa con una brillante giocata per eliminare in prima base Carson Kelly nel corso dell'ottavo inning. I Dbacks pareggiano nel terzo grazie ad una delle poche valide concesse da Paddack, ma Tatis Jr non aspetta oltre e nel settimo inning spedisce Wil Myers a casa base con un doppio dei suoi.

VIDEO: IL FUORICAMPO DI GRANDAL

VIDEO: LA GIOCATA DI MACHADO

A San Francisco serve l'equivalente di due partite per decidere la sfida tra Giants e Colorado Rockies, terminata alla diciottesima ripresa con la vittoria dei padroni di casa per 3-2, grazie ad una "svista" del ricevitore Iannetta sul tiro a casa di Ian Desmond, spostato per l'occasione dall'esterno centro in seconda base con l'intento di formare un infield a 5 (in battuta, con le basi piene, c'era Erik Kratz). L'ex Angels lascia scoperto il piatto di casa base, permettendo a Belt - che pochi istanti prima aveva "accarezzato" il walk-off HR, di segnare il punto vincente. Il walk-off di Kratz ha interrotto 10 innings di nulla, dove a dominare sono stati lanciatori i quali hanno concesso solamente poche valide alle mazze avversarie.

Secondo successo consecutivo per i Red Sox, che a Fenway Park hanno la meglio sui Baltimore Orioles (6-4). Ulteriore nota positiva il primo successo stagionale di un partente, Eduardo Rodriguez, che lascia il monte con 2 punti guadagnati su 6.2 riprese lanciate. I campioni in carica partono bene contro Hess con un solo homer di Benintendi per poi allungare nel quarto con gli RBI di Bogaerts e di Eduardo Nunez. Dopo i due punti segnati dagli Orioles (fuoricampo di Smith nel settimo) i Sox rispondono con altri 3 punti tra settimo e ottavo. Vano il 2-run HR di Renato Nunez nel nono inning. Giornata ulteriormente positiva per i Red Sox se si pensa alla contemporanea sconfitta casalinga rimediata dai New York Yankees per mano dei Chicago White Sox, in una partita terminata al settimo inning, causa inclementi condizioni atmosferiche, sul 9-6. Si registrano i primi fuoricampo di Eloy Jimenez (nel quinto e nel settimo inning) che arrivano dopo quello di Yonder Alonso e prima di quello di James McCann. Eppure gli Yankees erano partiti forti di un 4-1 dopo due riprese (RBI di LeMahieu, Romine e Judge), e, dopo un doppio da due punti di Leury Garcia, mantenevano alto il morale con un fuoricampo da due punti di Brett Gardner. A partire dal quinto inning però cambia tutto: i White Sox colpiscono quattro fuoricampo annullando un RBI single di Gio Urshela.

VIDEO: I DUE FUORICAMPO DI ELOY JIMENEZ

Khris Davis batte il quinto fuoricampo nelle ultime 3 partite e diventa il primo battitore del 2019 a raggiungere la doppia cifra, scrivendo anche una pagina importante nella storia degli Oakland A's, visto che mai nessuno era riuscito in questa impresa nelle prime 18 partite di campionato. In una giornata del genere, dunque, gli A's non potevano non vincere e lo fanno per 8-6, in rimonta, in casa dei Texas Rangers. I texani (RBI di Forsythe e Mazara, fuoricampo per Cabrera e Andrus) controllano la gara fino al quinto inning, poi salgono in cattedra gli A's che accorciano sulle battute di Chapman, Davis (scelta difesa) e Piscotty (doppio). Nel settimo inning Laureano pareggia con il terzo fuoricampo in stagione, seguito poi dalla bomba di Davis. Chiude il punteggio un singolo di Josh Phegley.

A SanTrust Park vincono ancora i Mets, con il risultato di 6-2. I newyorchesi rispondono al vantaggio di Atlanta (sac fly Markakis nel primo inning) con un fuoricampo da due punti di Brandon Nimmo e mettono poi in cassaforte il risultato già nel quarto inning, con gli RBI double di McNeil, Cano e Conforto. Per i Braves punto della bandiera battuto nel quinto inning da Ronald Acuña Jr. Vittoria tranquilla per i Philadelphia Phillies che a Marlins Park sconfiggono la squadra di Miami per 9-1. Harper e compagni producono 5 punti nel terzo inning, poi allungano con una sac fly di Hernandez (nel quinto inning) e con un fuoricampo da 3 punti di McCutchen (nell'ottavo inning). Di Austin Dean (sac fly nel settimo inning) l'unico punto dei padroni di casa. Perdono altro terreno i Washington Nationals, sconfitti in casa dai Pittsburgh Pirates per 6-3. La squadra della capitale, in vantaggio per due terzi di gara grazie ad un fuoricampo di Anthony Rendon (replicato poi nell'ottavo) e ad un rbi single del lanciatore Patrick Corbin, è costretta all'extrainning dai Pirates, che nel decimo vincono grazie ad un three-run homer di Colin Moran.

VIDEO: IL FUORICAMPO VINCENTE DI MORAN

I Kansas City Royals riescono a rompere la striscia di 10 sconfitte consecutive grazie ad un successo per 8-1 contro i Cleveland Indians. Una falsa partenza di Carlos Carrasco (sostituito dopo appena 2 eliminazioni e 6 punti subiti) risulta fatale alla tribù che incassa i punti su un RBI triple di Mondesi, un fuoricampo di Alex Gordon (per il suo amico Charlie, un ragazzino che si è dovuto sottoporre poche ore prima ad un intervento chirurgico per la rimozione di un tumore al cervello), una sac fly di Duda e un doppio di Owings. Agli Indians non basta dunque un fuoricampo di Naquin perché poco più tardi è ancora Gordon a portare punti in favore dei Royals. L'ultimo punto segnato è grazie ad una doppia rubata casa-seconda con Owings e Merrifield.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk