di Pietro Striano

Impressioni di Luglio, ovvero, divagazioni sul si bemolle minore e del WAR sulla Quinta di Beethoven

 

Stamattina in un bar,

IO: “Buongiorno“

Barista: “Buongiorno“

IO: “Caffè, grazie“

Barista : “Caffè, grazie“

IO: “Un euro ? “

Barista:  “Un euro “

Un paio di giorni fa nell’ufficio dei Phillies :

 

Amaro Jr : “Buongiorno“

Uno scout : “Buongiorno M.A.G. ? “

Amaro Jr : “ No, grazie ma mi trovo bene col mio vecchio rasoio “

Uno scout : “Ma è cubano!“

Amaro Jr . 48 mm?

Uno scout : “48 mm

 

Credo sia andata così in quel di Philadelphia poiché il signor Amaro Jr  (immagino quanto l’Amaro Sr.sia incavolato col figlio, altrimenti non si può spiegare cosa stia accadendo nella mente del Manager della città dell’amore etc etc), lasciando stare le divagazioni sabrmetriche di un Marco Barbanera a “Nel nome del gioco “ (facendoci così due risate), prende in un offseason Michael Young facendo partire una “standing ovation” di insulti e risate negli uffici di Baseball Today (purtroppo l’unico podcast decente Usa), dove il bello ( ad essere bello è bello) Karabell odiava a morte Young. Poi una offseason che continua come la mia tombola di natale con gente presa a caso messa in posti a caso ( mi sembra di essere tornato nel 1800 ).

Dopo arriva la botta Halladay, ciao ciao Doc. Intanto Mister Sorriso Lee ,viene messo sul mercato da Amaro (Jr, perché il Sr. Intanto l’ha disconosciuto)  che vuole secondo le sue parole : “Tanti dollari e tanti prospetti“. Certo, Amaro, ed i bimbi nascono sotto i cavoli.

Come si fa a non ridere con Amaro, che potete ammirare in questo primo piano esclusivo sulla destra mentre è in riunione con lo staff a Philadelphia.

Poco distante da Mr Amaro e le sue divagazioni metafisiche che pure Platone gli avrebbe detto: “quante ca...te dici” , il signor sua eccellenza potentissima barone von Epstein vende agli Eskimo il ghiaccio , dicendo loro che ne avevano più bisogno.

Prima piazza Feldman, poi si occupa di Garza pigliandosi un pò di prospetti e successivamente dovrà tirare fuori dall’album “Topps 2013” una figurina o forse due a scelta ed infine, udite udite, rivende agli Yankees Alfonso Soriano.

Intanto a New York la direzione dei Bombers vuole convincere i suoi fans dell’utilità di Soriano che non ha praticamente mai vinto niente e stava prendendo a schifo la città del Vento. Una mossa azzeccatissima e specchietto per le allodole visto che quei due truzzi di “Tutto il baseball lancio per lancio “ assieme agli atri invasati ci cascano in pieno e come delle liceali si strappano i capelli ad un walk-off utile quanto le previsioni del tempo di Rete 4 fatte da una qualsiasi bionda. Tutto questo per dire che se gli Yankees 2013 si reggono sul fuoricampo di uno di 39 anni e sulle spalle di uno che non ha mai nemmeno vinto al gratta e vinci qualcosa non funziona in questa squadra.

Mentre Epstein continua ad essere l’unico dritto all’interno del gioco (vedete qui sotto una fotografia di Epstein)

pare sia la settimana degli hitting Coach. Agli americani, del giorno dedicato a qualsiasi cosa evidentemente piace. Prima Eckstein e poi Brett il giorno dopo la commemorazione del Pine Tar ed ora Tino Martinez che è stato molestato.

Complimenti la prossima settimana si festeggeranno i veterani della “Bagna Cauda”.

Mentre Ortiz si scatena contro un telefono e Puig è diventato il nuovo sex symbol dei Dodgers (con incredibile dispiacere di Gonzales), la stampa Usa si sta scatenando a chi ne dice di più su Rodriguez, dopo il bubble Ped di Braun come lo chiamo io con relativo lavoro alla Silkepil, i signori più o meno colleghi, non si rendono conto che: 1) Questa cosa fa male al gioco; 2) Tra Rodriguez e Prodi non so chi sia più inutile nel mondo in generale.

Berlusconi lo diceva che Braun era del PED e pertanto comunista.

 

“Come si fa a non ridere col baseball! “

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk