La domenica di Pasqua offre tante partite tirate e la resurrezione dei Los Angeles Angels, che tornano al successo dopo sei sconfitte consecutive. Vittorie in walk-off per Yankees e Cubs ed all'extrainning per i Red Sox, mentre a Milwaukee si consuma l'ultimo atto (per il momento) della sfida tra Cody Bellinger e Christian Yelich, i dominatori assoluti della serie di Milwaukee.

 

I sempre più incerottati Yankees si affidano a James Paxton e fanno bene, perché con lui sul monte i Royals non capiscono nulla e l'attacco newyorchese può banchettare a dovere segnando sei punti in cinque riprese (Romine e Frazier, 3-run HR, protagonisti di giornata). L'ex Mariners invece controlla bene la situazione e lancia 12 strikeout (per la seconda volta consecutiva, in MLB era successo solamente due volte) con appena 3 valide subite in 6 riprese. Uscito Paxton, la partita cambia. I Royals segnano sei punti in un inning grazie ai disastri di Green e Ottavino ed ai fuoricampo in back-to-back di Alex Gordon ed Hunter Dozier. Gli Yankees, storditi, riescono comunque a strappare un punto con un singolo di Austin Romine che torna protagonista due inning più tardi, al primo extrainning, con una volata, con corridori in seconda e terza, che cade ai piedi del muro dell'esterno centro regalando ai New York Yankees una vittoria per 7-6 in walk-off.

VIDEO: IL WALK-OFF DI ROMINE

I Chicago Cubs espugnano Chase Field per 2-1 con il secondo ed ultimo walk-off di giornata firmato David Bote, con un singolo, dopo che Jarrod Dyson aveva rovinato una prestazione da incorniciare da parte di Tyler Chatwood (6IP, 2H, 2BB, 3K) con il suo improbabile terzo fuoricampo della stagione. Fuoricampo a parte, i Dbacks sono stati inoperosi per tutta la partita, perché una volta uscito Chatwood hanno avuto problemi anche contro gli altri lanciatori utilizzato da Joe Maddon. Anche i Cubs hanno avuto i loro problemi in attacco, quasi neutralizzati da un Robbie Ray che nel sesto inning, con due eliminati, si lascia sfuggire una fastball che becca il corpo di Rizzo, poi viene punito con un RBI triple di Baez. Non è finita in walk-off, per la soddisfazione dei tifosi Red Sox, ma si è trattata comunque di una partita tirata, finita all'undicesimo inning con sac fly di Vazquez e sesta salvezza stagionale di Brasier. I Boston Red Sox puliscono Tropicana Field con il risultato finale di 4-3. Una partita vivace che ha visto lo scontro tra Tyler Glasnow e David Price, con quest'ultimo che cede per primo, nel terzo inning, quando i Rays segnano due punti con un doppio di Robertson. Boston capovolge l'incontro nel giro di pochi inning con un solo homer di Moreland nel quarto e, nel sesto, con un 2-run single di Bogaerts. Un altro fuoricampo, di Pham, riporta la partita in parità nell'ottavo. L'equilibrio dura fino all'undicesimo inning dove i Red Sox si fanno avanti con Devers e Chavis e vincono ancora contro José Alvarado.

IL WALK-OFF DI BOTE

Era il giorno del suo compleanno, e Joc Pederson lo ha festeggiato alla grande con un 4-5 ma soprattutto con due fuoricampo: uno da primo battitore della partita, l'altro nel quarto inning, per il provvisorio 5-0. I Dodgers, che sul monte schieravano un Clayton Kershaw sul giusto cammino (6IP, 2H, 2ER, 4BB, 7K) vincono per 6-5 dopo aver controllato per tutta la gara, prima di incassare due punti nel quinto da un fuoricampo di Lorenzo Cain e tre punti nell'ottavo con un 3-run HR di Eric Thames. Sarebbe potuto finire ancora peggio per i Dodgers se non fosse stato per Cody Bellinger che prima nell'ottavo inning negava un leadoff homer a Christian Yelich, poi ne batteva uno a sua volta, nel nono inning, con due out e due strike sul conto, contro il rilievo mancino Josh Hader. Questa volta i Brewers non possono far nulla contro Kanley Jansen, che infila tre strikeout di fila su Arcia, Gamel e Cain.

VIDEO: HAPPY BIRTHDAY, JOC PEDERSON

VIDEO: BELLINGER RUBA UN FUORICAMPO A YELICH, POI BATTE QUELLO DECISIVO

Quella tra Astros e Rangers è stata un'altra partita ad alta tensione. La squadra di Arlington riesce ad evitare una sconfitta nella serie vincendo per 11-10, ma gli Astros, dopo un inizio shock da 10-1 al termine del quarto inning per i Rangers (triplo, groundout e sac fly di Gallo, fuoricampo per Pence e Forsythe e doppio di Andrus) riescono a rimontare segnando 5 punti nel sesto inning con i fuoricampo di Bregman e Brantley (back-to-back) un triplo da due punti di Aledmys Diaz e e con una volata di sacrificio di Robinson Chirinos seguiti, tra ottavo e nono inning, dai fuoricampo di Correa, Reddick e Springer e da un walk a basi piene conquistato da Altuve. A lasciare le basi piene sarà poi l'ex Chirinos, che rimedia uno strikeout da Shawn Kelley, appena entrato per Leclerc.

VIDEO: BACK-TO-BACK BREGMAN-BRANTLEY

La rivalità tra Mets e Cardinals assiura sempre scintille e termina per 6-4 con le fiamme di Hicks, che chiude la partita con una fastball a 104 mph. Noah Syndergaard è sempre più lontano dalla sua condizione migliore e tra secondo e quarto inning compromette la partita per i Mets incassando un totale di sei punti (ma solo due guadagnati) dai battitori dei Cardinals, che nel secondo pareggiano con un RBI di Wong e passano avanti di due punti con Goldschmidt. I Mets sprofondano nel terzo inning con gli RBI di Molina e Fowler e dopo essersi provvisoriamente rialzati con un fuoricampo proprio di Syndergaard, tornano a terra puniti da un doppio di Ozuna. I fuoricampo di Cano (quinto inning) e Conforto (settimo inning) servono solo ad accorciare il divario, ma non a far partire una vera e propria rimonta.

VIDEO: IL FUORICAMPO DI SYNDERGAARD

Un'altra partita tesa la si è giocata a Pittsburgh, dove i Pirates di Chris Archer (5IP, 6H, 3ER, 2BB, 2K) si arrendono ai San Francisco Giants di Dereck Rodriguez (5.2IP, 3H, 2ER, BB, 4K) per 3-2. A riempire la partita sono due fuoricampo: di Bell, da due punti nella parte bassa del quarto inning per i Pirates, e di Buster Posey, da tre punti, nella parte alta del quinto per i Giants. In National League altro risultato deciso da un punto a San Diego, dove ai Padres basta un big inning nel terzo per vincere la partita. A soddisfare il pubblico di casa sono Austin Hedges (home run), Wil Myers (2-run double) ed Eric Hosmer (1-run double). I Reds, passati in vantaggio nel secondo inning con Iglesias, hanno provato la rimonta nel settimo con i fuoricampo di Kyle Farmer e di Eugenio Suarez, ma si sono dovuti arrendere per 4-3.

I Nationals di un grande Stephen Strasburg (8IP, 2H, 2BB, 11K) ammutoliscono i Miami Marlins, che perdono in casa per 5-0. Trevor Richards resiste fin quanto può (6.1IP, 6H, 3ER, 2BB, 7), e perde l'incontro nonostante la quality start. I Nats passano avanti nel quarto inning con un solo homer di Ryan Zimmerman, poi aumentano il vantaggio con una sac fly di Kendrick ed ancora con un fuoricampo di Eaton. Nel nono inning secondo fuoricampo di giornata per Ryan Zimmerman, seguito dal 5-0 firmato Difo. Perdono invece i Philadelphia Phillies, per 4-1, contro i Colorado Rockies di Jon Gray, che concede una sola valida su sei riprese. I Phillies segnano solamente nel nono con un singolo di J. T. Realmuto e subiscono, tra terzo e sesto, le battute di Trevor Story, Ian Desmond e Tony Wolters.

VIDEO: LA PARTITA DI STRASBURG

Nell'incontro di interlega perdono ancora i Cleveland Indians, sconfitti in casa dagli Atlanta Braves per 11-5. Non servono a nulla i 5 punti segnati nelle ultime riprese, con la sveglia di Lindor (fuoricampo) che non suona per tutti. I Braves godono di una bella prestazione di Max Fried (6.1IP, 7H, 2ER, 3BB, 6K) e vengono puniti da una disastrosa partenza di Shane Bieber, tolto dal monte nel corso del terzo inning dopo sette punti. Per i Braves in grande spolvero Josh Donaldson, che batte due fuoricampo ed un singolo, e Freddie Freeman, con un doppio e due singoli. Godono invece i Minnesota Twins, che vincono per 4-3 a Baltimore contro gli Orioles e rafforzano il primato divisionale. I Twins segnano 4 punti nelle prime quattro riprese con il solito Astudillo (2 RBI) e con i singoli di C. J. Cron e Jake Cave. Agli O's non bastano i punti battuti da Dwight Smith e Jonathan Villar. Stesso risultato anche a Detroit, dove la squadra di casa resiste all'assalto dei White Sox (Leury Garcia, Tim Anderson) e porta a casa il decimo successo stagionale grazie ai singoli di Brandon Dixon e Miguel Cabrera, al doppio di Niko Goodrum e ad un fuoricampo dell'ex White Sox Gordon Beckham.

VIDEO: I DUE FUORICAMPO DI DONALDSON

Chiudono il pezzo i successi di Los Angeles Angels e Toronto Blue Jays contro Seattle Mariners e Oakland Athletics. Gli Halos tornano alla vittoria, in casa, per 8-6 grazie ai fuoricampo di Kevan Smith, Goodwin e ai due di Tommy La Stella. I Mariners replicano nel quinto inning con i tre fuoricampo di Mitch Haniger, Tom Murphy e Dee Gordon che portano cinque punti, non sufficienti a riaprire la partita. I canadesi vincono per 5-4 con Ken Giles che chiude le porte agli A's con una salvezza da 4 eliminazioni dopo che gli A's riuscivano a riaprire la partita nell'ottavo con gli RBI di Semien, Chapman e Khris Davis. I Blue Jays vanno avanti nel terzo con gli RBI single di Hanson e Grichuk, poi allungano ancora tra sesto e settimo con una sac fly di Rowdy Tellez ed un fuoricampo da due punti di Justin Smoak, protagonista nel secondo inning di una particolare doppia eliminazione.

VIDEO: LAUREANO RUBA UN FUORICAMPO, POI FA PARTIRE UNA DOPPIA ELIMINAZIONE

Cody Bellinger e Christian Yelich non deludono le attese e concludono la loro sfida personale con un fuoricampo per parte. A vincere però sono i Dodgers grazie al miglior pitching. Salutata Seattle, i Mariners ritrovano vittoria e fuoricampo contro gli Angels. Gli Yankees non danno continuità ai successi contro i Red Sox e vengono fermati dai Kansas City Royals di Homer Bailey.

 

Dodgers contro Brewers è anche Bellinger contro Yelich. Nessuno dei due campioni ha tradito le aspettative. Entrambi hanno battuto il loro decimo home run stagionale che permette loro di dividere la leadership MLB con Khris Davis degli Oakland Athletics. Quello di Yelich purtroppo per i Brewers è arrivato troppo tardi ed a portare a casa la posta in palio sono stati i Dodgers, che hanno vinto per 3-1. Cruciale, per i losangelini, è stata anche la prestazione dell'ex teenager-prodigio Julio Urias, bravo a silenziare l'attacco di casa per sei riprese, nel corso delle quali i Brewers hanno battuto una sola valida e sono finiti strikeout per 9 volte in quella che, almeno per il momento, è stata l'ultima apparizione del pitcher messicano nella rotazione di Roberts. I Dodgers hanno segnato tutti i punti nel sesto inning con un solo homer di Bellinger seguito, poco dopo, da un fuoricampo da due punti di Muncy. Nell'ottavo inning Alex Verdugo arresta un tentativo di rimonta di Milwaukee eliminando a casa base Hernan Perez (con un tiro di quasi 99mph). Un inning più tardi, da primo battitore, Yelich la sbatte contro il tabellone luminoso posto ben sopra il muro dell'esterno centro per l'ultimo punto della partita.

VIDEO: IL NUMERO 10 DI BELLINGER

VIDEO: YELICH CONTRO IL TABELLONE

I Seattle Mariners tornano al successo e lo fanno per 11-10 ad Anaheim, in una partita che ha visto succedere molte cose. La squadra di Servais torna a colpire fuoricampo (3, due di Healy ed uno di Narvaez) e dopo aver visto svanire un vantaggio di 10-2 tra parte bassa del settimo e dell'ottavo, ritrova le forze per accantonare la serie negativa. Chris Stratton non riesce a trattenerli ed i M's prendono il largo già a partire dal secondo inning (RBI single di Narvaez e 3-run HR di Healy) e studiano la fuga con Beckham nel terzo (5-0) prima degli RBI di Simmons e Pujols. Nel sesto Healy batte un altro fuoricampo (da due punti), seguito nel sesto nel sesto da Narvaez (da tre punti). Gli Halos però si risvegliano e pareggiano con 7 punti nella parte bassa del settimo (fuoricampo di Calhoun, doppi con RBI per Bourjos, Simmons, Pujols e singolo di La Stella) ed un solo homer di Fletcher nella parte bassa dell'ottavo. Il nono inning si apre con il caso Mallex Smith (eliminato per interferenza soltanto dopo una protesta di Ausmus) e continua con i problemi di Cody Allen, che con due out non riesce a trovare il lancio decisivo e finisce per subire un punto da Jay Bruce. Gli Angels questa volta non rimontano e perdono per la quarta volta di fila.

Il fuoricampo di Freddie Freeman nell'ottavo inning non basta agli Atlanta Braves per rimontare contro gli Arizona Diamondbacks. I serpenti di Torey Lovullo vincono per 4-1 una partita che è rimasta in bilico fino al settimo, dove gli ospiti trovano tre punti con un fuoricampo da due punti di Christian Walker ed un 2-out ground-rule double di Nick Ahmed. I Dbacks erano passati in vantaggio già nel primo inning con una battuta interna di Adam Jones, ed hanno resistito grazie alla bella prestazione di Luke Weaver, che vince la prima partita stagionale grazie ad una prestazione da 5IP, 4H, BB, 9K. Prime vittorie stagionali raccolte anche da Patrick Corbin e Tanner Roark. Il primo, ex Dbacks, domina a Washington contro i Giants, sconfitti per 4-2. Corbin ha concesso solamente due valide (due doppi, di Longoria nel quinto e di Kratz nell'ottavo inning), con la seconda che ha spezzato anche lo shutout permettendo l'arrivo a casa di Longoria (colpito). I Nationals erano già avanti grazie ai doppi di Ryan Zimmerman (primo inning) e Juan Soto (terzo inning). Nel quarto inning Difo colpisce il suo secondo fuoricampo in stagione mentre Yan Gomes, nel quinto inning, trova un RBI grazie ad un walk a basi piene. Tanner Roark ringrazia il suo attacco e vince dopo una prestazione da 5.1IP con 4H, ER, 2BB, 5K. I Cincinnati Reds segnano 4 punti (tutti grazie a fuoricampo) ed espugnano San Diego per 4-1. Joey Votto colpisce il suo primo leadoff HR in carriera. Gli ospiti aspettano fino al quinto inning prima di attraversare nuovamente casa base e lo fanno due volte, grazie ad un fuoricampo da due punti di Tucker Barnhart. La risposta dei Padres arriva solo nel sesto con un doppio di Machado che però non basta ad alimentare la fiamma. L'ultimo punto arriva nel nono, con un solo homer di Jesse Winker.

Due fuoricampo e 5 RBI di McMahon seppelliscono i Philadelphia Phillies e consentono ai Colorado Rockies di vincere la quarta partita di fila, con il risultato di 6-2. La partita si sblocca nel sesto, dopo i domini di Eflin e Freeland. È proprio McMahon a battere a casa i primi tre punti con il suo primo homer stagionale. Realmuto carica i suoi con un 2-run HR nella parte alta del settimo, ma i Rox sono in agguato e prima si tutelano con una sac fly di Story, poi chiudono il match con il secondo homer di McMahon, da due punti.

VIDEO: I DUE FUORICAMPO DI MCMAHON

I New York Yankees non danno seguito ai due successi contro i Boston Red Sox e si arrendono ai Kansas City Royals, che vincono per 6-1 nella tana del lupo grazie ad un Homer Bailey sempre più in forma (6IP, 3H, ER, BB, 6K) e ai due fuoricampo di Soler e O'Hearn colpiti tra secondo e quarto inning contro Domingo German. I Royals avevano già segnato nella parte alta del primo inning con un doppio di Alex Gordon e, dopo i due fuoricampo, una volta uscito German tartassano anche il bullpen con i punti battuti tra settimo e nono da un doppio per regola di campo di Merrifield e due volate di sacrificio di Mondesi. Per gli Yankees l'unico punto arriva nella parte bassa del primo con una sac fly di Gleyber Torres. A perdere però sono anche i Tampa Bay Rays, che si arrendono agli Orioles vincitori all'undicesimo inning per 6-5. Alla formazione di Kevin Cash non bastano le 4 valide di Pham. Con la sua prima valida dell'incontro portava i Rays in vantaggio nel primo inning, e con la seconda (un solo homer) pareggiava nel terzo il vantaggio O's arrivato con i singoli di Nunez e Rickard. Gli Orioles si riportano avanti con un solo homer di Pedro Severino e tra settimo ed ottavo allungano sul 5-2 con Richie Martin e Dwight Smith. I Rays sono però ancora vivi e tra ottavo e nono pareggiano con un doppio di Zunino ed solo homer di Avisail Garcia, che forza l'extra inning prima della quarta valida di Pham e di uno strikeout rimediato da Choi. Nel decimo è sfida a suon di strikeout (tre per parte) tra Alvarado e John Means mentre nell'undicesimo gli ospiti trovano la forza di battere tre valide con due out, segnando dunque nuovamente il punto del sorpasso con il decisivo doppio Rickard.

VIDEO: LE QUATTRO VALIDE DI PHAM

I Minnesota Twins perdono una grande occasione di mettere ulteriore pressione ai Cleveland Indians ed in casa vengono superati dai Toronto Blue Jays per 7-4. La formazione canadese è la prima a rompere il ghiaccio con il quarto fuoricampo stagionale di Grichuk, nel primo inning. I Twins però rispondono nel terzo inning e segnano 3 punti con Rosario (HR) e le battute di Schoop (singolo) e Buxton (battuta interna per eliminazione in seconda). Quello della formazione di casa è stato però soltanto un exploit perché nel quarto attacco i Blue Jays fanno sul serio e segnano cinque punti con un fuoricampo da due punti di Smoak ed un doppio a basi piene del redivivo Eric Sogard. Nell'ottavo fuoricampo di Teoscar Hernandez e di Eddie Rosario.

VIDEO: DUE FUORICAMPO PER EDDIE ROSARIO

Blowout game a Detroit dove i Tigers vincono per 9-7 senza l'ausilio di fuoricampo, ma con i doppi di Miguel Cabrera, Greiner (che serve anche per il primo punto della partita nella parte bassa del secondo), Nick Castellanos (ne batte due, uno nel terzo inning e l'altro nel settimo, per il provvisorio 5-5) e Niko Goodrum (settimo inning). A battere fuoricampo sono invece i White Sox (Jimenez, Cordell e Castillo) che ne battono tre da cinque punti totali tutti tra sesto ed ottavo inning, dove la formazione di Rick Renteria segna sei punti. Ma non basta a vincere perché i Tigers sono attentissimi e replicano ad ogni punto. Nell'ottavo inning lo fanno con il minimo sforzo grazie a due volate di sacrificio di Castellanos e Miguel Cabrera arrivate con le basi riempite grazie agli hit by pitch rimediati da JaCoby Jones e Josh Harrison.

Giornata caratterizzata da due doubleheader, ma soprattutto da fuoricampo e pioggia (che costringe al rinvio Tigers e White Sox e ferma l'incontro tra Pirates e Giants dopo 5 riprese). I Twins colpiscono 11 fuoricampo in due partite, i Mariners ne battono altri 4 così come gli Yankees. Due ne colpisce Christian Yelich (che arriva subito a 13 fuoricampo in stagione), mentre Benintendi batte un grand slam che risulta essere fondamentale nel successo dei Red Sox contro i Rays.

 

Il doubleheader tra Minnesota Twins e Baltimore Orioles si è trasformato in una cascata di fuoricampo. I Minnesota Twins hanno vinto entrambe le partite grazie ad un totale di 11 pepitoni sparati oltre le recinzioni di Orioles Park. La prima partita se la sono aggiudicata con il risultato di 6-5 grazie ai due fuoricampo di Eddie Rosario ed a quello di Astudillo. E non è stato facile, perché Berrios non era partito nel migliore dei modi subendo due fuoricampo nel terzo inning (back-to-back Smith-Nunez) ed uno nel sesto inning da Severino, ma quest'ultimo solamente quando i Twins avevano ormai in pugno la partita. La seconda partita è stata portata a casa per 16-7 grazie ad 8 fuoricampo di marca Twins (2 per Nelson Cruz, Mitch Garver e l'ex Schoop; uno per Eddie Rosario - il suo terzo di giornata e 5° in 3 partite - e C. J. Cron), con Alex Cobb arresosi dopo 8 eliminazioni e con 9 punti subiti. Gli Orioles di fuoricampo ne hanno battuti 3 (due di Nunez, uno di Hanser Alberto), ma solamente a partire dalla parte bassa del quarto inning, quando la partita era già compromessa (13-0 al termine della parte alta del quarto inning). Nel nono inning spazio a Chris Davis come lanciatore: lo slugger degli Orioles incassa un fuoricampo dal suo ex compagno di squadra Jonathan Schoop, ma poi elimina per strikeout Adrianza grazie ad una fastball a 82mph (ma con movimento) e termina con una linea di 1IP, 2H, ER, BB, K.

VIDEO: I DOPPI FUORICAMPO DI CRUZ, GARVER E SCHOOP

Il secondo doppio confronto di giornata ha visto protagonisti gli Indians e gli Atlanta Braves. Gli Indians hanno portato a casa il primo incontro per 8-4 grazie ad un big inning da sei punti nel quinto (RBI di Greg Allen, Naquin, Moroff e Leonys Martin) e grazie ad una discreta partenza di Corey Kluber (7IP, 5H, 4ER, 2BB, 8K). Il secondo confronto è stato portato a casa però dagli Atlanta Braves, in rimonta, per 8-7. Gli Indians avevano festeggiato il rientro nel lineup di Francisco Lindor (1-5, K) partendo a tavoletta con 7 punti segnati nelle prime due riprese (protagonisti Carlos Gonzalez, José Ramirez, Carlos Santana e Jake Bauers) ma poi subiscono un punto nel quinto inning (triplo di Flowers) e, una volta uscito Bauer, il bullpen va in cortocircuito con Otero che incassa un fuoricampo da due punti da Swanson per il provvisorio 7-3. Nel nono inning ulteriore annebbiamento per i lanciatori di casa che con due eliminati e basi piene subiscono 5 punti dalle valide Ozzie Albies e Ronald Acuna Jr e dalla basi su ball conquistate da Donaldson e Freddie Freeman.

Christian Yelich batte altri due fuoricampo, arriva a quota 13 in stagione ed i Milwaukee Brewers evitano la possibilità di uno sweep chiudendo la porta in faccia ai Dodgers con un 5-0 e solamente 2 valide concesse dal monte di lancio. Tutti via fuoricampo i punti battuti dalla squadra di Counsell: Yelich li ha battuti tra terzo e sesto inning, mentre nel settimo spazio al 3-run HR di Ryan Braun. Quello dei Brewers non è stato l'unico shutout della giornata. Lo fanno anche gli Arizona Diamondbacks che condannano i Chicago Cubs ad una sconfitta per 6-0. Ottima la prestazione di Zack Greinke (6IP, 3H, 2BB, 4K) mentre Taylor Clarke, al suo debutto assoluto in MLB, lancia per 3 riprese da rilievo (H, 2K) e converte la sua prima salvezza in carriera nei bigs. Giornata importante anche per l'attacco che trova 3 fuoricampo contro Darvish e Webster: back-to-back nel primo inning Escobar-Peralta e nel sesto inning 2-run HR di J. R. Murphy.

VIDEO: 2 HOME RUN PER CHRISTIAN YELICH

José Alvarado incassa il primo punto in 11 partite da rilievo e 10 riprese lanciate, ed i Boston Red Sox vincono anche il secondo confronto della serie a St. Petersburg con il risultato di 6-5. Gli ospiti segnavano 5 punti nel secondo inning godendo di un inizio shock di Charlie Morton che prima riempiva le basi, poi colpiva Leon ed infine incassava un grand slam da Benintendi. I Rays si riorganizzano e riescono a rimontare a suon di tripli (4) e con il quinto fuoricampo stagionale di Yandy Diaz, arrivato nella parte bassa dell'ottavo. La squadra di casa sfodera quindi l'arma letale Alvarado, ma ancora una volta le cose non vanno bene: Chavis, appena chiamato dalle minors, batte un leadoff double e sposta Jackie Bradley Jr in terza mentre Benintendi si erge nuovamente a protagonista con la sac fly del sorpasso.

VIDEO: BENINTENDI CONDANNA I RAYS

Stesso identico punteggio di Tropicana Field (6-5) anche ad Anaheim, dove i Mariners vincono la terza partita consecutiva contro i Los Angeles Angels. Kikuchi vince la sua prima partita in MLB nonostante una prestazione non indimenticabile (5IP, 10H, 4ER, 2BB, 3K) e viene supportato ancora dai fuoricampo, 4, battuti da Mitch Haniger e Daniel Vogelbach nel primo inning, da Edwin Encarnacion nel quinto e da Domingo Santana nel settimo inning. L'unico punto Mariners non arrivato grazie a fuoricampo è stato battuto da Dee Gordon, che nella parte alte del quarto trova un singolo per la valida numero 1000 in carriera. Milestone importante anche per Albert Pujols (1993 RBI) che prima pareggia Babe Ruth nella All-Time RBI list nel terzo inning con un RBI double, poi lo supera nel nono inning con un solo homer contro Swarzak.

I St. Louis Cardinals annientano i New York Mets a Busch Stadium con un Miles Mikolas che lascia solamente 2 punti in 8 riprese (RBI di Rosario e Davis nel settimo inning) e gode di un attacco capace di segnare 10 punti con l'homer di Goldschmidt ciliegina su una torta golosa e pesante. Martinez batte 3 valide e 3 punti a casa mentre Ozuna conquista tre basi su ball per segnare altrettante volte.

I New York Yankees vincono 9-2 contro i Kansas City Royals ma perdono anche Aaron Judge che prima di uscire (si parla di un infortunio ai muscoli del petto) fa in tempo a battere un fuoricampo (nel primo inning) ed un singolo (nel sesto inning, swing che ha provocato l'infortunio). Ennesima perdita importante a parte, per i pinstripes ha funzionato tutto: Masahiro Tanaka effettua una bella prestazione contro i Royals (che segnano solamente con due fuoricampo, Merrifield nel sesto inning e Owings nel nono) mentre Clint Frazier è autore di un'altra ottima partita concludendo con un 3-5, ed un fuoricampo colpito nel secondo inning. Nel quarto back-to-back Tauchman (terzo HR in stagione) - LeMahieu. Oltre ai fuoricampo gli Yankees segnano ancora, tra sesto e settimo inning, con gli RBI single di Torres, Frazier e Romine.

Tre ore ed otto minuti dopo una sospensione per maltempo, gli arbitri decidono di "chiamare" Pirates contro Giants dopo 5 riprese. Vincono i Pirates, per 3-1, grazie al decisivo 2-run homer battuto proprio nel quinto inning da Cole Tucker, prospetto che i Pirates avevano chiamato in MLB la notte precedente. I bucanieri erano passati in vantaggio con un homer di Kang, ma avevano poi subito il pareggio da un singolo di Duggar.

VIDEO: IL PRIMO FUORICAMPO IN CARRIERA DI COLE TUCKER

Sempre in ambito National League, si registra un'altra sconfitta per i Padres, che perdono 4-2 contro i Cincinnati Reds nonostante il secondo fuoricampo stagionale di Eric Hosmer. Luis Castillo lancia bene e tiene in corsa la squadra dell'Ohio che era andata in vantaggio per prima con un singolo di Iglesias per poi rispondere all'home run di Hosmer con Barnhart, Puig e nel settimo inning con un solo homer di Winker. Perdono anche i Colorado Rockies (per 8-5) che erano partiti alla grande con un leadoff homer di Blackmon (chiude 4-5 con RBI triple e nella partita precedente aveva colpito un walk-off 2-run HR) e nel secondo inning allungavano con un inside-the-park HR di Raimel Tapia. Nola cresce con il trascorrere dei lanci ed a partire dal quarto inning i Phillies balzano avanti con un 3-run double di Gosselin seguito da un 3-run HR di Bryce Harper e da un fuoricampo nel nono inning di McCutchen. A Miami i Washington Nationals si arrendono nuovamente ai Marlins, che questa volta vincono con un sonoro 9-3 addirittura contro Max Scherzer, uscito con un out nel sesto inning con 9 strikeout a referto, 11 valide subite e 6 punti guadagnati. I Marlins sorprendono i Nationals con un buon Urena ed un bullpen impenetrabile e vanno avanti tre volte, prima con Brian Anderson e Starlin Castro nel primo inning, poi nuovamente con Castro nel terzo ed infine con un fuoricampo di Granderson nel quinto inning. A completare il quadro un singolo di Rosell Herrera e gli out produttivi di Granderson e Neil Walker.

VIDEO: LA BOMBA DA 3 PUNTI DI BRYCE HARPER

In American League i Texas Rangers sorprendono gli Houston Astros mentre i Toronto Blue Jays, con il debutto di Vladimir Guerrero Jr che si avvicina sempre di più, vincono ancora contro gli Oakland Athletics. Ad Arlington, i Rangers (9-4 il risultato finale) questa volta non si fanno sorprendere e partono con 5 punti nel primo inning (singoli di Danny Santana, Asdrubal Cabrera e Logan Forsythe più quinto punto su errore difensivo di Carlos Correa) e nel terzo si portano sul 6-0 grazie all'ottavo fuoricampo stagionale di Joey Gallo. Per gli 'Stros gli unici punti arrivano con fuoricampo di Stassi (quinto inning) e Springer (nono inning) tra gli RBI di Asdrubal Cabrera e Delino DeShields. Per i canadesi vittoria strameritata per 10-1, con l'unico punto dei padroni di casa arrivato con sac fly di Canha nel nono inning. I Blue Jays perdono Shoemaker (3IP, 3H, K) per infortunio, ma trovano un Gaviglio stellare (4IP, 5K) e segnano 9 punti tra terzo e sesto inning con un singolo di Sogard, il back-to-back HR di Tellez e Drury nel quarto inning ed ancora con Galvis, Drury ed un fuoricampo di Smoak. Nel nono arriva anche il decimo punto con sac fly di McKinney.

I New York Yankees vincono anche gara due contro i Boston Red Sox grazie al decisivo grand slam di Brett Gardner battuto nella parte bassa del settimo inning. Si arresta la storica striscia di fuoricampo dei Seattle Mariners che subiscono anche lo sweep dai Cleveland Indians. Spazzate anche per Rangers, Dodgers, Cubs e Pirates, con questi ultimi che si aggiudicano le due partite di interlega giocate a Detroit.

 

Il periodo nero dei Boston Red Sox non accenna a terminare. Anche quando l'attacco ricompensa una bella partenza di Nathan Eovaldi, la squadra di Alex Cora trova comunque un modo per regalare la partita agli avversari. I New York Yankees vincono anche il secondo appuntamento della serie, per 5-3, godendo della superiorità del bullpen, che si rivela decisivo, e di un fuoricampo colpito al momento giusto. I Red Sox partono di gran carriera con i fuoricampo di J. D. Martinez e di Christian Vazquez (da due punti) per un 3-0 già al secondo inning. Eovaldi tiene a bada gli Yankees ed in sei riprese concede solamente un punto all'inarrestabile Clint Frazier (3-4). Nel settimo inning sul monte c'è Workman, ma per i Red Sox non funziona niente. Il rilievo riempie le basi e lascia il casino a Ryan Brasier, che sbaglia utilizzo della fastball contro Brett Gardner ed incassa il grand slam della disfatta. Per Gardner si è trattato del 100esimo home run in carriera. A chiudere la partita sono Ottavino e Chapman.

VIDEO: IL GRAND SLAM DECISIVO

In MLB tra ieri sera e questa notte sono terminate alcune streak. La più importante, quella che ci ha emozionati e tenuti incollati per tre settimane ai nostri apparecchi video, è stata la striscia di fuoricampo dei Seattle Mariners, che si è fermata a 20 partite consecutive dall'inizio di stagione. A rendere amara la giornata dei M's sono stati i Cleveland Indians con Carlos Carrasco (che rimbalza dopo un paio di partenze problematiche con 12 strikeout in 7 riprese) ed il rilievo Nick Wittgren, che lavora per le ultime due riprese. La partita è terminata 1-0 con l'unico punto deciso proprio da un fuoricampo, di Jake Bauers nel quinto inning per regalare lo sweep alla tribù. A dire il vero al fuoricampo i Mariners ci erano andati davvero vicini, nel terzo inning, con Ryon Healy, ma la pallina ha sfiorato di pochi centimetri il palo di sinistra ed è uscita in zona di foul. Termina anche la striscia vincente degli Houston Astros, sconfitti ad Oakland per 2-1. La squadra di Hinch perde per la prima volta dopo 10 vittorie di fila a causa di una bella partenza di Frankie Montas, che in quasi sette riprese lanciate cede un solo punto, nel sesto inning, causato da un singolo di Michael Brantley al quale ha subito risposto, al cambio campo, Matt Chapman con un potente home run terminato oltre l'esterno sinistro. Gli A's erano passati in vantaggio già dal secondo inning con un doppio di Jurickson Profar. Termina anche la striscia di fuoricampo di Christian Yelich, che contro i Cardinals ne aveva battuti sei di fila. L'ex Marlins (1-3, RBI) riesce comunque ad essere incisivo nell'incontro, ma non abbastanza per i Milwaukee Brewers, che si arrendono alla squadra di St. Louis per 6-3. Milwaukee paga un brutto inizio di Corbin Burnes che in quattro inning paga cinque punti con due fuoricampo (Ozuna, nel secondo inning, e Carpenter, nel quarto inning) e tre RBI single battuti da Matt Wieters, Paul Dejong e Kolten Wong tra secondo e terzo inning. I Brewers sembrano rialzarsi con il primo fuoricampo di Aaron Wilkerson, ma poi Wong segna il sesto punto su invito di Wieters. L'ultimo punto della partita lo batte Yelich, ma non basta a rimontare i Cards.

VIDEO: LA PARTENZA DI CARRASCO

Vincono la sesta serie di fila i Tampa Bay Rays, con una partita di anticipo, che ieri hanno annichilito i Baltimore Orioles per 8-1 e diventano anche i primi in MLB con 10 partite sopra quota .500. La squadra di Kevin Cash, come spesso accaduto in queste prime 18 partite, ha anestetizzato l'incontro già dalle prime riprese, dove tra primo e terzo inning ha segnato sei punti. Fondamentali sono stati i fuoricampo di Brandon Lowe (3-run HR), Ji-Man Choi e Yandy Diaz (back-to-back HR nel terzo) ed un singolo da un punto battuto di Zunino. Nella parte alta del settimo l'unico punto ospite con un fuoricampo di Rio Ruiz arrivato tra gli RBI di Kiermaier (quinto inning) e Diaz (parte bassa settimo). A proposito di strisce vincenti ci sono anche Rangers e Dodgers, che arrivano a quattro consecutive. I texani spazzano via gli Angels da Arlington con un successo per 5-4. Un big inning nel quinto attacco che ha deciso le sorti dell'incontro con un RBI singolo di Kiner-Falefa, un triplo da due punti di Shin-Soo Choo ed un doppio di Danny Santana. Gli Angels erano passati in vantaggio tra secondo e terzo con Lucroy e Simmons ed hanno segnato altri due punti tra ottavo e nono con un fuoricampo di La Stella ed una battuta interna di Simmons. I Los Angeles Dodgers ritrovano Walker Buehler e spazzano i Reds vincendo per 3-2. Buehler domina per 6.1 riprese mentre A. J. Pollock risulta decisivo con un fuoricampo da tre punti nella parte bassa del sesto. I Reds, fermati a lungo dal mancino dei californiani, rialzano la testa nel settimo e nel nono ma gli out produttivi di Suarez e Matt Kemp non sono sufficienti a fermare la corsa dei Dodgers.

VIDEO: BACK-TO-BACK HR CHOI-DIAZ

Sweep anche per Pittsburgh Pirates e Chicago Cubs. I primi lasciano Comerica Park con un successo per 3-2 all'extrainning (decisivo un singolo al decimo inning di Colin Moran, dopo il pareggio di Josh Bell con una sac fly nell'ottavo inning), i secondi lasciano Marlins Park con un altro shutout grazie a Cole Hamels (7IP, 3H, 8K). I Cubs, che vincono per 6-0, inaugurano le marcature nel secondo inning con Descalso, poi, nel terzo, trovano un big inning da quattro punti con i singoli di Baez, Heyward ed ancora con un doppio di Descalso, e chiudono i conti nell'ottavo ancora con Baez, protagonista questa volta di un fuoricampo.

Un Jake Arrieta strappa applausi è tra i protagonisti del secondo successi dei Philadelphia Phillies ai danni dei New York Mets, che perdono per 3-2. L'incontro è un pitching duel tra il Cy Young 2016 e Zack Wheeler, che lancia per sette riprese. La prestazione di Wheeler è rovinata da due fuoricampo incassati tra quinto e sesto e colpiti da Kingery e Cesar Hernandez e che hanno dato ai padroni di casa il 3-0 parziale dopo una sac fly colpita da Franco nel secondo inning. I Mets riescono a rispondere solamente nel settimo con il quinto homer di Conforto, e nel nono con un 2-out single di Rosario.

Negli incroci tra NL East e NL West a sorridere sono Washington Nationals e Arizona Diamondbacks. I capitolini provano a rialzarsi vincendo in casa per 9-6 contro i Giants, che nel nono inning segnano 4 punti con i fuoricampo di Dugger e Parra senza però impensierire più di tanto i Nationals che segnavano 4 punti tra primo e secondo inning (fuoricampo di Soto e Kendrick e RBI single di Eaton) ed addirittura 5 punti nel settimo inning (fuoricampo di Matt Adams e Kurt Suzuki). Più combattuto l'incontro di Atlanta, dove i Dbacks vincono per 3-2 al decimo inning grazie ad una base ball a basi piene guadagnata da Adam Jones ed alla salvezza di Greg Holland, che trova due strikeout e subisce solamente un singolo da Ronald Acuña Jr. Adam Jones già protagonista nel quarto inning con il suo quinto fuoricampo stagionale, un solo homer in risposta ai due punti battuti a casa da Brian McCann nel secondo attacco. Nel settimo inning protagonista diventa Ketel Marte, che manda a casa proprio Adam Jones con il doppio del pareggio.

VIDEO: 4 FUORICAMPO PER STENDERE I GIANTS

I Minnesota Twins si riscattano e tornano al successo contro i Toronto Blue Jays per 4-1 grazie ad una buona partenza di Jake Odorizzi e ad un sempreverde Nelson Cruz, già protagonista nel primo inning quando, insieme ad Eddie Rosario, rispondeva all'unico punto di Toronto battuto da Justin Smoak. La squadra di Rocco Baldelli allunga nel terzo ancora grazie a Nelson Cruz (doppio) e chiude i conti con un RBI single di Marwin Gonzalez. Royals-White Sox è la terza partita di giornata a finire all'extrainning. Si conclude al decimo inning con la vittoria dei Royals arrivata con il decisivo fuoricampo di Hunter Dozier e la salvezza di Scott Barlow. Le due compagini sono state silenziose fino al quarto, inning dal quale si gioca tutta una nuova partita. Tim Anderson batte un fuoricampo da due punti contro Brad Keller, e festeggia con un bat flip che non passa inosservato. Nel frattempo però i Royals riescono a pareggiare con un singolo di Alex Gordon ma nel sesto Tim Anderson si ripresenta nel box di battuta e viene colpito da un lancio di Keller. L'episodio scatena un accenno di rissa che sfocia nelle espulsioni dei due contendenti, in quella del manager di Chicago Rick Renteria ed in quella del bench coach dei Royals Dale Sveum. L'incontro procede. Nel settimo inning Hunter Dozier porta avanti per la prima volta Kansas City con un singolo, pareggiato nella parte bassa dell'ottavo da Leury Garcia. I White Sox vanno vicini al walk-off nel nono, ma non ce la fanno e subiscono una KC corsara.

VIDEO: BAT FLI E HBP CAUSANO TENSIONE A CHICAGO

Boston Red Sox e New York Yankees tornano al successo i primi nella delicata sfida con i Rays ed i secondi invece contro i Royals, dove C. C. Sabathia fa un passo in più verso il ristretto club di lanciatori con 3000 strikeout in carriera e 250 vittorie. Vincono ancora anche i Los Angeles Dodgers, contro i Milwaukee Brewers di Christian Yelich, mentre ai Phillies non basta il primo 5-hit game in carriera di Bryce Harper.

 

Per i Tampa Bay Rays questo fine settimana sarà un po' la prova delle intenzioni. La squadra di Kevin Cash in queste prime 20 partite stagionali non aveva mai affrontato una grande (a parte gli Astros, nelle prime 4 giornate di campionato) ed ha avuto a che fare in generale solamente con squadre che al termine della stagione avranno solamente l'ambizione di evitare le 100 sconfitte. Questa notte c'è stato il primo confronto con i Boston Red Sox, e se è vero che i Rays sono stati capaci di passare in vantaggio per primi e far vedere buone cose, è altrettanto vero che in occasioni del genere tutto deve girare alla perfezione, e non è stato così per la squadra della Florida. I Boston Red Sox hanno espugnato Tropicana Field per 6-4, in rimonta, grazie ai back-to-back HR di Mookie Betts e Mitch Moreland. I Rays avevano aperto le marcature nelle prime tre riprese con un solo homer di Brandon Lowe ed un RBI triplo di Avisail Garcia per poi farsi superare dai Red Sox con quattro punti nella parte centrale arrivati per mano di Rafael Devers (doppio), Christian Vazquez (HR) e JD Martinez (singolo), pareggiati però nella parte bassa del sesto da un doppio di Daniel Robertson. Dall'uscita di Eduardo Rodriguez il bullpen di Boston prende le redini dell'incontro e termina l'incontro con 3.2 riprese quasi perfette (2 basi su ball concesse da Workman). Non si può dire lo stesso di quello Rays, già sufficientemente tassato dalla strategia dell'opener, con Diego Castillo che nell'ottavo inning incassa i due fuoricampo della sconfitta.

VIDEO: L'HR VINCENTE DI MOOKIE BETTS

I Dodgers vincono a Milwaukee per la seconda volta consecutiva in questa serie, per 5-3, grazie ad un fuoricampo da tre punti di Kike Hernandez, con due strike, contro il rilievo Josh Hader. Fino a quel momento il risultato era di 2-2, sbloccato nel primo inning da Christian Yelich con il suo sesto homer in cinque partite. I Dodgers ci mettono poco a recuperare e lo fanno tra secondo e terzo con un doppio di Verdugo ed una volata di sacrificio di Cody Bellinger. La partita da questo momento in poi vivrà di attesa fino al fuoricampo di Hernandez, nella parte alta dell'ottavo. I Brewers tentano di replicare al cambio campo, ma il dinger di Thames è solamente da un punto e nessun'altro battitore della Brew Crew riuscirà a bucare Kelly e Jansen ed a tornare in base.

I St. Louis Cardinals ci hanno provato nel finale, ma il fieno in cascina messo dai Mets all'inizio dell'incontro è risultato sufficiente per vincere con il risultato finale di 5-4. I newyorchesi hanno mosso le acque per primi con i punti battuti a casa da Willson Ramos, JD Davis e Robinson Cano (chiuderà 3-5) nelle prime due riprese. Nel quarto ancora Ramos porta i Mets sul 4-0 fino al solo homer di Martinez al cambio campo. Un altra bomba di Peter Alonso però inginocchia i Cards nel sesto inning e segna l'ultimo punto della partita per i Mets, che vedono i padroni di casa reagire con un 2-run homer di Lane Thomas convalidato dopo essere stato rivisto al replay, e con un RBI single di Dexter Fowler.

VIDEO: IL FUORICAMPO DI PETER ALONSO

Non sorridono i Philadelphia Phillies che, nonostante le 5 valide di Bryce Harper (per la prima volta in carriera), non riescono ad evitare la sconfitta al dodicesimo inning per mano dei Colorado Rockies, per 4-3. Ad andare avanti sono stati proprio i Phillies, nel primo e nel quinto inning, con Rhys Hoskins ed una volata di sacrificio di Realmuto. Ai Rockies però basta un inning per pareggiare, il sesto, con un fuoricampo di Story ed un doppio di Garrett Hampson. La partita scorre via trascinata dai due bullpen: quello di Philadelphia concede solamente una base ball su 4.1 riprese mentre "maggiori" rischi corre quello di Denver, che cede 5 valide su 6 riprese. Nel 12esimo inning si sblocca nuovamente il risultato con un doppio di Bryce Harper superato, nella parte bassa, dal walk-off 2-run HR di Charlie Blackmon. Quella di Denver non è stata l'unica partita a finire all'extrainning. Terminata dopo i tempi regolamentari, ma senza vittoria della squadra di casa, la partita di San Diego, sconfitta per 3-2 dai Cincinnati Reds. La squadra di David Bell ce l'ha fatta nell'undicesimo inning dopo essere passata in vantaggio nel primo con un solo homer di Eugenio Suarez. I Padres hanno risposto quasi subito con il sesto fuoricampo di Fernando Tatis Jr. Matt Strahm (8IP, 2H, ER, 5K) ci mette molto del suo per fermare i Reds, ma l'attacco di casa rimane ugualmente vittima di DeSclafani e dei rilievi di Cincinnati. Nell'undicesimo finalmente la partita si sblocca nuovamente a causa di un errore difensivo di Tatis che porta poi al 2-run HR di Dietrich. Tatis prova a redimersi conquistando una base su ball e rubando due basi, ma i Padres non andranno oltre un groundout di Hosmer ed un singolo di Machado.

VIDEO: IL WALK-OFF 2-RUN HR DI BLACKMON

Oltre ai Colorado Rockies, vincono tra le mura amiche anche i New York Yankees per quanto riguarda l'American League, i Chicago Cubs, i Pittsburgh Pirates e i Miami Marlins per la National League. La partita tra Yankees e i Royals, giocata a Yankee Stadium, ha visto, nel settimo inning, anche la storica sfida tra due numeri zero: Adam Ottavino, rilievo Yankees, contro Terrance Gore, nono in battuta. La sfida è terminata in favore di Ottavino con uno strikeout che aveva aperto il primo di tre inning consecutivi senza punti per gli ospiti. Gli Yankees hanno vinto per 6-2 approfittando della 540esima partenza in carriera di C. C. Sabathia, finita con il successo numero 247. Sabathia ha raccolto anche 5 strikeout nel corso della partita, per arrivare ad un totale di 2994 su 3480 riprese lanciate. Nella vittoria dei pinstripes decisivi anche i fuoricampo di Gardner (nel terzo inning per superare i Royals col provvisorio 2-1) e Tauchman nel quinto inning. I Royals si erano riportati a distanza minima con Alex Gordon nella parte alta del sesto, ma gli Yankees allungano e lo fanno con DJ LeMahieu (sac fly), Clint Frazier (walk a basi piene) e con un singolo di Tyler Wade. Gli Arizona Diamondbacks segnano solamente nel nono inning con un RBI di Ketel Marte e si arrendono ad un Kyle Hendricks in versione 2016, capace di lanciare per 7 riprese con 11 strikeout e sole 3 valide subite. I Cubs invece hanno avuto gioco facile contro i lanciatori della squadra ospite, battuta per 5-1. Cubs avanti nel secondo con un doppio di Bryant, allungano nel quarto con un triplo di Rizzo ed aumentano il vantaggio nel sesto inning prima sfruttando un lancio pazzo di Matt Koch, poi con un RBI single di Willson Contreras. Ai Pittsburgh Pirates invece bastano 4 punti segnati nel primo inning per sconfiggere i San Francisco Giants. L'incontro termina per 4-1, con i Giants capaci di segnare solamente nella parte alta dell'ottavo con un 2-out single di Buster Posey. Per Pittsburgh, invece, importanti le prestazioni di Francisco Cervelli (doppio), Pablo Reyes e JB Schuck (singoli) che servono a piegare Madison Bumgarner. I Marlins interrompono la striscia negativa e fermano dei Nationals che non riescono a togliersi dalle sabbie mobili di quota .500. I capitolini vengono beffati dalla formazione della Florida che gode di un monte di lancio decisamente più solido e vince per 3-2. I Nationals sono passati avanti per primi con un singolo di Juan Soto nel primo inning, ma poi i Marlins pareggiano grazie ad un errore difensivo di Ryan Zimmerman nel corso del secondo inning, ed allungano nel sesto con l'esperienza di Martin Prado e Curtis Granderson che, con le basi piene, permettono ai Marlins di segnare due punti il primo grazie alla pazienza, il secondo sacrificandosi per la squadra. Nella parte alta del settimo Brian Dozier prova a scuotere i suoi compagni con un HR, ma serve a poco. Steckenrider, Conley e Romo chiudono le porte con i Marlins che ora si portano a 5-15.

VIDEO: OTTAVINO VS GORE

I Seattle Mariners ne sparano quattro fuori dal campo e vincono, ancora, a "Big A" con il risultato di 5-3. La squadra di Servais lascia subito capire le proprie intenzioni nel secondo e nel quarto inning, con i fuoricampo di Jay Bruce e Daniel Vogelbach. Nel quarto inning però gli Halos accorciano con una sac fly di Cozart e nell'ottavo pareggiano con un fuoricampo da due punti per opera di Mike Trout. Non basta. Il closer Cody Allen ha la seconda serata no consecutiva e nel nono incassa due fuoricampo consecutivi da Tim Beckham e Omar Narvaez. Gli Angels questa volta non rimontano e perdono la 12esima di 20 partite disputate. Nell'altro scontro interno alla AL West gli Houston Astros vincono, per 7-2, il derby texano giocato ad Arlington contro i Rangers. Justin Verlander domina con 8 strikeout su 7 riprese e cede solamente un punto agli avversari, arrivato con un fuoricampo di Danny Santana, nel sesto inning, quando gli Astros avevano già segnato 7 punti. Partono subito forti nel primo inning con i fuoricampo in back-to-back di Altuve (da due punti) e Bregman (solo) e segnano ancora con Altuve nel secondo inning e nel quinto inning con i doppi di Correa, Gurriel e Springer. Joey Gallo chiude le marcature nel nono con il suo settimo fuoricampo stagionale.

VIDEO: BACK-TO-BACK BECKHAM-NARVAEZ

VIDEO: BACK-TO-BACK ALTUVE-BREGMAN

Perdono invece gli Oakland Athletics, in casa, contro i Toronto Blue Jays che hanno la meglio per 5-1. La partita si sviluppa nelle prime quattro riprese: gli A's segnano il loro unico punto nel primo inning con un RBI double di Matt Chapman, l'unico sussulto avuto nei confronti di uno straordinario Stroman (8IP, 6H, ER, 2BB, 6K) mentre i Blue Jays diventano una furia nel secondo inning, dove segnano quattro punti con gli RBI di Socrates Brito, Danny Jansen ed Eric Sogard prima del punto finale realizzato nel quarto inning da Brandon Drury con il suo primo fuoricampo stagionale.

Chiudono il cerchio White Sox e Tigers, con la squadra di Chicago che ha la meglio per 7-3 grazie anche a 5 punti segnati nel settimo inning. Moncada apre l'incontro grazie ad un solo homer contro Jordan Zimmermann, ed i Tigers pareggiano nel terzo con un solo shot di Harrison. Quindi i White Sox riprendono in mano le redini dell'incontro prima ancora con Moncada (base ball) poi con Leury Garcia e Jose Abreu (due RBI a testa) e Yonder Alonso. Non cambiano di molto il risultato finale i due solo homer di Grayson Greiner e Niko Goodrum, tra settimo e nono inning.

In MLB è stata la giornata delle rivalità: James Paxton e gli Yankees vincono il primo confronto contro Sale ed i Red Sox mentre Mike Minor silenzia le mazze di Anaheim. Nella National League Christian Yelich colpisce ancora i Cardinals con il suo sesto homer di fila battuto contro Molina e compagni mentre i Mets vengono seppelliti dai Philadelphia Phillies.

 

Chris Sale riesce a recuperare qualcosa sulla radar gun, ma la brillantezza dei giorni migliori è ancora lontana. I sempre più incerottati New York Yankees ne approfittano, e vincono la prima sfida della serie con il risultato di 8-0. Un dominio, per quanto riguarda gara 1, tangibile in ogni parte del gioco: 11 valide Yankees contro le 3 dei Red Sox, difesa immacolata per i Bombers contro un errore dei Red Sox, con un tiro errato di Sandy Leon che non fa altro che alzare la tensione attorno a Sale. Se l'asso di Boston vacilla, quello della squadra di casa mette in mostra tutte le sue doti. James Paxton lancia per 8 riprese concedendo appena 2 valide, una base su ball e mettendo a segno 12 eliminazioni per strikeout. Gli Yankees rompono gli indugi nel terzo con 2-out single di DJ LeMahieu e Luke Voit. Trascorre un inning e gli Yankees raddoppiano con un fuoricampo di Clint Frazier ed un doppio a destra di Mike Tauchman. New York aspetta un altro inning e mentre Boston resta inerme sui lanci di Paxton, è ancora Tauchman, con un fuoricampo da tre punti, a mandare in estasi il pubblico di Yankee Stadium. Nel settimo, il fuoricampo (di Gleyber Torres) che mette fine alle marcature e consegna una notte da dimenticare anche ad Erasmo Ramirez (subentrato a Sale a partire dal sesto inning).

VIDEO: LA GEMMA DI PAXTON

VIDEO: 4 RBI PER TAUCHMAN

Shutout anche ad Arlington e Miami. Nel Texas, i padroni di casa Rangers sconfiggono i Los Angeles Angels per 5-0 grazie ad una grande performance di Mike Minor, protagonista di un 3-hit shutout, ed alle XBH di Choo e Mazara (RBI), nel primo inning seguite dai fuoricampo di Asdrubal Cabrera e Joey Gallo, entrambi da due punti e colpiti tra quarto e sesto inning. A Miami i Cubs di José Quintana hanno la meglio e riescono a fermare tutte le iniziative della squadra di casa. Cosa che invece non fa la squadra di Mattingly, che si arrende per 4-0 con i punti battuti da Descalso e Bote tra terzo e quarto inning, e da un fuoricampo di Baez ed una sac fly di Zobrist tra ottavo e nono inning.

Vanno molto vicini allo shutout anche gli Houston Astros, che mollano la presa soltanto nel nono inning incassando una sac fly (Kendrys Morales) a basi piene. La squadra di Houston vince dunque per 9-1 e porta la striscia consecutiva di vittorie a 10 partite grazie all'intoccabile McHugh ed a 3 fuoricampo, colpiti tra primo e quarto inning, del leadoff George Springer, di Josh Reddick (da due punti) e di Alex Bregman, per un grand slam preceduto da un punto arrivato via walk (Springer). Il nono punto arriva nel settimo inning con una volata di sacrificio di Robinson Chirinos. Oltre a quella di vittorie degli Astros, a continuare è anche la striscia di fuoricampo dei Seattle Mariners, grazie ad un fuoricampo di Jay Bruce colpito nell'ottavo inning. Per la quinta volta consecutiva, però, i Mariners devono arrendersi. I Cleveland Indians vincono anche gara 2 della serie per 4-2 nonostante essere passati in svantaggio nel secondo con un RBI single del caldo Tom Murphy (concluderà con un 3-4, RBI). Shane Bieber raggruppa le forze e tiene a bada le mazze di casa. Gli Indians ne approfittano e nel quarto inning si portano sul 2-1 grazie alla coppia Santana-Hanley Ramirez. Uscito un buon Mike Leake, la squadra di Francona segna altri due punti nel settimo inning contro Roenis Elias grazie agli RBI di Mike Freeman (chiamato dal triplo A per rimpiazzare il gelido Stamets) e Leonys Martin.

VIDEO: IL GRAND SLAM DI BREGMAN

Mentre i St. Louis Cardinals continuano ad essere alla ricerca della formula magica per fermare Christian Yelich, il Most Valuable Player della National League colpisce il suo sesto fuoricampo consecutivo contro la squadra del Missouri, risultando essere tra i protagonisti del successo per 8-4 della formazione di Counsell. I Brewers approfittano di cinque punti nel terzo inning (fuoricampo di Cain e Grandal, doppio di Woodruff) per dettare il passo, allungato poi dal 3-run homer di Yelich nel quinto che regala ai birrai il parziale di 8-0. I Cards si svegliano soltanto nel finale con un fuoricampo da due punti di Ozuna nel sesto inning, e con gli RBI single di Molina e Wong nell'ottavo.

VIDEO: IL FUORICAMPO DI YELICH

A Detroit, vittoria all'extrainning per i Pittsburgh Pirates che nel decimo esultano con un fuoricampo (da due punti) di Starling Marte per il 5-3 finale. I Pirates hanno condotto l'incontro per quasi la sua totalità grazie ad un singolo di Pablo Reyes nel secondo, un fuoricampo da due punti di Jung Ho Kang e grazie ad una bella prestazione di Joe Musgrove, che lascia il monte dopo 7 riprese con i Tigers che segnano solamente grazie ad una passed ball di Cervelli e ad un doppio da un punto di Stewart. Nel nono arriva il pari dei padroni di casa con un singolo di Candelario.

Steven Matz non è in giornata ed i Phillies segnano 10 punti nel primo inning per sconfiggere i Mets con il risultato di 14-3, frutto anche di 4 errori difensivi dei Mets. Bryce Harper e compagni non hanno avuto pietà del pitcher newyorchese, rilevato da Drew Gagnon dopo otto battitori e nessun out messo a segno. I Phillies sono andati a punto con un doppio a basi piene di Realmuto, seguito da un 3-run HR di Kingery. Poi un errore di Rosario ed un altro fuoricampo da 3 punti (questa volta di Maikel Franco) costringono Callaway a sostituire Matz mentre un altro doppio di Realmuto chiude la ripresa. Realmuto protagonista ancora nel quarto (solo homer) e nel sesto segna uno dei 3 punti battuti dai Phillies con Kingery e Hernandez. I Mets si affidano ai fuoricampo di Willson Ramos (poi nuovamente protagonista nel quinto con una sac fly) e Conforto. I Washington Nationals non approfittano della lotta tra le due leader della NL East e perdono in casa per 7-3 contro i San Francisco Giants, che tra quinto e sesto inning colpiscono 3 fuoricampo contro Strasburg. Proprio Strasburg portava avanti i Nats con un doppio nel secondo inning e sembrava in grande giornata dopo aver eliminato 12 su 14 battitori affrontati fino alla fine del quarto. Nel quinto però arrivano i fuoricampo di Longoria e Duggar (da due punti), seguiti nel sesto dal solo homer di Belt. Nell'inning seguente ulteriore allungo californiano con Parra e Panik mentre nell'ottavo Pillar replicava ad un solo homer di Matt Adams e ad un RBI single di Rendon.

VIDEO: L'INNING DA 10 PUNTI DEI PHILLIES

I San Diego Padres vengono annullati ancora una volta dai Colorado Rockies, che vincono per 8-2 ed archiviano la partita già dopo tre inning con 5 punti arrivati grazie ad un fuoricampo da due punti di Arenado e poi con un doppio di Blackmon ed un triplo di Tapia. I Padres provano a risalire con il quinto fuoricampo di Myers, ma vengono nuovamente zittiti da un solo homer di Hampson e dai punti arrivati con gli out produttivi di Reynolds e Tapia. Di Fernando Tatis Jr (doppio nel nono inning) l'ultimo RBI della partita. Della sconfitta dei Padres ne godono i Dodgers, che vincono in casa per 6-1 contro i Cincinnati Reds ed agganciano San Diego in testa alla NL West. Ad inaugurare le marcature è stato Alex Verdugo con un RBI single nel primo inning, seguito nel secondo da un fuoricampo da due punti di Pederson e da Kike Hernandez. I Reds rispondono solamente nel terzo inning (dove colpiscono la metà delle valide battute), con un back-to-back double di Mahle e Joey Votto. I Dodgers chiudono virtualmente la partita nel settimo inning, con un 2-run double di Alex Verdugo.

Convulsa partita ad Atlanta, dove gli Arizona Diamondbacks hanno la meglio dei Braves per 9-6. Desertici avanti per primi nel quarto inning (RBI di Ahmed e Kelly), poi rimontati prima con un fuoricampo "beltreresco" di Ronald Acuña Jr, poi con un big inning (con protagonisti i doppi di Freeman e Camargo) da quattro punti. I serpenti tornano a mordere nel settimo a loro volta con un altro big inning da 4 punti (singoli di Escobar e Walker, poi groundout di Flores) ma al cambio campo un fuoricampo di Albies riporta tutto in parità. Nel nono però la partita cambia nuovamente volto grazie ai fuoricampo di Walker (da leadoff) e di Adam Jones (da due punti).

I Baltimore Orioles godono di un doppio vantaggio tra primo e terzo (Rio Ruiz e Renato Nunez), ma i Tampa Bay Rays si riorganizzano velocemente e vincono per 4-2 grazie a 3 punti segnati nel 4° inning grazie alla forza cubana di Yandy Diaz (sac fly) e Avisail Garcia (3-run homer), con quest'ultimo che torna protagonista anche nell'ottavo con il singolo del quarto punto. I Toronto Blue Jays tengono testa ai Minnesota Twins e vincono con il risultato di 6-5. Sono i Twins i primi ad andare a punteggio con un solo homer di Polanco. Poi, però, Kyle Gibson si perde per strada e nel sesto inning, con le basi piene, cede 3 singoli (Smoak, Tellez, Hanson) che valgono 4 punti. Minnesota pareggia al cambio campo con un 3-run homer di Rosario, ma i Blue Jays hanno energie da vendere e tornano avanti nel settimo inning ancora con un singolo a basi piene (Hernandez). Inutile l'home run di Marwin Gonzalez battuto nel nono inning.

Nel southside di Chicago, nella partita tra White Sox e Royals, va in scena il primo Lopez-Lopez matchup nella storia della MLB. A vincere è quello dei padroni di casa, Reynaldo, che chiude le porte ai Royals permettendo, in sei inning, solamente un solo homer a Lucas Duda. Finisce con il punteggio di 5-1 con i White Sox che beneficiano di ben 4 fuoricampo: due battuti da Moncada tra terzo e quinto inning, uno da Leury Garcia nel quinto inning e l'ultimo colpito da Yonder Alonso nell'ottavo inning.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk